Post

Visualizzazione dei post da 2013

Le frittelle di merluzzo di Natale

Immagine
Io non friggo molto, ma a Natale queste sono un must, erano molto gradite a mio papà e le facciamo sempre in sua memoria e anche perché ci piaciono molto.

Merluzzo salato un paio di filetti spessi, 2 uova intere, latte circa un bicchiere, farina quanto basta, qualche foglia di prezzemolo, 1 spicchio di aglio facoltativo, 1 bustina di lievito per torte non vanigliato.

Per prima cosa occorre dissalare i filetti di merluzzo per almeno 24 ore, cambiando l'acqua almeno 3 volte, meglio se di più. Una volta dissalato, occorre cuocerlo, potete cuocerlo a microonde se volete in questo modo il pesce invece di assorbire acqua, la rigetta. Quindi metto i miei filetti su un piatto, e li passo al microonde per 5 minuti, getto l'acqua che faranno e rimetto in microonde per altri 5 minuti e nuovamente elimino l'acqua. Siccome ho eliminato il microonde, quest'anno li ho passati al forno per circa 15 minuti e ho ottenuto lo stesso risultato, ho eliminato l'acqua e lasciato r…

Tronchetto salato al salmone

Immagine
La ricetta originale diceva che era per 4 persone ma si presta benissimo anche per 8

2 fette rettangolari di pane da tramezzini
150 gr di mascarpone
salmone affumicato 200 gr. (tagliato sottile)
burro salato a temperatura ambiente 120 gr
yogurt greco 100 gr
panna acida 70gr
succo di limone 1 cucchiaino
tabasco verde (facoltativo) qualche goccia
aneto fresco, sale, pepe rosa Q.B.

In una ciotola mescolare il mascarpone con la panna, lo yogurt e qualche goccia di succo di limone e un pizzico di sale
mettere in frigo ad addensare.
Stendere le fette di pane su un foglio di carta forno sovrapponendole leggermente sul lato lungo, coprire con un secondo foglio di carta forno e passarci sopra il mattarello.
Montare il burro con qualche goccia di limone e un po' di aneto tagliuzzato e spalmarlo sul pane, (in alternativa si può usare dell'erba cipollina o entrambi) .
Spalmare il burro sul pane, sovrapporvi le fette di salmone e con l'aiuto del foglio di carta forno arrotolare …

Conoscete la radice di Manioca?

Immagine
Il suo nome in latino è Manihot Esculenta, ma viene chiamata in vari modi a seconda del paese in cui viene coltivata: Cassava, Manioc, yuca, balinghoy, mogo, mandioca, kamoteng kahoy, tapioca-root (prevalentemente in india).  Infatti si tratta proprio del tubero dal quale viene estratta la tapioca, un addensante simile alla fecola di patata, che a volte si trova sotto forma di palline da usare in vari modi.
Ho già usato la farina di manioca/tapioca, e la trovo molto pratica come sostituto della farina di grano in molte preparazioni, si possono fare delle ottime crepes semplicemente frullando la farina con un paio di uova e allungando con il tipo di latte che preferite, mucca, riso,  mandorla,  soia, insomma a voi la scelta, volendo anche solo acqua. Occorre fare un impasto piuttosto liquido per ottenere delle crepes belle fini. Se si preparano solo con un pizzico di sale sono ottime per fare crespelle, ma possono essere usate anche come base per una pasta al forno o per dei cannelloni…

Quest'anno non riesco ad entrare in modalità Natale

Non so se succeda anche a Voi, ma io proprio non riesco a pensare a Natale, per me è strano perchè l'ho sempre considerata la più bella festa dell'anno, ma proprio non ci riesco quest'anno.

