lunedì 5 marzo 2007

Bicarbonato - seguito

  • E' possibile utilizzare il Bicarbonato sotto forma di pasta (l’equivalente di 1 parte di acqua ogni 3 di polvere) da sfregare direttamente sulle superfici con l’aiuto di una spugnetta.
    Quindi sciacquate sotto acqua corrente.
    L’azione delicatamente abrasiva e le proprietà ammorbidenti del Bicarbonato, ne fanno un ottimo alleato in cucina. Pentole e padelle tornano lucenti e perdono i cattivi odori.
    Una soluzione efficace, economica ed ecologica.
  • Per rimuovere senza sforzo le incrostazioni, ricoprite direttamente i residui di cibo con il Bicarbonato, aggiungete dell’acqua calda e lasciate agire il prodotto per almeno 15 minuti.
    Sciacquate, quindi lavate come di consueto.
  • Per le incrostazioni più ostinate: sfregatele con una spugnetta cosparsa di Bicarbonato e acqua. Sciacquate, quindi lavate come di consueto.
    Oppure riempite la pentola con acqua e 2 cucchiai di Bicarbonato portando la soluzione ad ebollizione per 5 minuti. Lasciate raffreddare e staccate i residui aiutandovi con una spugna. Lavate come di consueto.
  • Lucidare il lavello senza graffiarlo: i cristalli del Bicarbonato, al contrario di altre polveri sono solubili e quindi non sufficientemente resistenti per graffiare le superfici.
    Per rimuovere dai lavelli smaltati o in acciaio residui di cibo e opacità, passate la superficie con una pasta di acqua e Bicarbonato su una spugna (l’equivalente di 1 parte d’acqua ogni 3 di prodotto). Sciacquate abbondantemente con acqua corrente. Asciugate con un panno carta per prevenire la formazione di eventuali aloni.
  • Per prevenire gli odori di umidità che si formano sotto il lavello: riponetevi una scatola di Bicarbonato aperta, da sostituire ogni 3 mesi.
  • Aggiunto al normale detersivo per piatti, ne aumenta l'efficacia e svolge un' azione di rimozione degli odori residui. Agiungere 2 cucchiai all'acqua di lavaggio oppure utilizzatelo sotto forma di impasto acquoso (l’equivalente di 1 parte d’acqua ogni 3 di prodotto) da sfregare con una spugna su stoviglie, piatti e taglieri. Sciacquate e lavate come di consueto.
    Senza dimenticare poi che le vostre mani ve ne saranno grate.
  • Per rimuovere i residui di cibo e unto schizzati sulla superficie del piano cottura o neutralizzare l’odore di aglio e cipolla, è sufficiente spargere il Bicarbonato direttamente su una spugna umida. trofinate e quindi sciacquate con acqua.
  • Per la pulizia del forno, del microonde, degli sportelli del grill e delle superfici esterne degli elettrodomestici, provate una soluzione di acqua e Bicarbonato (l’equivalente di 2 cucchiai ogni litro) d’acqua) da passare con una spugnetta sulle superfici interessate (il forno si pulisce meglio se ancora tiepido).
  • Per detergere e neutralizzare gli odori dalle superfici interne del frigorifero e del freezer è utilizzabile in soluzione: l’equivalente di 2 cucchiai in 1 litro d’acqua da passare con una spugna sulle pareti. Risciacquate, quindi asciugate.

Nessun commento: