mercoledì 11 gennaio 2012

CREMA AL WISKY

Era da parecchio che non mi dilettavo nella produzione di qualche nuovo liquore fatto in casa (limoncello a parte). Tra Capodanno e l'Epifania, quando finalmente ero riuscita a riposare un pochino, mi sono lanciata in una versione casalinga del Bai**ys.

Ho trovato in un sito inglese una ricetta i cui commenti erano parecchio lusinghieri e mi sono buttata.

Ecco gli ingredienti per circa 2,5 litri di crema al wisky

1 bottiglia di wisky (possibilmente irlandese) io ho usato un wisky comune, (l'importante è non scegliere un prodotto troppo torbato)
245 gr di cioccolato al latto di buona qualità, le note specificano che si può abbondare tranquillamente, quindi se non volete avere un resto di cioccolato che gira usatene anche 300 gr.
2 lattine di latte concentrato zuccerato
2 lattine di latte concentrato non zuccherato (questo è più difficile da reperire, io lo trovo nei negozi di prodotti etnici)
590 gr. di "heavy cream" (io ho usato della semplice panna da cucina che è più densa di quella da montare, e ne ho usati 2 brick e mezzo)
0,2 gr. di caffè solubile (io ne ho usato un cucchiaino, è molto leggero e non avevo voglia di andare a prendere la bilancina di precisione)

Procedimento
La ricetta originale dice di sciogliere il cioccolato in un pochino di wiskey, ma a me non sembrava una buona idea scaldare il wisky, per non far evaporare l'alcool.
Quindi ho messo in un tegamino la panna da cucina e il latte concentrato zuccherato e li ho fatti scaldare, ho poi aggiunto il cioccolato tagliato a pezzetti e ho mescolato bene fino a farlo sciogliere completamente.
Ho travasato il tutto in un contenitore capiente (deve poter contenere almeno 2,5 litri) e ho aggiunto il latte concentrato non zuccherato mescolando molto bene.
Ho lasciato intiepidire (si deve poter mettere un dito dentro senza scottarsi) e ho finalmente unito il wisky, sempre mescolando bene.

Fatto, basta imbottigliare etichettare e mettere in un luogo fresco.

Si consuma freddo, e la ricetta originale diceva di lasciarlo riposare almeno un mese prima di assaggiare. Quest'ultima cosa è mooolto difficile da fare, perchè è già buono appena fatto.
Se volete provare a farlo, direi che questa è la stagione migliore, visto che si può tenere facilmente al fresco anche sul balcone, inoltre non è a mio parere un prodotto tipicamente estivo.
La gradazione alcolica finale è abbastanza debole, visto che il wisky all'origine fa 40 gradi, se lo si diluisce fino ad ottenere 2,5 litri, si arriva a poco più di 10 gradi.


foto tratta da: distilleriefranciacorta.it

3 commenti:

Anonimo ha detto...

assaggiata: squisita! e dire che a me il wisky non piace... COMPLIMENTI !!!
GIULIO - Lissone - Monza e Brianza

marinella ha detto...

Grazie per l'apprezzamento Giulio, a presto

Patrizia ha detto...

caspiterina!!! purtroppo in questo periodo non posso bere alcolici ma....sta ricettina me la metto via !!! troppo buono!!!!