lunedì 26 marzo 2018

CONFETTURA DI CAROTE DELIZIOSA

Ho voglia di sole e di bel tempo e visto che la primavera si fa aspettare, ho deciso di sperimentare con una confettura di carote.
Questa confettura arriva da un'idea vista in rete, l'ho realizzata col Bimby, ma si può fare benissimo anche con un tegame frullando il tutto alla fine.
Si sposa molto bene con i formaggi, ma ha un sapore talmente gradevole che si presterebbe benissimo anche per una crostata e poi ha un colore che più invitante non si può.



Ingredienti per 5 barattolini

1 kg di carote (meglio se bio)
200 gr di zucchero bianco o di canna chiaro
il succo di 3 limoni
una abbodante grattugiata di zenzero fresco (almeno un pai di cm di radice)
250 ml di acqua

Procedimento:

Pulire e tagliare le carote a tocchetti
Mettere nel boccale del bimby le carote, lo zucchero, l'acqua e il succo dei limoni
Impostare 25 minuti, 100 gradi, vel. 3-4 e mettere il cestello sul coperchio per evitare gli schizzi
Quando suona, dare una bella frullata aumentando la velocità fino a 10
Grattugiare lo zenzero e aggiungerlo al composto,
Dare altri 10 minuti a vel. 4, a 90 gradi.
Controllare la consistenza della marmellata che deve essere della giusta densità, se occorre dare qualche altro minuto, tenendo conto che raffreddando la consistenza aumenterà ancora.

Invasare a caldo e girare i barattoli sotto sopra fino a completo raffreddamento.

Dal collaudo fatto direi che vale assolutamente la pena di farla, è piacevolissima con i formaggi, ma nulla vieterebbe anche di usarla per la colazione.



Nota: ho usato zucchero chiaro e non zucchero di cocco per non scurire il prodotto finale, sicuramente verrebbe bene anche con quello, ma sicuramente andrebbe a scapito dello stupendo colore.


domenica 25 marzo 2018

DIP ALLE NOCCIOLE PER CRUDITES

Questa ricetta è una rivisitazione della ricetta del mio amico Sylvain del blog : Un peu gay dans les coings...



L’ho trovata subito molto interessante visto quanto io ami la crema di nocciole, e devo dire che questa versione la trovo veramente perfetta per accompagnare delle verdure crude e sono sicura che andrà a ruba, perfetta per l'aperitivo.

Igredienti per una ciotola media, ca. 6 persone

150 gr di nocciole sgusciate e spellate
1 spicchietto di aglio senza il germe
2cucchiai di crema di sesamo (tahina)
il succo di mezzo limone
1 cucchiaino di sale o a piacere
1 cucchiaino di buona senape di Digione
q.b. di latticello o di yogurt mescolato ad un po’ di acqua


Procedimento:

Mettere le nocciole in una padella e farle tostare per qualche minuto, l’obiettivo è di scaldarle bene senza farle bruciare.
Travasarle nel boccale del robot da cucina, io uso il bimby/Thermomix
Frullare le nocciole fino a ridurle in farina, occorrerà ripetere l’operazione più volte riportando ogni tanto le nocciole sul fondo del boccale con una spatola. 
Aumentare gradatamente la velocità, mantenendo la temperatura a 37 gradi, fino a creare una crema, le nocciole tiepide inizieranno a far uscire il loro olio. A questo punto aggiungere lo spicchio di aglio, la crema di sesamo, il sale e la senape e continuare a frullare, quindi unire il succo di limone.

Si otterrà una crema più o meno densa, in funzione della qualità delle nocciole.
Io ho ottenuto una crema piuttosto densa, ho quindi diluito il composto con un po’ di latticello ricavato da una preparazione precedente (lo yogurt), ma se non ne avete può andare benissimo un po’ di yogurt misto ad acqua. Il quantitativo dipenderà dalla consistenza che preferirete ottenere.

Assaggiare, regolare eventualmente di sale, volendo si può aggiungere un pizzico di peperoncino o di paprica dolce, io non l’ho messo perché la mia senape era molto fresca e ancora abbastanza piccantina.

Servire questa salsa con carote crude e sedano tagliati a bastoncino per accompagnare un aperitivo, volendo anche con delle cimette tenere di cavolfiore.

domenica 18 marzo 2018

TOSTONES RELLENOS DE CEVICHE DE ATUN

Mi sono divertita a scrivere il titolo in spagnolo, perché si tratta di una ricetta diffusa in molti paesi ispanici dell'America centrale.



I tostones sono fatti con il platano verde o appena leggermente maturo, semplicemente friggendoli in due tempi, ma visto che tengono bene la forma, esiste un apposito attrezzo che si usa per trasformarli in scodellini che poi vengono riempiti di ogni sorta di cose.

Il ceviche è una tartare di tonno, salmone, gamberi, presi singolarmente o mescolati, condito e speziato.

Ingredienti per ca. 8 tostones:

2 platanos di medie dimensioni
Olio per friggere in profondità

Procedimento:

Mettere l'olio a scaldare in un tegamino, servono almeno 4 - 5 cm di olio in altezza.

Sbucciare i platanos, la buccia e dura e non è facile toglierla come con le banane, occorre prima tagliar via il capo e la coda e poi incidere la buccia lungo una delle coste, poi si scalza delicatamente con l'aiuto di un coltellino affilato.  
Siccome dovremo poi tagliare ogni platano in ca. 4 pezzi grandi ca. 4-5 cm, potrebbe essere più facile togliere la buccia tagliando il platano prima di sbucciarlo.

Una volta ottenuti i nostri cilindretti di platano, si mettono a friggere in olio caldo, devono dorare, serviranno 5-6 minuti girandoli almeno una volta.
Preparare nel frattempo un piatto con uno strato di carta da cucina e mettere i cilindretti a scolare verticalmente. Lasciarli intiepidire.

A questo punto servirebbe un apposito attrezzo di legno che serve per formare gli scodellini, ma naturalmente non è di facile reperimento, la tostonera


Ho però scoperto mentre cercavo le varie ricette su pinterest che si può sostituire con uno spremi limone manuale doppio tipo questo, che tra l'altro io adoro, è molto più pratico del classico spremi limoni, basta tagliare il limone a metà e spremerlo istantaneamente trattenendo tutti i semi, le mani rimangono pulite e il limone ben pressato in un istante.




Se non si possiede il miracoloso aggeggio, si può in alternativa provare ad usare uno stampo da muffin e pressare con un qualche attrezzo in legno come il manico del mattarello.

Mettere un cilindretto per volta orizzontalmente nello spremi limone, e premere energicamente, si formerà uno scodellino rotondo, che basterà sollevare con un coltellino e mettere da parte.
Una volta fatti tutti gli scodellini, occorre procedere ad una seconda frittura, quindi scaldare nuovamente l'olio e immergerli in olio bollente per circa 4 minuti, devono diventare croccanti in superficie.
Toglierli dall'olio e rimetterli a scolare sulla carta da cucina.



I tostones sono pronti. 

Nota: Si chiamano tostone anche quando non sono a forma di scodellino, perché vanno sempre fritti in due tempi. Se si desiderano solo delle chips piatte, si tagliano delle rondelle di un paio di cm, che si friggono una prima volta, poi si fanno scolare e si schiacciano per esempio con un bicchiere per farne delle chips che poi si rifriggono, esiste anche un apposito attrezzo per appiattirle ma è meno complicato da sostituire

Ceviche:

Questa è una delle tante versioni di ceviche, che come dicevo si può fare con quello che si desidera, salmone, pesce  bianco tipo nasello, tonno, gamberi ecc... e anche il condimento varia a piacere, sovente si possono aggiungere anche dei dadini di peperone, di pomodoro o dell'avocado.

Ingredienti per una mezza tazza da latte di ceviche di tonno:

1 fetta di tonno di qualità sushi abbattuta, grande come il palmo di una mano
4 cm di cipollotto tritato finemente
1 peperoncino thai, semi eliminati, tritato finemente o di più se piace molto piccante
il succo di mezzo limone
qualche foglia di prezzemolo
1 cucchiaio di olio evo
sale qb
1 cucchiaino di salsa di soia
1 bella grattata di zenzero fresco

Procedimento:

Creare una tartare di tonno, è più facile da fare se si procede quando il tonno è ancora parzialmente gelato, affettandolo e poi tagliandolo a dadini.
Metterlo in una ciotola, aggiungere il cipollotto tritato, il peperoncino, il sale, l’olio e il prezzemolo tritato, la salsa di soia e lo zenzero. Non mettere il succo di limone ancora

Mescolare bene e lasciar marinare per una mezz'oretta.



Al momento di servire, aggiungere il succo di limone, questo perché il limone tende a cuocere il pesce che perderà un po' il suo bel colore rosato.  

Mettere un paio di cucchiaiate in ogni coppetta e servire con l'aperitivo.




 



sabato 17 marzo 2018

TORTA DI MELE ALLA CANNELLA

Ho visto questa torta in un filmato in rete e l'idea di provare a riprodurla mi stuzzicava da un po'.



E' piuttosto facile da fare, occorre solo un po' di pazienza per fare i rotolini.

Questa torta richiede una dose consistente di cannella, sarebbe quindi preferibile scegliere una cannella di Ceylon piuttosto che una cannella Cassia (cinese) perché la prima è più dolce e meno tossica della seconda.
Come per la Vaniglia Bourbon, anche la cannella Ceylon è più cara di quella comune, ma non raggiunge certo i prezzi della vaniglia, io uso questa: click

Ma veniamo alla ricetta:

Ingredienti per una tortiera da 30 cm (6-8 persone)

3 rotoli di sfoglia pronta rettangolari
cannella Ceylon q.b. (ca. 7-8 cucchiaini)
8 cucchiai di zucchero di canna biondo
3 mele (io ho usate delle golden)
1 uovo sbattuto per spennellare
1 pizzico di sale

Procedimento:

Srotolare un rotolo di sfoglia per volta e stenderlo sul piano di lavoro, spolverarlo con almeno un paio di cucchiaini di cannella che andrà distribuita con le mani nel modo più omogeneo possibile.
Spolverare un paio di cucchiai di zucchero di canna sulla cannella.


Iniziando dal lato lungo, arrotolare la sfoglia su se stessa per ottenere un lungo salsicciotto.
Ripetere il procedimento con gli altri due rotoli.
Foderare una teglia da 30 cm con un foglio di carta forno.


Tagliare a fettine di circa mezzo centimetro il primo rotolo di sfoglia e depositare le fettine nella teglia iniziando dal centro.
Schiacciare man mano i rotolini in modo da unirli e creare uno strato unico, arrivati al bordo, mettere almeno uno strato tutto intorno.



Preparare sul piano di lavoro un foglio di carta forno un po' più grande della teglia.
Posare altri rotolini di sfoglia sulla carta forno, sempre partendo dal centro, in modo da creare un secondo strato, ma questa volta prima di appiattire i rotolini, posarci sopra un secondo strato di carta forno e appiattire il tutto con un mattarello.


Mettere il frigo sia la teglia che lo strato tra i due fogli di carta forno, il tempo di preparare le mele

Sbucciare le mele, pulirle e tagliarle a dadini piccoli in una terrina
Aggiungere un paio di cucchiaiate di zucchero di canna e un pizzico di sale, mescolare bene e mettere da parte.
Riprendere la teglia e la sfoglia, versare le mele nella parte centrale della teglia, distribuirle fino quasi al bordo.


Sbattere l'uovo e spennellare il bordo di pasta intorno alle mele.
Sollevare lo strato superficiale di carta forno dalla sfoglia preparata e ribaltare la sfoglia sulle mele.
Sigillare il tutto con le mani, eliminando eventuali eccessi, quindi pennellare tutta la superficie con l'uovo sbattuto e incidere il centro a croce con un coltello.



Infornare a 180 gradi per ca. 40 - 45 minuti, fino a doratura della superficie. Verificare che anche la base sia ben cotta, se occorre dare qualche minuto supplementare.

Sfornare e lasciar intiepidire la torta quanto basta per poterla maneggiare.


Spostarla su un piatto da portata con l'aiuto della carta forno, quindi eliminare l'eccesso di carta con una forbice, meglio evitare di togliere la carta forno da sotto mentre la torta è tiepida, si indurirà di più con il raffreddamento.


 
Si può consumare sia tiepida che fredda, da tiepida sarà più morbida, una volta fredda sarà più consistente.
C'è chi la serve tiepida con una pallina di gelato alla vaniglia ma io sono andata più sul semplice.

mercoledì 14 marzo 2018

COOKIES 4.0 - QUESTA VOLTA SENZA GLUTINE

Continua il mio studio intorno al cookie perfetto, fino ad ora erano tutti buoni, nessuno escluso, se volete vedere le ricette precedenti le trovate qui:



Questa volta però volevo ridurre lo zucchero, ridurre il burro e soprattutto, farli senza glutine

Missione compiuta!

Quest cookies 4.0 funzionano alla perfezione

Ingredienti per circa 30 biscotti

150 gr di zucchero di cocco io uso questo
(ha un indice glicemico inferiore allo zucchero normale ed è integrale quindi da il classico aroma caramellato) io uso questo
125 gr di burro fuso bio o di ghee bio
120 gr di farina di riso io uso questa
4 cucchiai di fecola di patate  io uso questa
1 cucchiaio di farina di tapioca io uso questa
1 cucchiaino di bicarbonato
2 uova intere di galline razzolanti del mio fornitore di fiducia
200 gr di gocce di cioccolato senza glutine (io un mix di bianche e nere)
½ cucchiaino di sale
1 cucchiaino di vaniglia naturale (io uso un estratto fatto in casa, ricetta qui, ma va benissimo una vaniglia naturale in polvere tipo questa)

Procedimento:

Mettere il burro in un tegamino, fonderlo fino circa a metà poi togliere dal fuoco e attendere mescolando ogni tanto, che fonda tutto. In questo modo si raffredderà fondendo.
In una terrina mettere le farine con lo zucchero e il bicarbonato e mescolare bene, aggiungere anche il sale e la vaniglia se usate quella in polvere.
A parte, sbattere le uova, unire il burro fuso  e l'estratto di vaniglia se usate quello liquido.

Versare i liquidi nelle farine e mescolare bene, aggiungere le gocce di cioccolato, mescolare bene con una spatola controllando che tutte le farine siano ben incorporate e il composto omogeneo.
Mettere la terrina in frigorifero per almeno un ora ma va benissimo lasciarlo tutta la notte e fare i biscotti il giorno successivo.

Una volta pronti per cuocere i biscotti, scaldare il forno a 200 gradi, foderare una o più teglie con carta forno o con un tappetino di silicone tipo questo.
Formare con l'impasto freddo delle palline grandi come una noce che andranno messe nella teglia distanziate, i biscotti si allargano parecchio in cottura.

Infornare per 10 minuti.
Una volta trascorso il tempo, sfornarli e lasciar intiepidire per qualche minuto i biscotti prima di spostarli su una gratella con l'aiuto di una spatola, fino a completo raffreddamento.
I cookies diventeranno più duri man mano che raffreddano.










Nota:
Io uso il fornetto piccolo, nelle mie teglie metto 6 biscotti per volta e uso 2 teglie che alterno.
Quando tiro fuori la prima infornata inserisco la seconda, lascio intiepidire i biscotti, li trasferisco sulla gratella, preparo le 6 palline successive e le metto nella teglia subito prima di infornarle.
I biscotti tenderanno ad allargarsi di meno se l'impasto è ben freddo, se tirate fuori la terrina e la tenete fuori frigo il tempo della preparazione dei biscotti, noterete che i primi saranno meno larghi delle infornate successive.  Starà quindi a voi decidere come preferite i biscotti.
A mio marito piacciono più larghi e sottili quindi non rimetto il composto in frigo tra le infornate.
Il fornetto piccolo ha il vantaggio di scaldarsi molto velocemente, di consumare di meno e di non litigare con la lavastoviglie mentre funziona. Il mio è simile a questo  che non è proprio dei più piccini, ma è un eccellente compromesso, e va bene anche per 4 persone, si possono anche cuocere 2 pizze surgelate in contemporanea  e riesco anche a cuocere il pane, non è sufficiente solo per il pollo arrosto intero perché si rischia di toccare la serpentina superiore, ma ci stanno benissimo la maggioranza delle teglie comprese quelle tonde da 30 cm. Non consiglio una misura inferiore a meno che non sia per una sola persona.
 



martedì 13 marzo 2018

POLLO ALLE MANDORLE

Questa è una ricetta rapida da fare, servono pochi ingredienti, io in genere li ho sempre in casa.



Ingredienti indicativi

500 gr di bocconcini di pollo
1 cucchiaino di GG Paste (ricetta qui)
Olio EVO leggero q.b.
2 manciate di mandorle
1-2 cipollotti freschi

Per la salsa:

1 cucchiaio di amido di mais
mezza tazza di acqua fredda
2 cucchiai di salsa di soia senza glutine
2 cucchiai di saké o di vermut secco
1 cucchiaio si salsa di pesce (serve per esaltare il sapore, si potrebbe sostituire con della colatura di alici)
1 cucchiaino di zucchero di canna

Procedimento:

In una padella versare le mandorle e farle tostare per un paio di minuti, quindi toglierle e metterle da parte.

Versare un giro di olio nella padella, aggiungere la GG paste, rosolare leggermente quindi unire il pollo e cuocerlo su tutti i lati. Aggiungere le mandorle, il pollo cuoce rapidamente, non vogliamo ottenere del pollo troppo secco.
Mentre il pollo cuoce, preparare la salsa, versando in una tazza tutti gli ingredienti, mescolare bene, aggiungere la salsa al pollo, si formerà una crema.
Assaggiare per valutare la cottura del pollo e il sale, se occorre regolare di sale, se il pollo necessita di maggiore cottura (dipenderà dalle dimensioni dei bocconcini) è possibile aggiungere altra acqua perché non si secchi troppo il tutto, deve rimanere una salsina cremosa una volta cotto.
Tritare il cipollotto e aggiungerlo al tutto prima di servire.






G G PASTE - O CREMA G G

Ho recentemente scoperto la crema GG che in inglese chiamano GG Paste. Non si tratta di una ricetta vera e propria ma di una preparazione che servirà come ingrediente per molte ricette etniche, orientali e indiane principalmente.


Le due G si riferiscono alle iniziali inglesi di Ginger - Zenzero e Garlic - Aglio.

A questi due ingredienti principali è possibile (facoltativo) aggiungere anche della curcuma.

Ma veniamo alla ricetta:

Ingredienti per un vasetto da circa 200 ml

1 bella radice di zenzero, meglio bio, sbucciata
4 spicchi di aglio (la ricetta originale prevede pari quantità di aglio, ma meglio non eccedere)
1 pezzetto di curcuma fresca (ca, 2 cm.) facoltativo, io l'ho messo
1 cucchiaino colmo di sale marino integrale
Olio EVO leggero q.b.

Aggiornamento per chi desidera la precisione:
Ho pesato l'ultima preparazione: 
una radice di zenzero pulita 150 gr, 
1 testa di aglio pulito 50 gr
2 cucchiaini di sale, Olio evo ca. 150 ml. 


Procedimento:

Sbucciare la radice di zenzero, che deve essere il più fresca possibile, questo la rende meno legnosa.
Sbucciare anche il pezzo di curcuma
Tagliare i tuberi a tocchetti
Sbucciare l'aglio, come dicevo meglio non metterne troppo, 4 o 5 spicchi danno già un sapore molto intenso, ma regolatevi a piacere. 
Io adoro l'aglio ma non posso usarne molto se non voglio avere attacchi di asma quindi ci vado piano, inoltre anche la socializzazione non va trascurata.
Mettere in un robot da cucina lo zenzero e la curcuma e iniziare a tritare, aggiungere l'aglio e il sale e tritare nuovamente fino ad ottenere una crema densa. Sarà necessario aprire il robot più volte per passare una spatola sulle pareti e spingere il tutto verso le lame. Aggiungere l'olio, un cucchiaio per volta, fino ad ottenere una crema densa e legata.
Sia il sale che l'olio servono principalmente per la conservazione, il sale deve essere abbondante, e va tenuto in considerazione durante l'utilizzo, non serve usare troppo olio, solo quanto basta per ottenere una bella crema densa, indicativamente al massimo un paio di cucchiaiate.

Travasare la crema ottenuta in un barattolo di vetro, livellare bene e conservare in frigorifero.
Così com'è si conserverà per almeno un mese, il sale è un eccellente conservante, l'olio aiuta ad evitare la comparsa di muffe, basterà lasciare la crema coperta con un velo di olio.


Utilizzo:

- Si può usare in tutte le ricette che prevedano zenzero e aglio tritati, basterà aprire il barattolo e prelevare quello che serve ricordando che, essendo salato, occorrerà ridurre il sale nella ricetta.
- 1 cucchiaino soffritto in olio inizierà benissimo le ricette etniche
- 1 o 2 cucchiaini sono perfetti anche come base per delle salsine per condire una grigliata di carne, di pesce o anche di verdure, basterà allungare la crema  con altro olio EVO e un po' di succo di limone per avere un delizioso condimento.

Note:

Ne ho anche preparata una versione con dentro un paio di rametti di prezzemolo, diventa verde chiaro, e si adatta benissimo alle ricette nostrane
Ho il programma di farne una versione con del rosmarino fresco, credo che sarà buonissimo.

mercoledì 7 marzo 2018

ZUCCA SPAGHETTI COTTA IN INSTANT POT

Ho finalmente trovato la zucca spaghetti, era tanto che la stavo cercando.



La caratteristica di questo tipo di zucca è che ha una polpa che, una volta cotta, si può sgranare con una forchetta in filamenti, che possono essere conditi a piacere.

Certo il sapore non ha niente a che vedere con la nostra amata pasta, ma adesso che vanno di moda gli spaghetti di verdura questi sono perfetti.
Il sapore è simile a quello della zucca o dello zucchino, non dolce come alcuni tipi di zucca e  poco acquosa.

In genere necessita di una precottura in forno dai 45 ai 60 minuti, ma si può cuocere benissimo nella instant pot, con tempi decisamente minori.

Il condimento è a piacere, io questa volta ho deciso di usare un sugo bianco con della salsiccia.  

Veniamo alla cottura:

Ingredienti:

1 zucca spaghetti di medie dimensioni (una volta condita è sufficiente per 4 persone)

Procedimento :

Tagliare la zucca in 2 nel senso della lunghezza, la buccia è sottile ma piuttosto dura. Estrarre i semi con un cucchiaio.
Preparare la Instant pot con dentro il cestello e una tazza e mezza di acqua
Posizionare le due mezze zucche all’interno della pentola, io ho la 8 litri quindi permette di usare una zucca relativamente grande.
Impostare la pentola in manual, 5 minuti, chiudere la valvola e avviare la cottura.
Quando suona, rilasciare il vapore rapidamente e aprire. Estrarre il cestello con le due mezze zucche e lasciarle intiepidire il tempo necessario a riuscire a maneggiarle.

Con 5 minuti di cottura la polpa rimane al dente, se volete una consistenza più morbida occorre dare un minuto in più di cottura.
Per fare prima io ho aspettato una decina di minuti, poi mi sono aiutata con un cannovaccio per tenere ferma la zucca e con una forchetta ho raschiato  la polpa che si disfa in spaghetti.



Travasare gli spaghetti in una terrina e condirli a piacimento.

Questa zucca ha un sapore molto neutro, si presta benissimo ad essere condita con un ragu' e può  essere ripassata in forno, come le lasagne.

Come dicevo io volevo usare la salsiccia, quindi mentre cuoceva la zucca ho tagliato a tocchetti mezzo chilo ca. di salsiccia magra che ho fatto saltare in padella, ho aggiunto del vino bianco e portato a cottura, alla fine ho aggiunto un giro di panna e regolato di sale. (occorre condire con un po' più di abbondanza in quanto la zucca è totalmente insipida)

Ho travasato gli spaghetti nella padella e li ho mescolati al sugo, quindi ho riempito le due metà della zucca con il composto e ho aggiunto delle fettine di formaggio da raclette sulla superficie.


Ho rimesso il tutto in forno per una decina di minuti, il tempo di fondere il formaggio.




La prossima volta voglio provare una versione totalmente senza latticini, ho già qualche idea in mente

lunedì 5 marzo 2018

CAMEMBERT IN CROSTA CON SALSICCIOTTI

Ok questa non è certo una mia invenzione, il filmato gira in rete da un po' e confesso che anche se mi incuriosiva, in fondo in fondo lo trovavo un po' una porcheria. Sottolineo il "trovavo".

Ieri era il mio compleanno e festeggiavamo in anticipo anche il pargolo che compie gli anni la prossima settimana, quindi ho deciso che l'occasione era giusta per proporre questa cosa con l'aperitivo.  In fondo eravamo in tanti e si tratta di una ricetta molto conviviale.

Risultato: è andato a ruba! A tal punto che ci siamo letteralmente scordati di berlo l'aperitivo, in pratica abbiamo solo mangiato.



Ho fatto un tutorial fotografico così sarà facilissimo da riprodurre.

