venerdì 3 gennaio 2014

Lemon Curd - o come usare i limoni da cui avete tolto la buccia per fare il limoncello

Questa ricetta l'ho già proposta in passato, ma la ripropongo volentieri visto che si abbina bene a quella del limoncello.

Vi avverto che si tratta di una bomba calorica, quindi vi suggerisco di prepararla magari in previsione di qualche regalo fatto in casa.

Con questa dose si ottengono diversi vasetti, dipende molto dalla capienza, ma almeno 8.

Burro fresco a temperatura ambiente gr. 200
Zucchero 900 gr.
Uova freschissime 12
Limoni sugosi 8

Grattugiare la scorza di uno dei limoni lasciandola cadere in unacasseruola d’acciaio (mai d’alluminio) a fondo spesso.  (Se non avete altri limoni da grattugiare, potete anche usare una decina di gocce di olio essenziale di limone di ottima qualità, io ne ho sempre in casa per ogni evenienza serve a molte cose)

Spremere dentro il succo dei limoni unendovi il burro ammorbidito e lo zucchero (meglio filtrare il succo prima di versarlo nella pentola)
Porre la casseruola su fuoco debole e mescolare adagio, finchè il burro si sia sciolto e amalgamato al succo, che dovrà rimanere ancora tiepido.
Ora versare dentro le uova sbattute, (basterà sbatterle bene prima, ma se volete fare ancora meglio, provate ad eliminare anche la pelle del tuorlo, una volta sgusciate le uova, basterà pizzicare il tuorlo e tirare, verrà via la pellicola che lo tiene insieme) 
Sempre a fuoco moderato mescolare adagio fintanto che la marmellata divenga densa e d’un bel colore dorato. Vigilare costantemente perché non deve assolutamente bollire.
Appena si noterà il primo sbuffo di vapore, che indica l’inizio dell’ebollizione, levare subito la casseruola dal fuoco versando la marmellata in vasi di vetro ben pulito e chiudere ermeticamente, rigirando il barattolo sul tappo. Quando il vaso si è raffreddato, collocarlo in un luogo fresco asciutto e scuro. Si mantiene inalterato per almeno tre mesi. Per sicurezza, visto che difficilmente si creerà il vuoto nel barattolo, io li conservo in frigorifero.

Provate ad usarlo al posto della crema pasticcera per una crostata di fragole, oppure all'inglese spalmato sopra un cheese cake classico.
Crea dipendenza.
La stessa ricetta si può applicare anche ad altri agrumi, ma per mia esperienza quello al limone è senz'altro il migliore per l'equilibrio che si ottiene tra dolce, agro e cremoso.

Nota importante: visto che le uova non devono assolutamente cuocere (otterreste una frittata dolce) dovete sorvegliare attentamente, ma nel caso in cui spegneste il tutto appena un minuto troppo tardi, potete cercare di rimediare frullando il tutto con un frullatore ad immersione, dopo di che filtrate la preparazione attraverso un colino a maglie non troppo fitte per trattenere le particelle di albume cotto che sarebbero brutte da vedere.

Nessun commento: