mercoledì 25 aprile 2007

Pesto di rucola

Questa sera cena veloce, quindi ho fatto la pasta e per variare ho preparato il pesto di rucola.

La preparazione è simile a quella del pesto tradizionale e che mi piace tantissimo. Ma in questo periodo, oltre al basilico, in giardino c'è anche tanta rucola freschissima e selvatica, quindi va usata ora. Generalmente quando faccio il pesto di rucola uso le mandorle al posto dei pinoli, il risultato è molto delicato e ne risulta una salsa adatta sia a condire la pasta che da mettere sui tomini freschi.

Per le proporzioni di solito mi regolo ad occhio, comunque occorre un bel mazzetto di rucola, meglio se selvatica, 50 gr. circa di mandorle (non occorre che siano spellate), uno spicchio di aglio (se ve lo potete permettere, io no sigh!) sale marino grosso, un bicchiere di olio.

Io lo preparo in un mini frullatore, mettendo tutti gli ingredienti insieme in una volta e attivo l'apparecchio per pochi secondi con la funzione "pulse". In 30 secondi il pesto è pronto all'uso.

Si adatta alla pasta, ai tomini freschi, ma anche come salsa per accompagnare un bollito o del petto di pollo ai ferri.

3 commenti:

paola ha detto...

Non conoscevo questo pesto. La tua ricetta mi interessa molto. La provero rapidamente.

cannella ha detto...

Mi piace da morire la selezione che hai fatto ultimamente di ricette fresche e veloci per aiutare ad affrontare il caldo!

marinella ha detto...

Grazie Cannella per i tuoi commenti, ti considero un'autorità in merito quindi sono molto orgogliosa! e sei anche troppo simpatica, mi piacerebbe conoscerti! Forse un giorno... sono convinta che la vita ci porti a fere le cose per un motivo specifico. Un caro abbraccio.