Certo sto iniziando a pensare a cosa cucinare, ma soprattutto perché devo farlo, non perché mi fa piacere, non ho ancora fatto l'albero e ho proprio poca voglia di farlo, anche questo per me è un pessimo sintomo, visto che l'albero è sempre stata una MIA opera, ho sempre amato scegliere il tema dell'anno, decidere come addobbarlo, passare all'opera e poi ammirare il risultato, invece quest'anno proprio non ci riesco.
La scorsa settimana sono andata al mercato di Pinerolo, un bel mercato grande dove trovo sempre spunti interessanti, ma lo stesso, mi fermavo ai banchi, mi informavo sui prezzi e poi passavo oltre....
Pessimo sintomo!

Ho comunque in programma di preparare la mia famosa torta Rumena, a base di panna e noci, tradizionale nella mia famiglia, ma questo dopo …

Canditi di Pomelo

Immagine
Conoscete i Pomelos?
Pare che siano i precursori di tutti gli agrumi, sono simili a grossissimi pompelmi, ma non sono schiacciati ai poli, sono piuttosto leggermente a pera.

Si tratta di un frutto di grandi dimensioni che arriva dall'oriente e che solitamente viene acquistato al pezzo imballato in una rete e avvolto in plastica per prevenire la perdita di idratazione.

Infatti è meno succoso di un'arancio  o di un pompelmo e non è adatto ad essere speremuto, si consuma in vari modi sbuciato a vivo come il pompelmo, ha un aroma gradevole, meno amaro del pompelmo adatto ad essere usato sia come frutto che in insalata, si accompagna bene con i finocchi e con il salmone.

Ne ho acquistato uno la scorsa settimana, la signora orientale che me lo ha venduto lo ha scelto bello pesante (garanzia di qualità) dicendomi che era molto buono.

Va sbucciato come un arancio e l'albedo è molto spesso e spugnoso, una volta raggiunto il frutto si apre e si nota che la buccia di molti spicchi è …

GNOCCHI ALLA ROMANA SENZA GLUTINE

Immagine
Si è capito che devo stare un po' alla larga dal grano vero?

Però i gnocchi alla romana sono proprio deliziosi, quindi come facciamo?

Il trucco in realtà è molto semplice, invece di usare il semolino, useremo della farina di mais bianca (naturalmente biologica per essere sicuri che non sia OGM)

Il procedimento è lo stesso che per fare quelli con il semolino, si prepara una polentina densa con farina di grano turco e acqua, aggiungendoci un pizzico di sale.

Quindi bollire i,5 litri di acqua con un po' di sale e poco prima del bollore unire circa 400 grammi di polenta bianca, mescolare bene con una frusta, aggiungere un bel pezzo di burro e mescolare fino a cottura per almeno mezz'ora.

Eventualmente potete aggiungere un pochino di acqua calda per poter mantenere una polenta cremosa ma non eccessivamente densa.
A cottura ultimata, aggiungere una grossa manciata di parmigiano, una bella grattata di noce moscata e 2 tuorli di uova bio.
Mescolare nuovamente vigorosamente e poi s…

Torta di ricotta senza crosta

Immagine
Vi piace la Torta di Ricotta?
Avete problemi con il glutine o con il grano?
Che ne dite di una torta di ricotta senza crosta?

E' molto facile da fare, e può essere declinata in un sacco di modi, io vi metto la ricetta base e starà poi a voi di sbizzarrirvi:

Ingredienti:

750 gr di ricotta a scelta purchè sia ben scolata e asciutta
250 gr di zucchero, volendo anche solo 200, se usate zucchero integrale che è più scuro otterrete un dolce più scuretto
5 uova bio grandi
1 pizzico di sale
una punta di cucchiaino di vaniglia naturale
una grattata di buccia di limone non trattato

opzionali: uvetta, gocce di cioccolato, frutta candita, ma anche niente

Procedimento:

Mescolare bene la ricotta con lo zucchero, unire il sale e gli aromi, aggiungere le uova una alla volta mescolando accuratamente prima di aggiungere il successivo, e versare in uno stampo a cerniera ben imburrato e con la base foderata di carta forno.
Cuocere a 180 gradi per 45 - 50 minuti (dipende dal vostro forno) deve essere …

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO - SONO NUOVAMENTE OPERATIVA

Eccomi di nuovo! ho avuto problemi di pc e non riuscivo più ad accedere, finalmente adesso sono nuovamente on line e riesco a scrivere con 10 dita.

