lunedì 11 gennaio 2010

FB

Non sono una fanatica de Face B***, si, ci sono anch'io, ma soprattutto perché lo considero un bel sistema per ritrovare delle persone che si sono conosciute in passato e che magari abbiamo perso di vista. Tendo a non aderire ai vari gruppi per questo o quello, e soprattutto non mando baci, regali, e tutte le altre stranezze che a mio parere fanno sprecare inutilmente tempo.

Se si considera che sono già abbastanza computer dipendente così, non ho certo bisogno di perdere altro tempo inutilmente.

Ma, (era chiaro che c'era un ma) l'altra sera, in un momento di ispirazione, ho rifatto un giretto su FB per cercare in particolare alcuni vecchi amici.

Non potete immaginare la mia sorpresa quando dopo aver digitato il nome di una mia carissima amica americana, persa di vista da moltissimi anni, improvvisamente vedo apparire la sua fotografia, riconoscibilissima. Era proprio lei, in carne ed ossa! La mia amica Yolanda.

Siamo andate al liceo insieme a Brooklyn, ci siamo diplomate insieme, con l'abito lungo, il cappello con il pennacchio, la toga, i fiori appuntati sul bavero, insomma quello che si vede nei film americani. Eravamo amiche per la pelle, lei è americana di origine filippina, abitavamo abbastanza vicino ed eravamo sempre l'una a casa dell'altra.
Sono stata iniziata alla cucina orientare proprio da lei e da sua mamma (che chiamavo Inang, vuol dire mamma in Togalog, uno dei dialetti filippini). Sua mamma si occupava di catering e cucinava in modo eccezionale. Anche Yolanda chiamava "mamma" (in italiano) mia mamma.

Insomma eravamo legate moltissimo, poi la vita ci ha separato, io sono ritornata in Italia, e ho fatto la mia vita, lei si è sposata l'anno successivo alla mia partenza e ha avuto ben 4 figli. Ci siamo scritte per un po', poi, man mano sempre meno, e alla fine ricevevo gli auguri per natale e poi più niente. Naturalmente era anche colpa mia, le poste erano troppo lente per uno scambio alla pari, prima di ricevere la risposta ad una domanda ci voleva almeno un mese.

Con l'avvento della posta elettronica, eravamo riuscite a scambiarci le caselle di posta, ma per qualche motivo non c'era verso di farle funzionare.
Nulla fino a l'altro ieri, quando in un ultimo stanco tentativo, ho inserito il suo nome, prima in un modo, poi in un altro, (con il fatto che gli americani hanno il secondo nome e che prendono il nome del marito una volta sposate, non si sa mai cosa usare, lei poi è separata, il cognome del marito lo aveva conservato oppure no?). Insomma improvvisamente mi appare la mia amica! ero felicissima, le ho subito mandato un messaggio e, incredibile ma vero, oggi mi ha risposto, è appena tornata dalla Giamaica dove è andata per le nozze del suo ultimo figlio!

Apparentemente, si era appena iscritta a FB con il 2010, ecco perchè non mi era apparsa in precedenza. A proposito, fa Yolanda di nome, poi usa il suo cognome e infine quello di suo marito.
Ma avrebbe potuto usare il primo nome, poi il secondo, e poi il cognome suo o del marito, insomma un casino.

Devo proprio dire che in questo frangente mi sono riconciliata con FB e visto che sono molto contenta ho voluto condividere questa storia con voi.

10 commenti:

Ernestina ha detto...

Nel tuo caso è stato un utile strumento per ritrovare un'amica, io invece mi sono cancellata, stanca di chiacchiere insulse.

marinella ha detto...

ciao Erne, in effetti io mi limito a cassare praticamente il 98% dei messaggi che mi arrivano da FB, ma mi dispiace cancellarmi del tutto, mi limito ad usare solo quello che mi interessa. Baciotti, sono ancora in fare letargica, ma il mio cervello sta iniziando a creare, speriamo di passare ai fatti presto. Baci

Il folletto paciugo ha detto...

Ciao mia cara anche io sono su FB e lo prendo come un modo di sentire gli amici lontani.

Un abbraccio Robi ;O)

graziella ha detto...

Quando un mezzo si usa bene, come nel tuo caso, perchè cancellarsi?
Anch'io ci sono su Fb ed è un modo per tenere i contatti con persone che non posso vedere tutti i giorni!

terry ha detto...

Concordo con te su FB in pieno, sul perchè anche io lo uso e quello che di FB non amo...le varie cavolate perdite di tempo!
ma anche io ho trovato un sacco di amici persi di vista ed ora è un bel mezzo per mantenere un contatto con loro, magari distanti!

:)

baci

dede ha detto...

io sono contenta di usare FB, ho ri incontrato molti ex compagni di liceo e tengo in piedi contatti con amici sparsi per il mondo a cui mi sarebbe impossibile scrivere singolarmente. l'importante è non farsi prendere la mano e passarci le nottate, ma del resto è così per tutte le cose, mica solo facebook.
ciau Marinella, a presto

Melampa ha detto...

Ma sai che è successa la stessa cosa anche a me???
In FB digitando i nomi di una famiglia che mi ospitò in California nel 1992, li ho ritrovati. Che gioia!

Gaia Marfurt ha detto...

Io su FB non ci sono, anche se a volte avrei voglia di mettermici come dite tutti voi per cercare persone che non sento da tempo...solo che mi fa un'antipatia 'sto FB! E mi viene pure da dire...ma perché le persone non si fanno un semplice blog come noi, e su internet diventano rintracciabilissime senza bisogno di questo cavolo di FB?
Ti mando un saluto dai monti bellunesi
Gaia

marinella ha detto...

Gaia, anche a me irrita il sito, ma non tutti hanno voglia di creare un blog, e poi alcuni lo fanno con dei nomi talmente di fantasia che diventa difficile, se poi pensi alle relazioni con l'estero, la mia amica non capisce l'italiano, quindi probabilmente non mi avrebbe cercato.
Ciao a presto

marinella ha detto...

Che bello Melampa, ritrovare persone care fa veramente piacere.