Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2020

TEMPI DI COTTURA NELLA INSTANT POT - POST IN AGGIORNAMENTO COSTANTE

 Promemoria per i tempi di cottura nella IP TIPO DI CIBO                                  MINUTI               PRESSIONE               Ril. Rapido          NOTE Fagiolini freschi                                           0                         Manual low                         SI Uova sode alla goccia                                 4                         Manual high                        SI                    bagno ghiaccio Ceci secchi ammollati 24 ore                  5                          Manual high                10 minuti poi RR Carciofi a metà in umido                     8                     Manual high                  SI                 1,5 mis. liquido Lenticchie fini ammollate                     8                    Manual high                parziale Patate intere                                     8 - 10                         "                              SI Fagiolini freschi                                        1                             &quo

POLLO E CAVOLFIORI AL CURRY NELLA INSTANT POT

Immagine
Avevo un grosso cavolfiore a disposizione e mio marito aveva voglia di un curry, quindi eccolo:   INGREDIENTI: 2 piccoli petti di pollo a pezzi  1 grossa cipolla affettata 1 cavolfiore pulito e tagliato a cimette 1 cucchiaino di semi di senape nera 1 cucchiaino di cardamomo macinato 1 cucchiaino di  1 cucchiaino di curry madras  2 cucchiaini di curcuma 2 cucchiai abbondanti di concentrato di pomodoro 2 cucchiai di olio evo sale q.b.  100 ml di panna da montare o in alternativa di latte di cocco denso peperoncino q.b. a piacere PROCEDIMENTO: Avviare la funzione sauté, mettere l'olio, aggiungere le varie spezie e farle rosolare in modo che sprigionino il loro profumo, aggiungere le cipolle, rosolarle un minuto, poi aggiungere il pollo a pezzi e rosolare nuovamente. Aggiungere il concentrato di pomodoro, mescolare bene, poi unire il cavolfiore a cimette (io ho usato la 8 litri il cavolfiore era abbastanza grande), mescolare nuovamente, salare, aggiungere un misurino di acqua (quello

LE NOCI ALLA VANIGLIA DI EM

Immagine
 Ho recentemente letto una serie di libri che mi ha letteralmente appassionato, si tratta della Trilogia delle Anime, che ormai non è più una trilogia ma una quadrilogia e prossimamente uscirà anche il quinto libro.   L'autrice, Deborah Harkness, è una storica che insegna all'università in California, che per il suo dottorato ha fatto moltissime ricerche sulla scienza e la magia in Europa, principalmente nel periodo tra il 1500 e il 1700.  Ha studiato a Oxford alla libreria Bodleiana, alla All Souls College Library e alla Libreria di Henry Huntington. Ha scritto diversi libri sull'argomento, ma nel 2008 si è buttata sulla fiction e ha iniziato un libro,  poi evolutosi nella trilogia, che parla appunto di streghe, ma anche di maghi, di vampiri e di demoni (che non sono diavoli). Li ha ambientati assieme a personaggi realmente esistiti, rendendo questa storia avvincente e realistica (per quanto possa essere realistica una storia con i vampiri). Dando anche spunto per fare al

I CANNOLI SICILIANI CHI NON LI AMA?

Immagine
   Era da qualche giorno che avevo voglia di cannoli, ma.... si c'è sempre un ma, li amo ma sono sempre troppo dolci, inoltre non ho mai il coraggio di mettermi a preparare i gusci. L'altro giorno, prima del blocco, visto che abito in zona rossa, ho trovato una confezione di gusci pronti, di quelli piccoli, diciamo la metà del classico cannolo da pasticceria e ho deciso che era ora di buttarmi.   INGREDIENTI PER CA. 12 CANNOLI PICCOLI 250 gr. di ricotta (serve una ricotta molto asciutta) 50 gr. di zucchero a velo 1 pizzico di sale 1/2 cucchiaino di vaniglia naturale in polvere 2 cucchiai di gocce di cioccolato 12 gusci pronti 12 ciliegie candite o in alternativa dei pistacchi tritati (al marito piacciono i canditi) Cioccolato fondente q.b. (io ho fuso un grosso pugno di gocce di cioccolato da copertura, ma ne ho avanzato) PROCEDIMENTO: In una terrina, impastare la ricotta con lo zucchero con una forchetta, aggiungere anche la vaniglia e il pizzico di sale. Mescolare bene senza

LA ZUPPA CANAVESANA ALLA MIA MANIERA

Immagine
 Si tratta di una zuppa gratinata, tipica del Canavese in Piemonte, che si fa solitamente per la commemorazione dei Morti. Pare fosse anche un modo per usare il pane raffermo. In rete ci sono parecchie ricette, tutte contemplano il cavolo cappuccio, il pane raffermo e  del formaggio grattugiato, poi ci sono alcuni altri ingredienti che variano, da salsiccia tritata, lardo a fettine e/o tritato, toma piemontese. Metterò gli ingredienti indicativi, perché tutto dipende da cosa avete in casa e anche dal tegame che userete, è consigliabile usare una pentola di coccio o una pirofila alta, tenendo presente che dovrà poter passare in forno. La foto è bruttina, come si vede con la cottura in forno ha leggermente traboccato, ma il sapore è delizioso   INGREDIENTI per ca. 6 porzioni Cavolo verza (io ne avevo mezzo medio) Pane raffermo tagliato a cubetti grossi (circa 2 tazze grandi piene) Salsiccia privata dal budello (ca. mezzo kg) parmigiano grattugiato (una manciata abbondante) qualche fiocch