Natale sta arrivando a grandi passi, io mi sto preparando per il prossimo mercatino natalizio di Cumiana che si terrà domenica prossima 15 dicembre, quindi se siete in piemonte dalle nostre parti, vi asspetto numerosi.
m

KETCHUP ALLA MIA MANIERA

Immagine
Avevo in mente di fare il Ketchup da qualche giorno, lo avevo già fatto qualche anno fa, ed era venuto buono, ma non buono come quello industriale americano che acquisto solitamente.
In rete ci sono ricette varie ed assortite molto diverse le une dalle altre, ne ho lette diverse e alla fine ... ho deciso di fare di testa mia.   L'inconveniente di questa ricetta è che le dosi sono un po' approssimative, mi sono segnata man mano quello che facevo, ma visto che la dose di pomodori di partenza non è stata pesata si tratta sempre solo di proporzioni approssimative.
Sono partita da una grossa cesta di pomodori dell'orto, sono gli ultimi e sono meno succosi di quelli di inizio stagione, ma hanno appunto il vantaggio di essere più asciutti quindi producono una salsa più densa.  Li ho lavati, puliti e messi a cuocere in una pentola capace.  Per dare dei riferimenti ho usato la pentola della pasta ed era piena ai 3/4, una volta cotti e ben disfatti  ho messo dentro il frullatore ad…

FMD - aggiornamenti

Immagine
Ciao a tutti, un piccolo post solo per dire che sono impegnata da questo nuovo sistema alimentare, e che funziona, io sono arrivata alla nona settimana e ho perso 10 kg, un vero trionfo per me.

Come anticipato ho creato su FB una gruppo di supporto per che desidera tentare con noi questo nuovo esperimento di vita.  Il gruppo è chiuso, ma potete chiedere di essere invitati a partecipare ci farà piacere
si chiama : FMD IT GRUPPO DI SUPPORTO

Scrivo molte cose su quella pagina e meno sul blog proprio perchè risulta più interattivo e posso rispondere più rapidamente alle domande.

Se siete interessati mi raccomando andate a leggere tutte le indicazioni su queste pagine, meglio leggere dal primo post all'ultimo per capire bene, per farlo vi basterà fare click sull'etichetta FMD e il blog raggrupperà tutti i post relativi, quindi andate al primo e buona lettura.  Se poi volete provare, iscrivetevi al gruppo di supporto e avrete tutti i chiarimenti che desiderate, è gratis!!!!

Non siam…

THE FAST METABOLISM DIET Aggiornamenti

Immagine
Ho iniziato a parlare qualche post fa, di questa dieta che per la verità è un sistema alimentare che ha l'obiettivo di depurare l'organismo dalle tossine e di riattivare il metabolismo,  che come effetto collaterale genera un interessante perdita di peso. La cosa che è più strabiliante in questo modo di alimentarsi è che si arriva ad individuare con chiarezza quali sono gli alimenti che ci disturbano, che non tolleriamo, proprio perchè dalle 2 alle 3 settimane dopo aver iniziato, vedremo scomparire una serie di sintomi che ci accompagnavano da tempo.
Questi sintomi sono diversi per ogniuno di noi, per esempio emicranie, dermatiti, riniti varie, insonnia o risvegli notturni, stanchezza cronica e tanti altri.
Dalle esperienze riportate dai gruppi di sostegnio americani e non solo, ho visto che riescono a perdere peso anche le persone che fisiologicamente fanno più fatica a smaltire, quindi persone alle quali è stata asportata la cistifellea, persone con problematiche di tiroide…

Stanno maturando le prime pere

Immagine
Che ne dite di una buona Torta  Pere e cioccolato?

