venerdì 10 novembre 2017

PANE SENZA IMPASTO CON LIEVITAZIONE IN INSTANT POT E COTTURA IN FORNO

Il pane senza impasto è un tipo di pane che da molte soddisfazioni, io uso questa tecnica sia per fare il pane che per impastare la pasta della pizza con eccellenti risultati.
Qui la ricetta che ho usato la prima volta.



Oggi ho voluto sperimentare la lievitazione nella Instant Pot con la funzione yogurt e devo dire che lievita che è un piacere.

Ingredienti per una pagnotta di circa 800 gr

250 gr di farina di farro bianca
250 gr di farina di farro integrale setacciata
1 cucchiaino di sale abbondante
1 cucchiaino di lievito di birra secco
ca. 350 gr di acqua tiepida

Procedimento classico per il pane senza impasto

Mettere la farina in una terrina, unire il lievito secco, il sale e mescolare bene, quindi aggiungere 300 ml di acqua e impastare velocemente con una mano per aggregare tutta la farina, se occorre aggiungere l’acqua restante (varia un po’ da farina a farina).
Una volta che tutto il composto è legato, non serve fare altro, e non serve impastare nel modo classico, vogliamo solo che tutta la farina sia aggregata per bene.


Preparare la IP con dentro il cestello, ungere bene una terrina capiente che possa entrare nella IP, con olio EVO, mettere l’impasto (che sarà ancora relativamente colloso) nella terrina unta, spennellare anche la superficie dell’impasto con altro olio e mettere il tutto nella IP.

Impostare Yogurt, e premere il tasto Adjust fino a che compaia la voce Less, poi impostare il tempo a 2 ore con i tasti + e - . La pentola si avvia con il solito segnale, e inizierà a contare le due ore, ma non alla rovescia come fa di solito ma in avanti, è normale per questa funzione.

Dopo due ore il pane era come in foto, lievitato benissimo



Ho quindi fatto le pieghe come si vede sotto, per farlo si travasa l'impasto su un tavolo infarinato, avendo cura di avere sempre le mani ben infarinate, perché è parecchio colloso. Poi si allarga il composto con le mani come in foto, quindi si procede a piegarlo in 3 in senso orizzontale e poi in 3 nel senso opposto, e si ottiene quello che si vede nella seconda foto



Ho messo l’impasto piegato a lievitare ancora un paio di ore in una terrina ben oliata, con le pieghe rivolte verso il basso, come sono nella foto sopra per capirci.

20 minuti prima di infornare, ho acceso il forno al massimo (ca. 200°) ho messo dentro una pirofila in vetro con coperchio (non unta ne foderata con niente) e fatto scaldare il tutto. Poi con i guanti da forno ho estratto la pirofila bollente, tolto il coperchio, e ribaltato il contenuto della terrina nella pirofila bollente (le pieghe adesso sono sopra), rimesso il coperchio e infornato il tutto per 15 minuti. Mettere un timer, poi sempre con i guanti da forno, togliere il coperchio, abbassare la fiamma a 180°, e lasciar cuocere per altri 30 minuti, mettere sempre il timer.
Quando suona, estrarre la pirofila con cautela che scotta, ribaltare la pagnotta ottenuta su una gratella e lasciarla raffreddare.



Mentre si maneggia il pane, si noterà che dandogli delle pacche sul fondo, si ottiene un rumore di vuoto, come quello dell’anguria per capirci. Avremo l’impressione che il pane sia troppo duro, nessuna paura è solo un’idea, dopo una decina di minuti, toccando il pane si noterà che la crosta è croccante e il pane morbido.


Questo pane si conserva benissimo fino ad una settimana. Io l'ho preparato con un giorno di anticipo per poter fare una pagnotta condita da servire come aperitivo


Questa stessa ricetta può essere fatta con farina bianca o con farina di grano duro a piacere, se si desiderano dei panini tipo hamburgher, una volta lievitato il primo impasto e fatto le pieghe, si divide il composto in 4 porzioni, si formano delicatamente 4 panini, che si possono poi mettere a lievitare direttamente su una placca da forno. Cuocere in forno caldo per almeno 25 minuti o fino a che siano belli cotti e croccanti




Nessun commento: