sabato 2 giugno 2007

Insalata Vietnamita

Questa insalata la mangiavamo tanti anni fa quando ero in Senegal, lo so che sembra strano, ma il Senegal era una colonia Francese, e nella cucina Francese ci sono molte influenze Vietnamite, inoltre all'epoca a Dakar c'erano i soldati dell'esercito Francese che abitavano li con le loro famiglie e io andavo a scuola con i loro figli.




Ingredienti: mezzo manigotto di insalata, due carote grattugiate grosse, mezzo pacchetto di vermicelli di riso, tre cipollotti freschi, una confezione di funghi neri cinesi (io ho usato gli shitake) dei germogli di soja freschi o conservati, 2 o 3 fette di prosciutto cotto tagliato a listarelle, mezzo petto di pollo lessato, 15o gr. di gamberetti sbollentati, sale, olio, aceto, senape e nuoc mam (una specie di filtrato di alici in versione vietnamita) da noi non si trova troppo facilmente, io ne faccio scorta tutte le volte che lo trovo in quanto lo uso anche in sostituzione della salsa di soia in alcune preparazioni.




Preparazione: Mettere i funghi shitake in ammollo per 30 minuti, nel frattempo tagliare a listarelle sottili i cipollotti e l'insalata. Grattugiare le carote con la grattugia grossa, unire i germogli. Scottare i vermicelli secondo le istruzioni (io generalmente uso acqua caldissima ma non li faccio bollire, mi limito ad immergerli per 2-3 minuti, in questo modo rimangono al dente.



Scolare i funghi dall'ammollo e cuocerli una decina di minuti, poi sgocciolarli, eliminare il gambo e appena sono tiepidi ridurre anche loro a lamelle. Scolare i vermicelli dalla loro acqua, sciacquarli per interrompere la cottura e raffreddarli, poi tagliarli con le forbici in pezzi lunghi 2-3 centimetri. Condire subito i vermicelli con una vinaigrette fatta con sale, olio, aceto, un cucchiaio di senape e due o tre cucchiaiate di nuoc mam. Unire i vermicelli conditi al resto della preparazione e mescolare, aggiungere i gamberetti scolati, il prosciutto a listarelle e il petto di pollo sbriciolato a filettini con le mani. Mescolare bene, controllare il condimento e eventualmente aggiungere sale, olio, aceto e nuoc mam.



Pronta! Questa insalata si presta anche ad attendere un pochino prima di essere servita, fa da piatto unico ed è ideale per la stagione calda. Io l'ho preparata oggi sfidando le nuvole che imperversano sul Piemonte ed è stata graditissima da mio marito che ha aggiunto anche delle listarelle di zenzero fresco per dargli un pochino di piccantino in più.



Questa volta non avevo i germogli di soia e non li ho messi, si possono anche aggiungere de peperoni verdi tagliati fini, piccanti o meno a seconda delle preferenze.

Ecco la mia foto!

3 commenti:

Giovanna ha detto...

ciao Marinella, hai postato un sacco di ricette interessanti ultimamente... il pollo "shakerato" ;) lo farò sicuramente ma anco l'altra ricetta di pollo mi è piaciuta molto! Vedo che nella vita hai girato molto, le tue storie sono molto interessanti! Baci

paola ha detto...

Cia Marinella. Ta semaine s'est bien pasée ?
Merci pour cette petite salade bien sympathique.
Bises

marinella ha detto...

In effetti Giovanna ho girato parecchio, sopratutto prima dei 20 anni, dopo mi sono fermata, solo qualche vacanza. Ma i ricordi sono bellissimi e molto formativi.

Merci Paola, ma semaine s'est bien passée et le prochain fin de semaine serà à nouveau dédié a mes cours, mais c'est tellement interessant, je vais commencer nutrition. Bises