Sto eliminando la farina di grano dalla mia alimentazione, quindi vi proporrò una torta senza grano, ma con farina di mandorle, che con qualche piccola modifica può essere indicata per una fase3 della Fast Metabolism Diet.
Ingredienti:

2 pere succose
150 gr di zucchero semolato (meglio se integrale o di cocco) oppure 3 cucchiai rasi  di stevia granulare
3 uova biologiche o meglio ancora di gallina ruspante
150 gr. di farina di mandorle
75 gr. di burro o di crema di cocco se volete evitare il burro
100 gr. di pepite di cioccolato (facoltative)
1 pizzico di sale


preriscaldare il forno a 180 gradi
lavare e pelare e pulire le pere e tagliarle a dadini
sbattere le uova intere con lo zucchero fino a farle imbiancare, devono raddoppiare di volume
unire il burro in pomata o la crema di cocco
il pizzico di sale
unire le pepite di cioccolato
versare l'impasto in uno stampo imburrato e foderato di carta da forno di ca. 20 cm di diametro ag…

Crepes di Saraceno con crema di mandorle e salsa di lampone

Immagine
Ecco una ricettina adatta alla colazione FMD fase 3.
Le crepes di saraceno sono più saporite di quelle di grano normale e ben si legano alla crema di mandorle.
Per 6 crepes piccole (taglia piattino da dessert) occorrono 6 cucchiaiate di farina di saraceno, 1 uovo intero piccolo, 1 pizzico di sale e ca. 1 bicchiere di latte di riso o di mandorla non dolcificato (io riso).
Per la salsa di lampone, mezza sacchetto di lamponi surgelati o 2 cestinetti di lamponi freschi, 2 cucchiaini di stevia granulare, 1 pizzico di vaniglia.
Preparare la pastella per le crepes mescolando con una frusta tutti gli ingredienti, regolarsi con il latte in funzione della consistenza, deve risultare abbastanza fluida, noterete che rimane abbastanza collosa anche se fluida.
In una padellina antiaderente ben calda, versare un mestolino di pastella per volta e preparare le crepes, girandole quando sono leggermente dorate dal primo lato.
In un pentolino mettere i lamponi con un cucchiaio di acqua e cuocerli per es…

Pesto Alla Genovese

Immagine
Siamo in piena stagione del Basilico, ne abbiamo su tutti i balconi ed è il momento di approfittarne, probabilmente tutti conoscete la ricetta del Pesto alla Genovese, ma la differenza reale la fanno gli ingredienti che devono essere di prima qualità: 
Olio Evo ligure,
Basilico ligure (quello fine),
Aglio fresco
Parmigiano Reggiano e Pecorino D.O.P.
Pinoli
Sale marino grosso

Le foglie di basilico andrebbero pestate a lungo in un pestello con il sale e l'aglio e i pinoli fino ad ottenere una pasta alla quale si devono aggiungere prima il parmigiano e il pecorino  e poi l'Olio EVO. Ogni famiglia ha la sua speciale ricetta e giura che si tratta di quella originale.
Il pesto va usato rapidamente perché tende ad ossidarsi diventando marroncino, meno bello da vedere, ma sempre buono a mio parere, tuttavia una mia cara amica mi ha insegnato a fare il Pesto a Secco, che si conserva benissimo, senza ossidarsi, fantastico da usare fuori stagione.
Ecco come faccio questo Pesto a Secco. …

