lunedì 14 luglio 2008

QIGONG

Scusate se non mi sto facendo sentire negli ultimi giorni, ma sto facendo uno stage di QiGong (pronunciare ci gung).



Si tratta di un insieme di tecniche respiratorie, impostazioni fisiche statiche o dinamiche e di intenzioni focalizzate, il tutto condito da molta meditazione. In pratica un sistema per ricaricare le energie prendendole dall'ambiente circostante per farle scorrere liberamente all'interno del corpo. Questo ritempra, rigenera e con la pratica migliora tutte le prestazioni.
Sono assolutamente alle prime armi, ma devo dire che mi piace parecchio, mi permette di iniziare a fare del movimento, senza fare uno sforzo al disopra delle mie possibilità e visto che sono parecchio fuori forma trovo, la cosa particolarmente interessante.
Comporta la ripetizione di sequenze di movimenti un gran numero di volte, mantenendo la concentrazione sulla respirazione, in modo da essere presenti nel qui e ora, distaccati da tutto il resto. Probabilmente a qualcuno potrà sembrare strano, ma si inizia subito a sentire gli effetti di queste tecniche, e con la pratica le energie aumentano sensibilmente.
Naturalmente occorre praticare con costanza e spero di riuscirci, visto che non posso dire che la costanza sia esattamente una mia qualità. Comunque per il momento ci sto provando.
Lo stage finisce domani, ho iniziato con"Le mille mani sacre" e con delle tecniche di schermatura e di scarico delle energie negative dedicato ai terapeuti.
Vedrò poi più avanti se fare stages integrativi.

10 commenti:

dede ha detto...

tutto interessante, ma soprattutto belle le casacche bianche. ne vorrei una anch'io

Gatadaplar ha detto...

Qui da noi non esiste niente del genere.... che bello... mi ci vedrei in mezzo ad un prato, all'alba e al tramonto, a fare questi esercizi... dio che relax....
Bacioni carissima! =(^.^)=

marinella ha detto...

Dede, belle vero quelle casacche, comunque pare che anche se c'è chi usa abigliamento bianco per queste pratiche, in realtà i maestri veri sostengono che il colore non è determinante, inoltre ormai in cina il tai chi è considerato ginnastica e il qigong ginnastica respiratoria.

marinella ha detto...

Monia, guarda che ci sono molti più praticanti di qigong di quanti credi, forse basta solo cercare bene. L'ultima giornata l'abbiamo fatta all'aperto nel giardino della mia scuola, in un posto bellissimo circondato da montagne, con intorno cerpugli di lavanda e di rose profumate, e con l'aiuto molto apprezzato di una bellissima cagnolona pelosa,un bovaro del bernese, che ogni tanto compariva per avere coccole. E' stata una bellissima giornata.

mammafelice ha detto...

Sai niente sul tai chi? Hai studiato qualcosa al riguardo?
Perchè a Pinerolo ho scoperto che c'è un insegnante (o forse da un'altra parte, ma in zona) e sono molto curiosa!

marinella ha detto...

Il tai chi è un derivato del chi gong, in china dove ormai non usano più queste discipline a livello spirituale o per raccoglere energia, considerano il tai chi una ginnastica, e il qigong una ginnastica energetica.
Comunque il tai chi è una serie di movimenti lenti concatenati, anche questi come una danza, che deriva sempre dalle arti marziali, in pratica sono dei movimenti che se fossero accelerati potrebbero essere usati in combattimento. Non so dirti se a Pinerolo ci sono dei maestri, ma posso dirti che il mio insegna a Volvera e a Candiolo se ti serve. Generalmente non insegna più tai chi anche se lo conosce, perchè preferisce insegnare qigong. Sono entrambe discipline che vanno imparate bene e che è meglio praticare all'aperto quando possibile. Il Taichi nella versione yang può essere praticato anche a tarda età e senza avere una forma fisica perfetta. Ci sono varie altre forme di taichi che invece sono più vicine alle arti marziali e che quindi richiedono una preparazione fisica maggiore. anche il qigong ti permette di praticare senza essere in perfetta forma, ma ha il pregio di allenarti i muscoli progressivamente proprio perchè devi mantenere le posizioni per parecchio tempo quindi anche quando fai delle figure passive man mano migliori, inoltre devi avere delle intenzioni specifiche quando pratichi, devi respirare in un modo particolare, e visualizzare l'energia che scorre in un senso specifico.

mammafelice ha detto...

Interessantissimo, grazie!

Mammazan ha detto...

Ciao tesoro
ci vediamo il 26 come da accordi
Bacioni
Grazia

Paola dei gatti ha detto...

c'è un simpatico post sul mio blog che riguarda la fisica felina, sto invitando tutti i blogattari ha contribuire suggerendo nuove leggi per un post di aggiornamento da inserire giovedì
grazie

marinella ha detto...

Ok adesso vengo a vedere Paola e inizio a pensare, baci