Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2008

IL SALONE DEL GUSTO - Seconda parte

Immagine
Ecco adesso un pochino di foto fatte dall'Architetto qua e là nel salone.

IL SALONE DEL GUSTO - Prima parte

Immagine
Quest'anno ho avuto l'opportunità di visitare il Salone con ancora maggiore piacere. Grazie ad un invito ricevuto dalla Regione Valle d'Aosta ho potuto partecipare anche al : "Laboratorio della Montagna" Profumi, sapori e chiacchiere all'ombra dei 4.000 , per intenderci un simpatico incontro molto informale intorno ad una bellissima tavolata. Il menù è stato ideato dallo Chef Antonio Salvatore con la collaborazione dell'Ecole Hotelière Régionale di Chatillon e l'Associazione Sommelier della Valle d'Aosta. La conduzione delle "chiacchiere" era a Cura di Caty Paillet che molti di noi conosciamo per essere uno dei membri dei grandi Cuochi di Carta . Per me è stata una splendida occasione per incontrare sia Caty che Remy anche se vista la situazione "ufficiale" non ci si poteva certo dilungare in chiacchiere fuori tema. Tanto per farvi venire l'acquolina in bocca ecco il menù con abbinati i relativi vini: Annusata di

Sto ricominciando a Dipingere

Immagine
Come ho già detto, ogni tanto mi diletto in qualche nuovo hobby, tanto per provare, ho abbastanza manualità e sovente riesco nei miei intenti, ma poi altrettanto sovente una volta riuscita nell'intento non proseguo, nel senso che alla fine pochi di questi hobbies mi restano nel cuore. Uno di quelli che però non dimentico è proprio la pittura sulle pietre, ho sospeso per parecchio tempo, ma continuando a raccogliere tutti i sassi che incontravo e che mi dicevano qualche cosa. Ne ho ammassati in varie zone di casa e giardino. Comunque avevo voglia di ricominciare già da un po' e mi ci sono messa. Vi presento Zac il lupo, il primo dopo la lunga pausa, la mano non si è ancora ben ripresa, ma con un pochino di allenamento andrà meglio. Intanto Zac ha già un nuovo "paparino" che lo ha adottato. Tutte le mie pietre hanno un nome, unico e irripetibile, tengo un elenco aggiornato con nome, data di nascita, tipo di animale, dimensioni, e destinatario. Che ne dite? ancora u

L'aiutante del Capo - I peperoncini farciti

Immagine
Vi avevo promesso le foto di Sibelius che aiuta l'architetto nella pulizia dei peperoncini da riempire, quindi eccolo: La ricetta dei peperoncini è molto semplice, occorrono peperoncini piccanti tondi, un aiutante per pulirli accuratamente togliendoci per bene semini e pellicine interne, capperi sotto sale o sotto aceto, acciughe disliscate sottolio, aceto abbondante, olio evo per ricoprire e naturalmente barattoli nelle dimensioni preferite. Come dicevo far svuotare i peperoncini all'aiutante, poi immergerli in una terrina piena di aceto e lasciarli li per almeno una notte, estrarre i peperoncini dall'aceto e metterli a scolare su un canovaccio. A questo punto armandosi di pazienza e di tutti gli altri ingredienti, arrotolare un bel filetto di acciuga attorno ad un grosso cappero o diversi piccoli e con questo farcire ogni peperoncino avendo cura di intingere bene nell'olio il peperoncino prima di farcirlo per impregnarli bene prima e dopo la farcitura (io

Le ricette delle streghe

Ho integrato il post delle ricette delle streghe, andate a vedere più giù.

''LO STIVALE DI BARABBA'',

Raccolgo l'invito di Laura e vi rimando al suo post. Verrà presentato il 29 ottobre al Caffè Fandango, nella centralissima Piazza di Pietra a Roma, alle 17:30 Lo stivale di Barabba, un saggio collettivo di molti autori appena uscito per Arianna Editrice Contestualmente al lancio della petizione contro il costosissimo vicolo cieco del ritorno al nucleare, promossa dal movimento politico Per il bene comune, e ad un pezzo teatrale del Collettivo Kipiùnehapiùnemetta dal titolo molto esplicativo a livello locale: "Malagrotta, no!". Per maggiori informazioni andate a vedere sul blog di Laura

Il Meme delle streghe

Immagine
Allora, iniziamo con le prime pubblicazioni di ricette stregate Che ne dite di un bell'aperitivo a base di Bloody Mary accompagnato da questi Bulbi Oculari freschi freschi? Bloody Mary Ingredienti: del buon succo di pomodoro, sale (meglio se aromatizzato al sedano), salsa worchestershire, peperoncino piccante, succo di limone, Vodka, un rametto di sedano con le foglie a testa e volendo del pepe del mulino. Preparare possibilmente in anticipo conservando in fresco. Le dosi dipendono un pochino da quanto se ne desidera, comunque per un bicchiere da bibita calcolare circa un bicchiere da vino di succo di pomodoro a testa, da condire con 2 cucchiaini di succo di limone, 2 schizzi di salsa W., un pizzicone di sale al sedano, un pizzico di peperoncino, volendo un giro di mulino di pepe. Versare il tutto in una brocca e tenere in frigo. Al momento di servire, preparare un po' di ghiaccio tritato in ogni bicchiere, aggiungere il succo pronto, il valore di un bicchierino di vod

La prima Bagna Caoda dell'anno

Immagine
In Piemonte la Bagna Caoda è un'immancabile tradizione di questo periodo dell'anno. Generalmente imperversa intorno al periodo dei Santi. Generalmente io la preparo 2 o tre volte in tutto tra autunno e inverno. L'architetto ne è molto ghiotto. Siccome si tratta di un piatto molto conviviale, oltre che deliziarci con questa particolarissima salsa, ne approfittiamo generalmente per ritrovarci tra amici. La prima di quest'anno è stata organizzata dalla mia "amica di pentola" Marisa, nella sua casa di montagna a Paesana. Eravamo in sette, noi due, Felice e Luciana, Marisa, e le due nonne cioè mia mamma (Margherita) e quella di Marisa (Argentina). Abbiamo iniziato con un aperitivo leggero a base di Gewurztraminer accompagnato da patatine e dalla mia salsetta per crostini zucca e porri. Poi ci siamo buttati subito sulla Bagna Caoda, che si consuma nei caratteristici Fuyot di terra cotta, con lumino per mantenerla calda. (vedere ricetta sotto) Siccome non

Integrazione scolastica

Immagine
I telegiornali stanno tutti facendo un gran parlare di integrazione scolastica, proposte di creare classi speciali per gli stranieri, e fioccano commenti scandalizzati da ogni dove. Non voglio entrare nel merito di chi abbia torto e chi abbia ragione, e premesso che io credo fermamente nell'integrazione e nel fatto che i bimbi stranieri debbano potersi inserire al meglio nelle classi dei loro coetanei italiani, vorrei raccontarvi una storia. Avendo studiato quasi sempre all'estero, ho provato sulla mia pelle cosa vuol dire inserirsi in un contesto che non si conosce e dover cambiare la lingua nella quale si scrive. In Italia ho fatto solo i primi 3 anni di elementari, anche se frequentavo la scuola svizzera e studiavo quindi anche il tedesco (purtroppo finito nel dimenticatoio). Quando i miei genitori hanno deciso di trasferirsi all'estero, il primo impatto con un paese straniero è stato con il Marocco e la lingua francese. I miei genitori pensando di accelerare il mi

Halloween e Sam

Ho trovato su questo sito una bella spiegazione che vi copio e incollo brutalmente, in compenso se non lo conoscete già andateci a fare un giretto ci sono cose carine ed interessanti, ci troverete anche la ricetta di un Elisir che mi sembra molto appetitoso! Halloween E' certo che questa esportazione abbia fatto perdere il carattere e l'essenza vera e propria di questa festa, ma sta di fatto che in America ed in Europa la notte di Halloween viene rivisitata come la "notte delle streghe e dei fantasmi". Una sorta di party celebrativo per le creature e gli esseri soprannaturali e diabolici. Attenzione, dunque, agli incontri notturni con mostri e folletti. Il loro leader indiscusso è sicuramente Jack O'Lantern, uno spiritello burlone che da due millenni, di notte, appare sulla Terra illuminandosi la strada con una candela ricevuta in dono dal diavolo. Affinché la candela non si spenga, Jack la nasconde dentro una zucca vuota. Quella stessa zucca che, con il p

Una mia versione del pesto rosso

Immagine
Allora, Fiordisale ha lanciato questo concorso, e visto che come credo quasi tutto in casa le variazioni sul tema sono parecchie, volevo illustrarvi una delle versioni di pesto rosso che produco. Occorrente: una bella manciata di pomodori secchi, un piccolo spicchio d'aglio, un pugnetto di semi di girasole (sgusciati) Olio Evo quanto basta, e un paio di cucchiaiate di acqua tiepida. Lo preparo usando un piccolo tritatutto con contenitore a ovetto, che è una bomba per frullare e preparare questo genere di salsine. Taglio i pomodori secchi con le forbici in 5 o 6 pezzi, unisco lo spicchio d'aglio, i semini, l'olio (circa 2 cucchiaiate) e do una frullatina, poi aggiungo un paio di cucchiaiate di acqua tiepida e frullo nuovamente, deve diventare una crema di un bel rosa salmone carico, meglio non salare in quanto i pomodori secchi lo sono già abbastanza. Eventualmente aggiungere altra acqua tiepida. Ricordate di non salare eccessivamente l'acqua della pasta. E' possibi