MOUSSE AL CIOCCOLATO BIANCO E MENTA

Immagine
Questa è una ricetta di Mousse al Cioccolato un po' alternativa, per farla usiamo il cioccolato bianco e la menta fresca.
Ingredienti: 150 ml di panna liquida un grosso mazzo di menta fresca o 4 - 5 gocce di olio essenziale di menta 250 gr. di cioccolato bianco 4 tuorli e 4 albumi montati a neve 1 pizico di sale 35 gr di zucchero 125 gr. di panna montata
Scaldare la panna liquida e tagliare a pezzetti le foglie di menta che andranno messe in infusione nella panna mentre si riscalda, al primo bollore spegnere e lasciare la menta in infusione fino al raffreddamento o quasi, filtrare e mettere la panna alla menta nuovamente in un pentolino a scaldare, al primo bollore unire il cioccolato bianco spezzettato, spegnere e mescolare per far sciogliere completamente, quindi unire uno ad uno i tuorli sbattendo per bene e mettere da parte in un recipiente capiente
Montare a parte gli albumi con il pizzico di sale, montare anche la panna.
Aggiungere delicatamente la panna alla crema di ciocc…

DIETA DEL METABOLISMO VELOCE - GRUPPO DI SUPPORTO

Ho appena creato la pagina relativa al gruppo di supporto come abbiamo concordato.

La potete trovare su FB con il seguente nome: FMD IT GRUPPO DI SUPPORTO

Per ora si tratta di un gruppo chiuso, quindi se volete partecipare dovete fare la richiesta su FB

In questo modo potremo spartire ricette, suggerimenti, fare domande e trovare insieme delle soluzioni.


DIETA DEL METABOLISMO VELOCE - considerazioni

Ringrazio le coraggiose che mi hanno lasciato dei commenti e anche quelle che hanno letto e non lo hanno fatto.

Visto che io stessa dovrò proseguire olte il ciclo di 28 gg (tanti sono i kg da perdere) ho pensato che potremmo provare a raccogliere delle ricette italianizzate che ci possano aiutare tutte noi ad affrontare le varie fasi.

Su fb esistono già un paio di gruppi di supporto, completamente autonomi e staccati dall'autrice del libro, se tra voi ci fossere persone interessate potremmo lanciare una pagina di supporto tutta italiana dove possiamo mettere ricette, dubbi, risultati, cercare soluzioni e chiarirci tutte insieme.

Che ne dite? fatemi sapere, così se l'idea vi piace la prossima settimana mi attivo.
Non riuscirei prima, Sabato sarò alle prese con la prima giornata olistica del 2013, che si svolge nel parc montano del Monte Freidour, sopra Cumiana, parlerò di oli essenziali e insegnerò a fare un balsamo naturale in casa (non per i capelli, per la pelle)

Insomma asp…

SABATO 20 GIORNATA OLISTICA

Immagine
In attesa della tanto agogniata cena in Bianco di Torino che si terrà il sabato 22,  questo sabato 15, a Verna, nel parco montano del Freidour, Tra Cumiana e Giaveno ci sarà la prima giornata Olistica dell'anno.
Si tratta di un incontro gratuito organizzato dall'associazione Vinere la Montagna,  in cui faremo meditazione, Reiki, Shatzu, e ci sarò io che racconto la bellezza degli oli essenziali al mattino e che spiego come fare un balsamo cosmetico al pomeriggio.

Vi aspettiamo numerosi

Per dettagli e informazioni potete vedere qui:

http://www.viverelamontagna.org/index.php?option=com_content&view=article&id=64&Itemid=166



Dieta del metabolismo veloce - riassunto e curiosità

Immagine
Nei post precedenti vi ho illustrato un sistema alimentare ideato da una nutrizionista americana che propone di riaccelerare un metabolismo che si è, diciamo così, un po' seduto. Speravo di ricevere qualche commento in più, ma non sono troppo stupita, in effetti si tratta di una cosa un po' nuova ed insolita per noi Italiani.
Il sistema è basato sul principio di confondere l'organismo per evitare che si attrezzi ed interrompa la perdita di peso.  Un fenomeno tipico quando ci si sottopone a  diete alimentari. Solitamente all'inizio si perde peso, poi quando il corpo se ne accorge, mette in atto dei sistemi di salvataggio automatici, e il tasso di dimagrimento si riduce drasticamente, a volte è quasi impossibile ripartire.
Come ho detto nelle precedenti puntate, il sistema è organizzato in 3 fasi successive che devono tassativamente essere svolte in successione e non possono essere intercambiabili. Meglio iniziare di lunedì per praticità, ma si può iniziare un giorno q…

La dieta del metabolismo veloce - fase 3

Immagine
Per riassumere:

la fase 1 è quella in cui si consumano molti carboidrati complessi e molti zuccheri dalla frutta, e un po' di proteine sia animali che vegetali, nessun tipo di grasso è autorizzato (trovate i dettagli nei post precedenti)
la fase 2 è quella in cui si consumano moltissime proteine, e moltissime verdure a foglia larga tipo le brassicacee, sono vietati tutti i grassi (trovate i dettagli nei post precedenti)
Per tutte le 3 fasi e per tutti i 28 gg. sono vietati : farina, mais, tutti i latticini, soia in tutte le sue forme, alimenti OGM, tè, caffè, tutta la frutta secca non oleaginosa (uvetta),  zucchero in nessuna forma ne dolcificanti, eccetto la stevia e lo xilitolo, e molti grassi "cattivi"
La fase 3 che sto per raccontarvi è sicuramente la più divertente, continuiamo a non poter consumare i cibi vietati, ma possiamo introdurre quello che chiameremo grassi buoni: olio EVO, avocado, noci, mandorle, e altra frutta secca oleaginosa.
Questa è una fase in cui i car…

Dieta del metabolismo veloce - fase 2

Immagine
Nei precedenti post ho spiegato il principio generale e la fase 1, oggi cercherò di spiegarvi come funziona la fase 2, quella che sblocca i grassi corporei.
Nella fase 1, lunedì e martedì abbiamo mangato molti carboidrati "sani" (riso integrale, quinoa, avena, tanta frutta e un po' di proteine sia vegetali che animali), nella fase 2, mercoledì e giovedì si lasceranno da parte i carboidrati completamente e consumeremo molte proteine e tante verdure, preferibilmente a foglia larga, che stimolano l'organismo ad eliminare, sempre senza grassi aggiunti e niente carboidrati.
Il corpo reagirà a questo cambio dietetico repentino eliminando, ma non avrà il tempo di reagire e di smettere di eliminare perché noi da venerdì passeremo alla fase 3 che andrà nuovamente a modificare quello che introduciamo.
Quello che forse non ho ben specificato nei post precedenti e che è fondamentale per tutto il periodo di questo regime alimentare è che occorre bere moltissimo, almeno 3 litri d…

DIETA DEL METABOLISMO VELOCE - fase uno

Immagine
Eccomi con la seconda parte, come ho detto nel post precedente, la dieta comporta 3 fasi che andremo a vedere singolarmente per spiegarle meglio. Non si tratta di un sistema complicato, è solo diverso da quello al quale siamo abituati e comporta un minimo di organizzazione.  Conviene diventare amici del proprio congelatore in modo da cucinare alcuni ingredienti in grandi quantità da poter surgelare e avere a disposizione quando servono.
Uno dei fondamenti di questo tipo di nutrizione è che occorre fare 3 pasti e almeno 2 spuntini, colazione entro 30 minuti dal risveglio, spuntino a metà mattina, pranzo, spuntino a metà pomeriggio, cena e in alcuni casi un ulteriore spuntino se si sta svegli fino a tardi. l'obiettivo è di non rimanere a stomaco vuoto per oltre 3 ore, 4 al massimo ma eccezionalmente. Gli spuntini sono imperativi. Le porzioni sono generose e sono legate anche al numero di chili che avete da perdere, più sono i chili maggiori saranno le porzioni, vedremo poi meglio …