Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2011

TERRINA DI CONIGLIO AI PISTACCHI DI BRONTE

Immagine
Ingredienti per almeno 12 porzioni

1 coniglio disossato con fegato e rognoni (circa 800 gr. di polpa) 50 gr di mollica di pane (circa un paio di fette di pane a cassetta) Ho usato pane di Kamut
5 cl di rum scuro
100 gr. di panna da cucina
2 uova
1 cucchiaino di noce moscata grattugiata fresca
75 gr di pistacchi di bronte decorticati al naturale
1 cucchiaino di bacche rosa
1 cucchiaio di olio evo
2 cucchiaini di sale fino marino
1 cucchiaino di rosmarino tritato
Volendo un po' di pepe (io non lo metto)
ci metterei anche uno spicchietto di aglio tritato (nota a posteriori) Procedimento: Disossate il coniglio o fatevelo disossare dal macellaio, prelevate i due lombini e manteneteli interi, il resto dovrà essete tritato quindi non preoccupatevi se disossando fate delle briciole. Conservate il fegato e i rognoni e tagliate a tocchetti tutta la carne eccetto i lombini.
Accendete il forno a 120° (termostato 4) Sbriciolate il pane nel robot Unite il rum, la panna e le uova, mixate rapidamente. Ag…

Nuovo Blog Cumianese

Ciao a tutti, volevo comunicarvi che è nato un nuovo blog dedicato alla Cumiana Storica, si chiama :

"Associazione Storica i Teutcari"

Al momento abbiamo inserito una parte della storia del paese, e alcune foto tratte dalla rievocazione storica dello scorso anno, ma ci troverete anche il poster relativo alla prossima rievocazione con tutte le informazioni nel caso vogliate partecipare sia come figurante che come visitatore. Andate quindi a fare un giro qui, o fate click sulla foto storica che trovate nella colonna a destra. Buona lettura e mi raccomando partecipate numerosi, vi aspettiamo.

BUONA PASQUA

Immagine
In questi giorni sono parecchio impegnata con i preparativi della pasqua, ho già preparato:

Biscotti Pasquali
2 Colombe e mezza (nel senso che ho usato parte dell'impasto per un plumcake)
1 Pastiera di proporzioni giganti (mai fatta prima)
2 terrine di coniglio ai pistacchi di Bronte
e Lumache alla Bourghignonne per l'Archi. che le gradisce molto e che non preparo da secoli.

Ho ancora in previsione un po di antipasti a base di uova di quaglia e varie
1 rolatona farcita
e chi sa cos'altro mi verrà in mente...

Per ora vi metto la foto dei biscotti di Pasqua, sono dei semplici frollini, ma li ho ritagliati con dei simpaticissimi taglia biscotti che lasciano i segni anche sulla superficie del biscotto.

Le ricette delle altre cose nei prossimi posts.


BUONA PASQUA A TUTTI

Profumo di Zagare

Immagine
Oggi in casa mia c'è un profumo fantastico, sto distillando i fiori d'arancio del mio alberello.

Diversi anni fa, almeno 10, avevo acquistato un alberello di arancio per fare un'offerta all'associazione per l'anemia mediterranea, lo abbiamo sempre curato e ritirato in serra in inverno, dalle nostre parti non si può certo pensare di tenerlo all'esterno.
Il nostro arancio è cresciuto nel tempo e ha anche tentato più volte di fruttificare, ma si tratta di frutti assolutamente insipidi. In compenso, in questa stagione si riempie di fiori profumatissimi.

Fino ad un paio di anni fa, servivano solo alle api della zona, ma da quando ho messo in funzione il mio alambicco, riesco a distillare un fantastico idrolato di sommità fiorite di arancio.

