lunedì 23 ottobre 2017

MARMELLATA DI MANGO BIMBY THERMOMIX

Oggi ho preparato la marmellata di mango, ne avevo alcuni che stavano maturando troppo velocemente tutti insieme, quindi ho preferito farci una bella marmellata invece di cercare di mangiarli tutti insieme.



Ingredienti :

- 1 kg di polpa di mango (ca. 5 mango spellati e osso eliminato)
- 350 gr di zucchero di canna o zucchero bianco a piacere, volendo anche zucchero di cocco, ma tende a scurire i cibi e ho preferito usare uno zucchero più chiaro.
- 1 busta di Fruttapec 1 a 3 (si tratta solo di pectina di frutta, non è chimica, e permette di accelerare i tempi di cottura evitando lo scurimento della frutta per eccessiva cottura, inoltre visto che non si deve far evaporare il liquido per addensare si ottiene una dose maggiore di marmellata)
- il succo di 1 bel limone

Procedimento:

Pulire e tagliare i mango a dadoni, io in genere non li sbuccio, tagli una grossa fetta da ogni lato del nocciolo, tenendo la buccia in mano incido la polpa con righe parallele e incrociate, poi giro sottosopra la buccia e i cubetti sono pronti per essere staccati con le dita o con un coltellino. Ripeto anche con la fetta dall’altra parte e infine incido la pelle intorno al nocciolo e con un coltellino la tiro, in genere si toglie tutta in una sola volta. Taglio anche tutta la polpa possibile attaccata all’osso e ripeto fino al completamento dei mango.
Qui trovate un video che mostra come tagliare il mango.

Pesare la polpa dovrebbe essere circa 1 kg
metterla nel bimby, aggiungere la bustina di fruttapec e azionare il bimby, 100 gradi, velocità 3, 12 minuti, con il cestello piccolo posato sul foro.
Quando suona dare una frullata a vel. 7 – 8 per disfare bene la polpa di mango.
Aggiungere lo zucchero, posizionare nuovamente il cestello sul boccale, spremere il limone direttamente nel cestello, in questo modo eventuali semi rimarranno dentro il cestello e il sugo di limone cadrà nel boccale.

Azionare nuovamente l’apparecchio, 6 minuti, vel. 3, 100 gradi.

Quando suona, la marmellata è pronta.

Invasarla in barattoli puliti e sterilizzati, io in genere sterilizzo i barattoli passandoci un goccio di alcol da liquore dentro, mettendo il coperchio e agitando, così sterilizzo anche il coperchio, passo l’alcol da un barattolo all’altro e poi conservo il residuo in un barattolino per usi futuri.
Lascio prima sgocciolare i barattoli ribaltati su un canovaccio, compresi i coperchi, poi li rigiro e lascio evaporare completamente.
Se dovesse rimanere una goccia di alcol in fondo al barattolo, poco male non si sentirà nella preparazione finale.

Versare la marmellata bollente nei barattoli chiudendoli subito e rigirandoli sottosopra, fino a completo raffreddamento, poi rigirarli, se occorre dare una scrollatina per far depositare la marmellata sul fondo del barattolo, sciacquarli da eventuali residui di marmellata, etichettarli e riporli in dispensa.
Si conservano almeno un anno.

Nota: se quando la marmellata è pronta non si è ancora pronti ad invasare, ricordare di far riscaldare nuovamente fino a 100 gradi prima di invasare.


Nessun commento: