Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2020

BUDINO DI TAPIOCA AL PROFUMO DI PANDANO

Immagine
L'avevo detto che con l'aroma di pandano avrei fatto danni, ecco il secondo esperimento, budino di tapioca. Il budino di tapioca ha il vantaggio di essere senza glutine, può essere fatto anche senza latticini sostituendo il latte vaccino con quello vegetale a scelta, inoltre si può dolcificare con zucchero comune oppure con eritritolo e in questo caso è adatto anche ai diabetici e a chi segue una dieta a basso tenore di carboidrati. Perché un budino di tapioca? perchè ho visto un film recentemente, in cui una signora quando era nervosa cucinava, e faceva il budino di tapioca.  Io sono piena di perle di tapioca in casa ma fatico ad usarle, perché ho ricordi d'infanzia che collocano la tapioca in minestrine gelatinose e poco invitanti. Qualcuno si chiederà perchè allora ho la tapioca in casa, perchè volevo provare ad usarla per fare del bubble tea, ma non ero ancora molto convinta, e poi sono perline piccine e probabilmente non adatte. Ma veniamo alla ri

PANDAN CAKE COTTO A VAPORE NELLA INSTANT POT

Immagine
Ok questo è stato un esperimento, riuscito ma con margini di miglioramento. Amo le ricette etniche e nelle mie ricerche mi sono sovente imbattuta in un aroma che non conoscevo e che mi incuriosiva un sacco, l'aroma di Pandano (Pandan) Si tratta di un estratto ricavato da una pianta che cresce nelle zone tropicadi di Asia, India e Africa, il Pandanus amaryllifolius. Questa pianta viene usata quasi in tutte le sue parti principalmente come aroma per i cibi, ma anche per fare dei cestini e contenitori da usare per cuocere a vapore il riso, in modo da aromatizzarlo. Si usa anche come farmaco ma non mi addentrerò in questo campo. Il profumo è piacevole, vanigliato ed erboso. Tende a colorare di verde. Pare anche che sia un buon repellente per gli scarafaggi, che riesca addirittura a repellere quelli New Yorkesi notoriamente difficili da debellare. L'estratto che ho trovato non posso giurare che sia puro, temo anzi che si tratti di un aroma più o meno artificiale,

CROSTATA AL CIOCCOLATO ALL'ARANCIO CON CORIANDOLI CANDITI

Immagine
Questa crostata è molto semplice da realizzare, non richiede cottura quindi è adatta anche alla stagione calda. Io l'ho aromatizzata all'arancio, ma si può sicuramente pensare a molte altre aromatizzazioni INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 20 cm. (ca. 8 porzioni) 200 gr di biscotti Digestive con gocce di cioccolato 120 gr di burro fuso 300 gr di cioccolato fondente 180 gr di panna da montare (non montata) 5-6 gocce di olio essenziale di arancio (in mancanza una abbondante grattata di buccia di arancio bio) bucce di arancia candite per la decorazione 1 pizzico di sale PROCEDIMENTO : Fondere il burro in un tegamino e tenerlo da parte Tritare i biscotti in un robot da cucina, le digestive sono biscotti rustici dalla grana irregolare e quelli al cioccolato hanno gocce piccoline, sono perfetti per queste preparazioni.  Aggiungere il burro fuso e frullare per incorporare, si deve ottenere un composto simile alla sabbia bagnata. Foderare la base di

FLAN DI TOPINAMBOUR

Immagine
I flan salati sono parenti dei soufflé e la ricetta è difatti molto simile, a me piacciono molto entrambi. Questa volta ho fatto un flan di topinambour, la ricetta è indicativa perchè ho fatto tutto a occhio. In pratica si tratta di fare una bechamel molto compatta come base, alla quale vengono aggiunte delle verdure cotte e frullate, poi si incorporano delle uova e io gioco è fatto. Ingredienti approssimativi per uno stampo rettangolare da 20 cm (ca. 4 porzioni) 6 topinambour di taglia media sbucciati e cotti in acqua mezzo litro ca. di bechamel molto compatta (fatta in casa, quella pronta è troppo liquida) 2-3 uova bio (dipende dalla dimensione) Sale q.b. noce moscata per insaporire la bechamel 2 belle manciate abbondanti di parmigiano Procedimento : Cuocere i Topinambour in acqua, si possono cuocere anche a vapore, ma visto che sono ricchi di inulina e tendono a fermentare facilmente nella pancia, ho preferito cuocerli in acqua in modo da renderli

EGGROLL IN A BOWL

Immagine
Questa è una ricetta che nasce dal ripieno degli involtini primavera, chi cerca di mantenere bassi i carboidrati ha inventato questa versione che è veramente molto piacevole. INGREDIENTI: Cipolla bianca o rossa Cavolo verza o cavolo cinese Poca carota grattugiata (facoltativa) Carne tritata a scelta tra pollo, tacchino o manzo Un filo di olio (facoltativo) sostituibile con poco brodo Tamari o salsa di soia Peperoncino a piacere Salsa di pesce (facoltativa) Acqua o brodo Cipollotto verde o erba cipollina per la decorazione 1 cucchiaino di aglio tritato 1 cucchiaino di zenzero tritato PROCEDIMENTO: Affettare il cavolo o cavolo cinese a fettine di meno di mezzo centimetro e tenere da parte Tritare la cipolla In una padella capiente, versare il filo di olio o poco brodo, aggiungere la cipolla e farla rosolare leggermente, quando diventa traslucida aggiungere la carne tritata a scelta, rosolare per disfare bene, poi aggiungere lo zenzero, l'aglio e abbondant

CAVOLO VERZA CON SALSICCIE NELLA INSTANT POT

Immagine
In genere non amo i wurstel, li acquisto molto raramente, ma mi sono lasciata tirare da una confezione di salsicciotti affumicati della Senfter, quindi in qualche modo li dovevo pur cucinare. In effetti sembrano migliori della media. Ingredienti per una pentolata abbondante (ho la IP da 8 litri) 1 bel cavolo verza grande pulito e affettato non troppo finemente 1 cipolla grande ca. 100 gr di lardo a tocchetti (girava in frigo da qualche giorno e urgeva utilizzo) 8 wurstel lunghi affumicati tagliati a tocchetti 1 cucchiaino di semi di finocchio Sale q.b. 250 ml di vino bianco secco  1 filo di olio Procedimento: Affettare  il cavolo Tagliare a pezzetti il lardo Affettare la cipolla Accendere la pentola in sauté, quando è calda versare un filo di olio, poi aggiungere la cipolla e i tocchetti di lardo, soffriggere per qualche minuto, poi aggiungere i salsicciotti e rosolare ancora un pochino.  Quando le cipolle sono diventate morbide e lucide,

BUDINO DI UOVA ALLA VANIGLIA

Immagine
Come al solito ho visto un filmato e non mi potevo esimere dal sperimentare. Alla fine si tratta di un crème caramel senza il caramel. La ricetta prevedeva l'uso di 10 uova e 1,5 litri di latte, mi sembrava enorme quindi ho ridotto tutto proporzionatamente. Ho usato vaniglia naturale in polvere, che in questa preparazione tende a galleggiare, ecco perché è scuro in superficie. Ingredienti per almeno 8 porzioni 7 uova bio 1 litro di latte 140 gr di zucchero mezzo cucchiaino di vaniglia naturale in polvere 1 pizzico di sale Procedimento: In una terrina capiente rompere le uova e sbatterle con un frullino Aggiungere lo zucchero, il sale e la vaniglia e sbattere nuovamente molto bene Unire una prima parte di latte e continuare a sbattere, poi aggiungere anche il latte restante e sbattere molto bene tutta la preparazione. Cuocere in forno a 200° per 50 minuti. Lasciar raffreddare completamente prima di mettere in frigorifero per almeno 4 ore. L

TRECCIA DI SFOGLIA CON SALMONE E PORRI

Immagine
Il salmone con i porri ci va a nozze, in crosta è decisamente delizioso. Ingredienti: 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare 2 porri di taglia media lunghi circa 30 cm. ca. 450 gr di salmone fresco in pavés (io ho usato del salmone tagliato a bocconcini) 2 cucchiai di mascarpone o altro formaggio fresco 4 cucchiaiate di leerdammer o mozzarella grattugiati (non usare mozzarella fresca è troppo bagnata) Sale q.b. poco olio e burro uovo per dorare Procedimento: Affettare i porri e farli rinvenire in padella con un pochino di olio e un po' di burro, devo ammorbidire senza colorare troppo, a fine cottura aggiungere il mascarpone, mescolare bene e spegnere, devono raffreddare completamente.  Io li ho preparati la sera prima. Stendere la pasta sfoglia Asciugare molto bene i pezzi di salmone e metterli verticalmente al centro della sfoglia, lasciando uno spazio alle due estremità Coprire il salmone con i porri, spolverare il tutto con un po' di sale

TORTINA SVUOTA AVANZI MANDORLE - CIOCCOLATO - MELE

Immagine
Questa è la tipica torta che si può fare con gli avanzi di uova di Pasqua, nel mio caso ho usato parte di un presepe in cioccolato che certamente non può arrivare al prossimo anno. Ingredienti per uno stampo a cerniera da 18 cm 170 gr di farina di mandorle (quello che rimaneva nel sacchetto) 200 gr di cioccolato al latte fuso 2 uova 1/2 bustina di lievito per dolci 1 pizzico di sale 1/2 cucchiaino di vaniglia naturale 3 mele (2 piccole e 1 grande) leggermente avvizzite 1 cucchiaio di Tahina (crema di sesamo) (facoltativa o sostituibile con burro di noccioline o di mandorle) Procedimento: Io ho usato il bimby per far sciogliere il cioccolato ma si può sciogliere anche a bagno maria. Nel frattempo sbucciare le mele, tagliarle a dadini e metterle in una terrina. Una volta sciolto il cioccolato, aggiungere la farina di mandorle, le uova, il lievito, la vaniglia, la farina di mandorle e il cucchiaio di crema di sesamo. Dare una bella mescolata/frullata. Unire i