sabato 15 settembre 2007

I mie corsi - ennesimo aggiornamento

Sto finendo durante questo week end il corso di Anatomia Fisiologia Patologia, mamma quante cose da memorizzare! Non è cambiato niente, il nostro docente (bravissimo) ci bombarda ad una velocità supersonica, difficilissimo stargli dietro per prendere gli appunti, benedico il fatto di poter registrare le lezioni. In principio fra un mese potrei iniziare a dare gli esami (3) di questo corso, ma non se ne parla nemmeno, mi sa che aspetteranno il prossimo anno.
Adesso mi dedico ad altri esami e poi mi metterò di impegno per questi.
Dicevo che è difficile prendere appunti perchè va molto veloce, lui non si ferma per darci il massimo delle informazioni possibili e poi quello che proietta, dice che lo troveremo nei libri al momento del bisogno, ci da solo una falsa riga per avere un ordine nelle cose da apprendere. Naturalmente ci forniscono delle dispense, anche queste finalizzate ad un metodo di apprendimento. L'obiettivo è di portarci ad approfondire sempre di più l'argomento man mano che entriamo dentro la materia.
Il prossimo fine settimana ho Elementi di Energetica tradizionale Cinese, questo sarà anche molto interessante, ci faranno vedere i collegamenti tra la medicina orientale e quella occidentale.
Mi viene in mente che non ho mai specificato esattamente la differenza tra Medicina convenzionale (o allopatica), Medicina naturale e Naturopatia.
La medicina convenzionale la conoscete tutti, inutile addentrarmi nell'argomento.
La medicina naturale in realtà dovrebbe essere anch'essa di competenza di un medico, che fa una diagnosi in funzione di una serie di sintomi ed eventuali analisi e che poi sceglie di curare con delle medicine naturali: piante, erbe, integratori vari di origine naturale ed eventualmente con l'omeopatia.
La naturopatia è ancora un'altra cosa, anche se in parte si avvicina alla precedente. Un naturopata è un operatore, generalmente non medico, che si occupa di aiutare le persone a mantenere o recuperare lo stato di salute e benessere, andando a ricercare le cause dei disturbi.
Dovrebbe essere la persona che si consulta quando i disturbi sono lievi, disagi, eccesso di stress.
Non si tratta quindi di trattare dei sintomi ma di essere causalisti. Si valuta "il terreno" cioè le predisposizioni delle persone a sviluppare eventuali disturbi; questo avviene con vari mezzi a nostra disposizione.
Uno di questi è l'iridologia, cioè l'analisi visiva dei segni iridei, per valutare eventuali predisposizioni di una persona a livello psicofisico. Questo non vuol dire che i segni indicano la presenza di una malattia, ma solo di predisposizioni famigliari che andranno appurate col colloquio. Una persona può essere avere delle famigliarità che la rendono delicata in certe aree, ma non necessariamente svilupperà delle patologie in quelle aree, sopratutto se avrà la possibilità di tenerle sotto controllo.
Poi ci sono molte altre cose che si vanno a valutare, la morfologia, la costituzione, eventuali sovraccarichi, si presta attenzione all'ambiente in cui vive la persona, e si danno dei consigli per ripristinare l'equilibrio mente-corpo. Suggerendo come correggere l'alimentazione per ridurre l'ingresso di sostanze dannose, aiutando ad eliminare le tossine presenti, e mettendo in pratica tecniche di rilassamento. C'è anche una forte componente di educazione alla prevenzione.
Naturalmente ogni naturopata è una persona a se che avrà appreso una serie di nozioni di base e che poi in funzione delle sue predisposizioni userà tecniche diverse. Alcuni useranno più facilmente i fiori di Bach, altri delle tecniche corporee volte al rilassamento oppure la riflessologia. Insomma anche tra i naturopati ci sono molte differenze, portate dall'esperienza e da quello che nel tempo preferiranno approfondire. Come dire non si smette mai di studiare.
Dimenticavo di dire che i trattamenti consigliati saranno a base di prodotti naturali, erbe, integratori, oli essenziali, tecniche corporee ecc... Un naturopata non può fare diagnosi ne fare iniezioni o simili che sono a tutti gli effetti considerati (in Italia) atti medici.
Spero di essere stata esauriente, ma se posso chiarire dei dubbi lo faccio volentieri.
Oggi mi sono anche iscritta ad corso di On zon su, un particolare tipo di riflessologia plantare che sembra essere molto efficace, ma ve lo racconterò appena lo faccio.

2 commenti:

paola ha detto...

Vedo che sei impegnatissima.
Bon courage per i tuoi corsi e a presto.
paola

teodo ha detto...

Bravissima, studia bene e poi vedrai quante cose ci potrai insegnare.

L'antipasto piemontese è buonissimo e lo mangio sempre quando vado dalla mia amica di Pinerolo.

ciao ciao