In pratica raccolgo tutti i fiori e qualche punta di rametto con le foglioline tenere tenere, ho ottenuto il volume di un misurino da un litro scarso di fiori, li ho messi nel cestello del distillatore, come se dovessi cuocerli a va…

Una nuova Laureata

Immagine
Negli ultimi tempi sono stata impegnata a dipingere e a confezionare le bomboniere per la Pargola, la fiancée del Pargolo, che il 15 di Aprile si è Laureata con 110 e Lode in Mediazione Linguistica (spero di non aver sbagliato il nome esatto di questa laurea) che comunque vuol dire che ha imparato il Russo e il Tedesco a menadito (ma sa anche il francese e lo spagnolo).
Siamo tutti molto orgogliosi di Lei, e per fare una piccola sorpresa alla bimba e ai suoi, giustamente fierissimi genitori, ecco una delle prime foto della Neo Laureata in compagnia del Pargolo:



CONGRATULAZIONI ALESSIA!!!!!!




(tra l'altro chi volesse vedere cosa ho fatto troverà le foto sulle Pietre magiche)

Gli additivi alimentari

Immagine
L'ennesimo messaggio "a catena" arrivato nella mia casella di posta mi spinge a scrivere questo post.
In effetti, sta girando in questi giorni una mail che sostiene provenire da fonte "autorevole" e che cita un elenco non esaustivo di additivi alimentari da considerare come accettabili o come nocivi.

Ora in questo elenco compaiono delle evidentissime inesattezze, in particolar modo viene citato il glutammato monosodico, che in effetti è da considerarsi come prodotto a rischio, ma viene addirittura denominato E330 (cioè acido citrico), quando il glutammato porta i codici : da E621 a E625.

Ora io sono piuttosto contraria agli additivi alimentari, ma credo che sarebbe opportuno almeno conoscere a cosa corrispondono esattamente i vari E......

Quindi, visto che c'è chi lo ha già fatto per conto mio, eccovi il link ad un pdf scaricabile, da poter tenere sempre in borsa, per avere sempre sotto mano l'elenco di tutti gli additivi e della loro eventuale pericolosit…

Ci mancava anche il caramello!

Immagine
Vi metto un estratto dell'articolo apparso su La leva di Archimede, per leggere l'articolo completo andate qui

L'autorevole rivista scientifica Lancet Oncology pubblica uno studio dello Iarc: nella lista delle sostanze potenzialmente cancerogene, una sostanza contenuta in alcuni coloranti presenti in molte bevande e alimenti.

SI TROVA in molte bibite, dalle cole al chinotto, ma anche nelle caramelle, in alcuni aceti balsamici e nella salsa di soia. Insomma in moltissimi alimenti che hanno bisogno di un'iniezione di colore marrone scuro. Stiamo parlando del colorante caramello solfito-ammoniacale, in codice E150 d, che secondo uno studio appena uscito sul numero di aprile del Lancet Oncology 1, è un possibile cancerogeno. Sotto accusa è un sottoprodotto del caramello in questione, il 4-MEI (4metilimidazolo), residuo non voluto del processo di produzione dei caramelli a base di ammoniaca. La ricerca è stata condotta dallo Iarc 2, l'Agenzia internazionale per…

attualità - 1 L'importanza della tiroide e iodio non solo per le radiazioni

Siamo carenti di iodio, L’ inquinamento, fluoro, bromo e cloro sostituisco lo iodio. Chi è carente di iodio è più soggetto ad assorbire lo iodio radioattivo rilasciato dall’ incidente nucleare. Ecco come difendersi e non solo per la contaminazione

Dalla Newsletter di Naturopata online, copio e incollo l'intervista fatta dal Dr. Mercola al Dr. Brownsteig e che ho trovato molto istruttiva ed interessante. Ve la metto in versione integrale, ci sono chiarimenti molto utili a mio parere, indipendentemente dal problema nucleare attualmente in atto in Giappone.

Il nesso tra lo iodio e la tiroideDB: Sono circa 20 anni che mi interesso dell’uso dello iodio. Nei primi 10 della mia pratica olistica ho visto moltissimi pazienti con problemi alla tiroide. La mia ricerca era diretta alla cause o alla causa sul perché sono cosi tanti a soffrire di tiroide e gira che ti rigira arrivavo sempre allo iodio. Ho usato varie quantità di iodio nei miei pazienti e anche se non vedevo in questo d…