venerdì 3 gennaio 2014

Il Limoncello di Marinella

Durante queste feste abbiamo avuto come ospite la cugina Rita dall'Australia, poverina si è rotta un piede appena arrivata e questo ha compromesso molto della sua vacanza, ma abbiamo cercato di farla sentire a casa per quanto fosse possibile.
Le ho fatto assaggiare un po' di cose che preparo e visto che le ha apprezzate le ho detto che avrei postato queste ricette per permetterle di ripeterle a casa, quindi ecco la prima, il mio Limoncello, fatto con fantastici limoni biologici siciliani, ci arrivano con il gruppo di acquisto dalla cooperatica Le Galline Felici che si trova nei dintorni di Catania.

Ingredienti per ca. 2,5 litri di prodotto finito

la buccia di 8 - 12 limoni (dipende dalla dimensione) (mi raccomando non eliminate i frutti che li useremo per un'altra ricetta molto saporita.
1 litro di alcol a 95 gradi
800 gr. di zucchero
1 litro di acqua
un barattolo di vetro con chiusura ermetica che possa contenere il litro di alcool con le bucce
bottiglie da mezzo litro riciclate, ben lavate e senza etichette, (io uso solitamente quelle dell'aceto di mele o della soluzione shoum)

Lavare bene i limoni per togliere la polvere, asciugarli e con un pelapatate asportare solo la parte gialla della buccia che metterete nel barattolo di vetro.
Versarci sopra il litro di alcol e chiudere ermeticamente.
Lasciare in infusione da 3 a 7 gg agitando ogni tanto il barattolo, vedrete che l'alcol diventerà rapidamente giallo.
Trascorso il tempo, filtrare l'alcol per recuperare le bucce, e metterle in un tegame (rimettere l'alcol nel barattolo e chiudere) 
Alle bucce unire lo zucchero e l'acqua e portare a bollore per fare sciogliere bene lo zucchero
Lasciare raffreddare completamente (io solitamente preparo lo sciroppo la sera) al mattino filtrare lo sciroppo per eliminare le bucce (tenerle da parte)
In un contenitore capace mescolare bene lo sciroppo di zucchero con l'alcol e imbottigliare, idealmente andrebbe filtrato ancora una volta prima di imbottigliare meglio se con un filtro di carta, per ottenere un prodotto più limpido, personalmente non lo faccio, mi piace avere un prodotto leggermente velato, agito solo la bottiglia prima di servire.
Si conserva benissimo moltissimo tempo, non richiede di essere refrigerato, ma meglio consumarlo ben freddo quindi la bottiglia che state usando la potete conservare anche in freezer per averla sempre pronta quando servee.

Vi ho detto di tenere da parte le bucce, per chi non vuole sprecare niente, potete mettere le bucce in un robot e unirci qualche cucchiaio di miele, frullate bene il tutto e otterrete una pasta di limone che potrete utilizzare per aromatizzare dolci o tisane a piacere.

Per quanto riguarda cosa fare con i frutti sbucciati, appuntamento alla prossima ricetta, mi raccomando aspettate a fare il limoncello così farete due cose insieme.

L'immagine non è mia, l'ho presa dalla rete qui:


 

Nessun commento: