Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

THE FAST METABOLISM DIET Aggiornamenti

Immagine
Ho iniziato a parlare qualche post fa, di questa dieta che per la verità è un sistema alimentare che ha l'obiettivo di depurare l'organismo dalle tossine e di riattivare il metabolismo,  che come effetto collaterale genera un interessante perdita di peso. La cosa che è più strabiliante in questo modo di alimentarsi è che si arriva ad individuare con chiarezza quali sono gli alimenti che ci disturbano, che non tolleriamo, proprio perchè dalle 2 alle 3 settimane dopo aver iniziato, vedremo scomparire una serie di sintomi che ci accompagnavano da tempo. Questi sintomi sono diversi per ogniuno di noi, per esempio emicranie, dermatiti, riniti varie, insonnia o risvegli notturni, stanchezza cronica e tanti altri. Dalle esperienze riportate dai gruppi di sostegnio americani e non solo, ho visto che riescono a perdere peso anche le persone che fisiologicamente fanno più fatica a smaltire, quindi persone alle quali è stata asportata la cistifellea, persone con problematiche d

Stanno maturando le prime pere

Immagine
Che ne dite di una buona Torta  Pere e cioccolato ? Sto eliminando la farina di grano dalla mia alimentazione, quindi vi proporrò una torta senza grano, ma con farina di mandorle, che con qualche piccola modifica può essere indicata per una fase3 della Fast Metabolism Diet. Ingredienti: 2 pere succose 150 gr di zucchero semolato (meglio se integrale o di cocco) oppure 3 cucchiai rasi  di stevia granulare 3 uova biologiche o meglio ancora di gallina ruspante 150 gr. di farina di mandorle 75 gr. di burro o di crema di cocco se volete evitare il burro 100 gr. di pepite di cioccolato (facoltative) 1 pizzico di sale preriscaldare il forno a 180 gradi lavare e pelare e pulire le pere e tagliarle a dadini sbattere le uova intere con lo zucchero fino a farle imbiancare, devono raddoppiare di volume unire il burro in pomata o la crema di cocco il pizzico di sale unire le pepite di cioccolato versare l'impasto in uno stampo imburrato e foderato di carta da forno di ca.

Crepes di Saraceno con crema di mandorle e salsa di lampone

Immagine
Ecco una ricettina adatta alla colazione FMD fase 3. Le crepes di saraceno sono più saporite di quelle di grano normale e ben si legano alla crema di mandorle. Per 6 crepes piccole (taglia piattino da dessert) occorrono 6 cucchiaiate di farina di saraceno, 1 uovo intero piccolo, 1 pizzico di sale e ca. 1 bicchiere di latte di riso o di mandorla non dolcificato (io riso). Per la salsa di lampone, mezza sacchetto di lamponi surgelati o 2 cestinetti di lamponi freschi, 2 cucchiaini di stevia granulare, 1 pizzico di vaniglia. Preparare la pastella per le crepes mescolando con una frusta tutti gli ingredienti, regolarsi con il latte in funzione della consistenza, deve risultare abbastanza fluida, noterete che rimane abbastanza collosa anche se fluida. In una padellina antiaderente ben calda, versare un mestolino di pastella per volta e preparare le crepes, girandole quando sono leggermente dorate dal primo lato. In un pentolino mettere i lamponi con un cucchiaio di

Pesto Alla Genovese

Immagine
Siamo in piena stagione del Basilico, ne abbiamo su tutti i balconi ed è il momento di approfittarne, probabilmente tutti conoscete la ricetta del Pesto alla Genovese , ma la differenza reale la fanno gli ingredienti che devono essere di prima qualità:  Olio Evo ligure, Basilico ligure (quello fine), Aglio fresco Parmigiano Reggiano e Pecorino D.O.P. Pinoli Sale marino grosso Le foglie di basilico andrebbero pestate a lungo in un pestello con il sale e l'aglio e i pinoli fino ad ottenere una pasta alla quale si devono aggiungere prima il parmigiano e il pecorino  e poi l'Olio EVO. Ogni famiglia ha la sua speciale ricetta e giura che si tratta di quella originale. Il pesto va usato rapidamente perché tende ad ossidarsi diventando marroncino, meno bello da vedere, ma sempre buono a mio parere, tuttavia una mia cara amica mi ha insegnato a fare il Pesto a Secco, che si conserva benissimo, senza ossidarsi, fantastico da usare fuori stagione. Ecco come faccio qu