Ingredienti per 6-8 persone

2 rotoli di pasta sfoglia rotondi
1 camemember di taglia normale (non quelli piccini)
32 salsicciotti mini (3 confezioni, ma ne resteranno)
1 confezione di fiammiferi di speck (ne userete una minima parte)
1 cipollotto (solo la parte verde tritata, ca. 2 cucchiai)
Uovo sbattuto per spennellare 
Semi di sesamo per spolverare (facoltativi, io li ho dimenticati)

Procedimento:

Srotolare il primo disco di sfoglia e stenderlo sul piano di lavoro con la carta forno alla base
Posarci al centro il camembert, dopo averlo scoperchiato delicatamente, conservare il coperchio.
Tagliare a tocchetti un paio di cucchiai di fiammiferini di speck e metterli sul camembert

Tritare finemente un paio di cucchiai di cipollotto verde e aggiungerli sullo speck

Riposizionare il coperchio sul camembert (il mio coperchio si era un po' rotto)

Posizionare dei pezzi di carta forno sui 4 lati del formaggio (serve per impedire che il secondo strato di sfoglia si incolli)

Srotolare il secondo disco di sfoglia e posizionarlo sul camembert, eliminare lo strato di carta forno superficiale e ricoprire completamente il formaggio che deve rimanere sigillato.

Allargare bene la sfoglia residua dello strato superficiale e inciderla prima in 4 e poi ogni quarto in 4
creando come dei petali

Arrotolare un salsicciotto in ogni petalo creando un primo giro di 16 salsicciotti, cercando di tenerli ben stretti gli uni con gli altri

Eliminare i pezzi di carta forno che tenevano separati gli strati di sfoglia
 
Incidere in 16 anche lo strato di sfoglia alla base e ripetere l'operazione salsicciotti


Spennellare di uovo sbattuto 
Trasferire in una teglia da forno aiutandosi con la carta forno che si trova sotto lo sformato
Cuocere per ca. 25 minuti o fino a che sia ben dorato e la sfoglia cotta


Sformare e portare in tavola ben caldo, scoperchiando con un coltello lo strato di sfoglia che ricopre il formaggio.

I commensali preleveranno i salsicciotti da intingere nel formaggio fuso e ben presto non rimarrà più niente.




giovedì 1 marzo 2018

Cookies 3.0

La mia ricerca del cookie perfetto continua, anche questi non sono per niente male, sto arrivando alla conclusione che in fondo il cookie perfetto è solo una questione di preferenze. 
A mio gusto, questi sono buoni, ma quelli 1.0 o 2.0 mi piacciono ancora di più, comunque è una lotta dura.  Questi contrariamente ai precedenti si allargano un po' meno e rimangono più spessi.



Ingredienti per 30 biscotti:

250 gr di zucchero di canna
150 gr di burro bio
300 gr di semola di grano duro rimacinata
1 cucchiaino di bicarbonato 
1,5 cucchiaini rasi di sale marino integrale
2 uova grandi
2 cucchiaini di estratto di vaniglia naturale
100 gr di gocce di cioccolato bianco
100 gr di gocce di cioccolato amaro

Procedimento: 

Fondere il burro
Mescolarlo con lo zucchero 
Aggiungere le uova e mescolare molto bene
Unire la vaniglia
In una ciotola mescolare la farina con il sale e il bicarbonato
Unire la farina al composto di burro e uova, amalgamandola bene con una spatola.
Aggiungere le gocce di cioccolato e mescolare molto bene
Mettere il composto in frigorifero per almeno 1 ora, io l'ho preparato la sera prima e cotto il giorno dopo

Scaldare il forno a 190 gradi
Formare delle palline grandi come una grossa noce, disporle su una teglia ricoperta di carta forno tenendole spaziate.
Infornarle per 10 - 12 minuti, fino a che non siano dorati.
Lasciarli intiepidire nella teglia prima di spostarli su una gratella con l'aiuto di una spatola, per farli raffreddare completamente. I biscotti si induriranno con il completo raffreddamento.


Note:
Sicuramente si può sostituire la farina di semola con della farina normale, io avevo quella e l'ho usata
Questo impasto dovrebbe andare benissimo anche per fare dei bicchierini di biscotto come ho visto in rete, basta mettere il composto sul retro degli stampi da muffins per realizzare degli scodellini da usare per esempio con del gelato o con quello che vi suggerirà la fantasia

Vi metto una foto presa in rete per farvi capire quello che intendo