Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2012

Informazioni sul Lievito madre (scusami Poldo)

Se siete riusciti a reperire un lievito di buona qualità, per buona qualità intendo un lievito che sia attivo da molto tempo, che abbia quindi assimilato un gran quantitativo di fermenti buoni, è molto facile conservarlo.  Come fan tutti, lo si conserva in frigorifero in un contenitore chiuse a lui dedicato. Andrebbe rinfrescato una volta a settimana quando non lo si usa, più sovente quando si usa. Se il lievito è buono come il mio Poldo, resiste anche 15 gg senza patire troppo, vi basterà rinfrescarlo una volta prima di usarlo e mentre lo fate, potete aggiungere alla farina anche un po' di malto o di miele, così il vostro lievito si nutrirà e si rinvigorirà subito. (Chi mi ha dato Poldo mi ha detto che lo tiene in frigo senza rinfrescarlo anche un mese) Io preferisco non arrivare a maltrattarlo così, visto che si tratta di un lievito vivo che non nutrito genera sostanze acide, ma 15 gg li sopporta bene perché ho provato. Personalmente, preferisco non usare tutto il liev

Panna cotta salata al parmigiano

Immagine
Ingredienti: 200 ml di panna 200 ml di latte intero 100 gr. di parmigiano grattugiano 4 fogli di colla di pesce altri 100 gr circa di parmigiano per le cialdine decorative Un po' di miele di castagno In un pentolino scaldare il latte, nel frattempo mettere i fogli di colla di pesce ad ammollare, una volta ammollati strizzarli bene, metterli nel latte e mescolare bene per scioglierli fuori fuoco, unire prima il parmigiano e poi la panna, assaggiare per regolare eventualmente di sale. Versare negli stampini prescelti, io ho usato gli stampini da muffin in silicone, e passare in frigo per almeno 3 ore.  Con il resto del parmigiano, si possono preparare le cialdine, io ho usato uno stampo di silicone da mini muffin, riempiendoli con un paio di cucchiaini di parmigiano leggermente pressato sul fondo. Ne ho fatti 6 (uno per ogni panna cotta) ho quindi passato nel micro onde al massimo per circa 30 secondi, in funzione del proprio micro onde potrebbe essere necessario d

Pane con pasta madre nella MDP

Immagine
Devo dire che Poldo (il lievito padre) è molto arzillo e funziona molto bene anche quando lo li trascura un pochino.  Me lo avevano detto quando me lo avevano donato. Ieri ho fatto il pane nella MDP usando appunto Poldo come lievito. Ho usato semplicemente la funzione impasto che dura 1 ora e 30 minuti. L'ho avviato ieri verso le 19,00 alla fine del processo ho tolto le pale dalla macchina (andandoci dentro direttamente con le mani) e ho lasciato riposare l'impasto tutta la notte e una parte di questa mattina, poi ho acceso la macchina con il programma cottura che dura 60 minuti. Fatto.  Per le dosi sono andata ad occhio, ho messo circa 300 ml di acqua nel contenitore, ci ho versato sopra la farina (ormai vado ad occhio) diciamo che saranno stati 550 - 600 gr. ho messo il sale (2 cucchiaini rasi) da una parte come al solito e ho messo sopra il tutto 2 cucchiaiate piene di Poldo e ho avviato. Ha lievitato bene tutta la notte, ma quello che è strano è che ha lievitato senz

Pasqua è passata, cosa avete cucinato?

Immagine
Il giorno di Pasqua eravamo in sette, quindi il pranzo non è stato troppo impegnativo, anche perché sono stata aiutata dalle mie amiche. Ecco il menu: Aperitivo:  un semplice vino bianco siciliano, buono buono accompagnato da pizzette e salatini (non fatti in casa, ma il genere surgelato e poi preparato in forno, ho individuato una marca che ci piace parecchio ci sono delle pizzette che sembrano fatte dentro dei mini vol au vent e un bell'assortimento di salatini misti. Antipasto: Crostata pasqualina preparata da Luciana, un classico con la ricotta e gli spinaci,  mix di uova: di gallina farcite e gelatinate e di quaglia a funghetto accompagnate da topini di ravanello ormani immancabili da noi a Pasqua, qualche oliva nera il tutto appoggiato su una dadolata di gelatina Salmone Marinato home made tagliato a fettine e servito con solo un piccolissimi filo di olio evo. Primo: Fagottini di crespelle con sorpresa, si tratta di crespelle, ripiene di ricot

Le avventure di Poldo il Lievito Padre e la Colomba al cioccolato di Montersino

Immagine
Come già detto sono anch'io entrata nella cerchia delle fans del Maestro Pasticcere L.M., inolte da quando Poldo è entrato a far parte della famiglia non vedo l'ora di metterlo all'opera, quindi.....  Ho deciso di avventurarmi nella preparazione della colomba al cioccolato con farro e kamut di Montersino. Tutto è cominciato col tirare fuori Poldo dal frigo e iniziare a fargli vari rinfreschi, lui, ha subito gradito e ha dimostrato di saper contraccambiare immediatamente questo nei giorni precedenti.  Ho poi fatto 3 rinfresci in rapida successione il giorno prima e alle 6 del mattino di ieri ho iniziato l'avventura che troverete dettagliata sotto, con le dosi per la ricetta e anche tutti i problemi riscontrati.  Vi anticipo subito che malgrado tutto è ventua una colomba veramente fantastica. La ricetta è tratta direttamente dal Blog di Luca Montersino : Peccati di Gola Ingredienti: A sinistra la dose di L.M., a destra la dose che ho fatto io e che ha dato 2 c