lunedì 12 marzo 2007

Stampi in Silicone

Questi nuovi stampi in silicone sono formidabili, però volevo segnalarvi alcune avvertenze che ho trovato leggendo un articolo su Altro consumo di Marzo.
Hanno messo alla prova gli stampi per dolci per verificare se rilasciano sostanze indesiderate. Risultato: purtroppo al primo utilizzo SI.
L'allarme sembra sia arrivato dalla Francia dove nel 2005 hanno svolto dei controlli di idoneità al contatto con gli alimenti e delle 81 teglie analizzate, 44 sono state dichiarate non conformi.
Queste prove sono state effettuate nuovamente da Altro Consumo per verificare il "calo di peso" dello stampo dopo un riscaldamento di 4 ore a 200°, questo calo di peso corrisponde alle sostanze volatili che si sono disperse nell'aria.
Occorre anche tenere conto che in Italia non esiste una regolamentazione alla quale attenersi per la costruzione di questi stampi. Secondo la le normative francesi il calo di peso deve stare sotto lo 0,5%. Non starò a tediarvi con tutte le percentuali, basta sapere che nella stragrande maggioranza dei casi la migrazione del silicone nell'impasto è stata superiore alla norma.
Inoltre ci sono marche che sono risultate ampiamente fuori norma.
E stata quindi fatta la prova di un lavaggio energico come quello in lavastoviglie e, in effetti al successivo utilizzo, la migrazione risulta decisamente inferiore.
I suggerimenti che ne derivano sono:
Effettuare un primo lavaggio energico "in Lavastoviglie" e considerare di utilizzare lo stampo una prima volta con un impasto a base di farina lievito e olio di semi, da scartare dopo cottura in modo da togliere il massimo possibile di sostanze che possono migrare. Dopo questo trattamento dovremmo essere abbastanza sicuri nell'uso.
Sempre in Francia ai produttori è già stato richiesto di effettuare un trattamento preventivo sugli stampi al fine di ridurre la migrazione al primo uso.
Le marche che non hanno passato il test, anche dopo lavaggio sono Joy, Guardini Baby Chef, Maz le Maxcotte stampo muffins (quest'ultimo però veramente appena il limite)

Nessun commento: