lunedì 23 ottobre 2017

FRITTATENSUPPE ALLA MIA MANIERA E SENZA GLUTINE

La Frittatensuppe è una minestra in brodo, di origine austriaca, in cui al posto della pastina si mettono delle striscioline di frittata/crespelle.
Gli ingredienti variano in funzione di quello che si ha in casa, sia per le frittatine che per il tipo di brodo usato.



In pratica, se si usa un brodo vegetale si punterà su delle tagliatelle di frittata più ricche e saporite, quando si usa del buon brodo di carne si possono anche usare ingredienti meno ricchi.


Questa è la mia versione, senza glutine.

Per il brodo ho sfruttato l’ottimo brodo di pollo preparato in precedenza la cui ricetta trovate qui.

Ingredienti per le tagliatelle di frittata:

3 uova di galline razzolanti
4 foglie di bietola erbetta crude, senza il gambo (si possono usare anche altri erbe come prezzemolo, rosmarino, ecc... dipende dalla fantasia e da quello che si ha in casa)
½ tazza di latte vegetale a piacere o di latte normale
mezzo cucchiaino di sale marino integrale o sale rosa
1 cucchiaio di lievito alimentare in fiocchi o in alternativa di parmigiano se lo usate (in questo caso meglio anche 2 cucchiai, il lievito ha un sapore più intenso ne basta meno)
1 grattata di noce moscata fresca
¼ di cup di farina di manioca, ca. 30 gr. (sostituisce la farina di grano ma non contiene glutine)
2 cucchiai di olio EVO per friggere

Procedimento:

In un frullatore mettere il latte, le uova e le foglie di bietola tagliate grossolanamente, azionare e frullare bene il composto, aggiungere il sale, la noce moscata, la farina di manioca e il lievito alimentare e frullare nuovamente. Si ottiene un composto verde abbastanza fluido.

Preparare una padellina antiaderente e spennellarla bene con olio EVO, versarci un mestolino di composto e farlo cuocere a fiamma vivace dal primo lato, poi con l’auito di una spatola, girare la frittatina (deve dorare abbastanza se no non si girano facilmente), cuocere anche il secondo lato, basteranno un paio di minuti al massimo e spostare la frittatina in un piatto. Procedere come sopra fino al completo utilizzo del composto, a me sono venute 6 crespelle.



Mentre si cuoce una crespella approfittare per arrotolare su se stessa quella precedente.
Una volta fatte tutte le crespelle e averle arrotolate, depositarle una alla volta su un tagliere e con un coltello affilato tagliarle a striscioline larghe meno di un centimetro.



Disfarle delicatamente.



Mettere il brodo a scaldare in una pentola, quando bolle, aggiungere un cucchiaio di aceto di mele, serve a esaltare il sapore del brodo, quindi aggiungere le tagliatelle, o in alternativa distribuire le tagliatelle nelle singole fondine e versarci sopra il brodo.









Nessun commento: