sabato 2 giugno 2007

Crostata salata al pane Carassau

Fare la base delle crostate salate con il pane carassau è una soluzione che mi piace molto.

Permette di preparare crostate velocemente ed è una buona alternativa alla pasta sfoglia, solo che è più croccante.

La crostata che ho preparato questa sera era agli spinaci e costine.

Ingredienti: pane carassau tagliato a quarti: 8 pezzi (il pane carassau si trova generalmente in scatole di cartone e può essere intero - rotondo - a metà o in quarti) Io preferisco usare i quarti in quanto più facili da maneggiare, ma nulla vieta di usare gli altri formati spezzandoli.

una confezione piccola di dadini di pancetta, un mazzetto di costine e di foglie di spinacio (raccolti nell'orto) una piccola confezione di ricotta, 2 uova, sale, noce moscata, una manciata di mandorle sfilettate.

Per prima cosa occorre lavare le costine e gli spinaci e farli stufare in una padella con pochissima acqua. Una volta morbidi, raffreddarli velocemente in acqua fredda e strizzarli. Mettere la verdura nel robot e frullarla, aggiungere il vasetto di ricotta, le due uova, frullare nuovamente, salare e aggiungere una bella spolverata di noce moscata.

Passare sotto il rubinetto uno ad uno i pezzi di pane e posarli in un piatto a riposare, diventeranno malleabili in 5 o 6 minuti. Ungere una teglia da forno rotonda con dell'olio e riverstirla con uno strato di pane accavallando i pezzi leggermente, pennellare questo primo strato con dell'olio e ripetere l'operazione continuando ad accavallare i pezzi fino ad esaurimento, rivestire anche le pareti.

Versare le verdure sulla crosta di pane, posarci sopra i dadini di pancetta e le mandorle sfilettate e passare in forno caldo a 180° fino a che il ripieno sia asciutto e la crosta croccante. Portare in tavola nella teglia di servizio.

La foto è venuto un po' troppo gialla ma non ho potuta fare di meglio con la luce artificiale.

8 commenti:

paola ha detto...

Pane carassau ? mi puoi dire come sarebbe in francese ?
Ciao Marinelle e buona domenica.

marinella ha detto...

Ciao Paola! mi aspettavo la tua richiesta, il pane carassau è il pane tradizionale della Sardegna, una specie di "Galette" molto sottile e croccante. E composto da
farina di Grano Duro, semola,acqua
sale, lievito
Questa è la ricetta ma non l'ho mai fatto personalemente.
PREPARAZIONE:
Amalgamare gli ingredienti, stendere la pasta sottilissima e a forma rotonda, cuocere nel forno fino a che non lievita, gonfiandosi. Togliere delicatamente dal forno e quando è ancora gonfia e tagliarla in due parti, che rinforneremo di nuovo per la cottura finale che le renderà croccanti
Credo che le due parti sono i due strati del pane lievitato che poi si infornano per farli seccare.
Ciaooooo

Giovanna ha detto...

bella ricetta Marinella !! faccio parecchie torte salate e questa mi sembra una bella alternativa alle seppure golose Quiche

Francesca ha detto...

molto bella l'idea di usare il pane carassau per una torta salata. Proverò a farlo!

paola ha detto...

Grazie Marienlla per la tua risposta au sujet del pane Carassau e per la ricetta.
Je te souhaite une bonne soirée

gatadaplar ha detto...

Bellissima alternativa alle torte salate "rapide" che adoro ma che non faccio mai perchè non sapendo come fare la base mi verrebbe da usare la pasta sfoglia che si trova già pronta ma la trovo sempre troppo unta...
Siccome infatti adoro mangiare con le mani (quando possibile, ovviamente :)))) ) non sopporto quelle "dita unte" che ti lasciano questi impasti... pensando a tutto il grasso, colesterolo, ecc. che butti giù... blea! :DDD
Ma il pane carassau (che io "storpio" sempre in "carasau") mi piace molto e proverò!
Bacioni e grazie!

marinella ha detto...

Gata, in realtà sei tu che hai ragione, si chiama proprio carasau, la doppia S è una storpiatura del "continente". Baci e buone crostate.

gatadaplar ha detto...

:D
grazie del doppio suggerimento!
bacioni!