lunedì 23 aprile 2007

La mia personale battaglia contro i Moscerini della Frutta

Sono tornati i MOSTRI!
Quest'anno purtroppo la tregua è durata molto poco. Non so Voi, ma io tutti gli anni mi ritrovo a combattere con quei terribili e indistruttibili moscerini della frutta. Il cesto della frutta fresca, o il contenitore dei rifiuti organici sono il loro territorio preferito.

La frutta non la posso conservare tutta in frigo quindi quella rimane a vista, per i riufiuti organici uso contenitori di piccola capacità che porto fuori e cambio continuamente, in modo da non avere troppi residui in casa che li attirerebbero inesorabilmente, inoltre questi contenitori devono avere assolutamente un coperchio che chiude bene. Uso volentieri i secchielli da un kg dello yogurt. La BATTAGLIA E' INIZIATA!

Vi presento il nemico: si chiama Drosophila melanogaster ecco una foto:




Il genoma del moscerino della frutta contiene almeno 13.601 geni: più o meno un decimo del genoma umano, hanno gli occhi rossi e sono FASTIDIOSI!

Sono resistenti anche a molti insetticida di sintesi.

Insomma mi sono messa alla ricerca di una soluzione naturale per questo terribile problema.

Ho letto quà e la sulla rete, se non si vuole usare insetticidi il problema è grave! Si riproducono facilemente e depositano moltissime uova che fanno marcire la frutta e la verdura.
Sembra che siano resistenti a tutto l'unica è catturarli per impedirgli di depositare le uova e quindi di riprodursi. Ci vorranno alcuni giorni ma posso farcela!
HO COSTRUITO LA MIA PRIMA TRAPPOLA!

Naturalmente occorre pulire bene tutto e non lasciare residui organici a disposizione, poi si prende una bottiglia di plastica dell'acqua minerale e si taglia la prima parte per creare un imbuto (meglio se si toglie anche l'etichetta). Per praticità ho accorciato la bottiglia per non avere una trappola troppo alta.

Poi ho ridotto il buco dell'imbuto improvvisato, con del nastro adesivo, è rimasto un foro di circa mezzo centimetro.
Avete notato che quando bevete del vino i moscerini ci si tuffano volentieri?
Con questo in mente ho messo nel fondo della bottiglia un miscuglio di acqua, miele e un pochino di vodka. Ho poi rigirato il mio imbuto all'interno della bottiglia e ho messo due punti di nastro adesivo per evitare che si tolga inavvertitamente. LA TRAPPOLA E IN ATTO!

Malgrado le mie speranze, non sembra che il mio richiamo le attiri!

Mi sono preparata il mio solito centrifugato mela carota (devo prenderne 3 al giorno, ordine della naturopata) e non ho pulito immediatamente la centrifuga. Quando sono tornata in cucina la mia trappola era vuota, ma la centrifuga lei, li attirava benissimo!

Avevo letto che si poteva usare la frutta per attirarli e ho quindi preso una parte del residuo della centrifuga e l'ho aggiunto al mio miscuglio di acqua miele e vodka. Ho lavato la centrifuga e adesso sono in attesa di vedere se la mia trappola funziona!

E dovrete aspettare anche Voi, seguito al prossimo post per gli ultimi aggiornamenti sulla cattura delle malefiche bestiole!

5 commenti:

Giovanna ha detto...

ciao marinella, io invece ho cominciato la mia battaglia con le zanzare, ho gia comprato off uno spray che le allontane e che si spruzza sul corpo, non è che tu hai qualche rimedio naturale per alontanarle dai miei bambini? ho visto che sei molto brava coi prodotti naturali

Mariano Cervo ha detto...

anche se questa discussione è vecchia... scrivo un commento per aiutare chi si trovasse a leggere queste righe in preda alla disperazione per colpa di qualche insetto.. Sono un disinfestatore e quello che dirò sembrerà ovvio ma, purtroppo, i rimedi fai da te non ottengono mai buoni risultati.. ad ogni modo la trappola per i moscerini sembrava interessante ma perchè quell'intruglio??? Se si tuffano così volentieri nel vino... comunque è meglio l'aceto.. per quanto riguarda le zanza, al chiuso consiglio una bella lampada a tubi UV (che funziona per tutti gli insetti volanti e non è tossica), all'aperto meglio i bastoncini a combustione lenta, li pianti in un vaso, li accendi e tengono lontane le sanguisughe alate per tre ore con una copertura di 25 metri quadri! Auguri
Mariano
www.ecosdisinfestazioni.com

marinella ha detto...

Ciao Mariano, grazie per questo tuo commento, il perchè di questo intruglio è solo per trovare qualche cosa che li attiri di più di altre sostanze, e sopratutto per creare un contenitore che li catturi. Per quanto riguarda le zanzare, posso concordare con te sul "grill" ma per il resto, l'obiettimo è proprio quello di usare sostanze che non siano nocive, io sono un'aromaterapeuta, e con le sostanze naturali si possono fare molte cose, la mia lozione anti zanzare va molto bene per esempio, e non nuoce alla salute umana quanto i prodotti chimici. Considera anche che inalando sostanze "bruciate" inaliamo diossina, e questo anche bruciando oli essenziali, infatti io non uso fornelletti che li scaldano, ma adopero dei diffusori che usano il principio delle macchinette per l'aerosol. Naturalmente i prodotti naturali vanno usati con maggior frequenza.
Ciao

Anonimo ha detto...

un rimedio naturale contro le zanzare si chiama "ledum palustre" si trova in farmacia. sono dei piccoli granelli,gusto zucchero, che contengono una sostanza naturale che fa un odore sulla nostra pelle che allontana le zanzare. all'olfatto umano invece non cambia nulla! e' un medicinale omeopatico quindi non fa male ed e' prodotto dai laboratori "boiron"

marinella ha detto...

Grazie Anonimo, lo conoscevo già, ma per i moscerini della frutta il problema è ben diverso non posso fargli ingoiare in prodotto omeopatico. Comunque a presto.