giovedì 4 maggio 2017

SVUOTIAMO LA DISPENSA - RISOLATTE BIMBY ALLA MIA MANIERA

Il Risolatte è una ricetta legata all'infanzia, adesso si trova nel reparto fresco dei supermercati, ma si fa veramente quasi da solo, soprattutto se si usa il Bimby, e visto che occorre veramente poco riso, è un'eccellente ricetta per utilizzare i residui rimasti in dispensa.



Ingredienti:

1 litro di latte a scelta *
110 gr. Di riso (meglio se tondo, ma anche altri andranno bene, eccetto il pareboiled)*
50 gr. Di zucchero di cocco* o di xilitolo di betulla, o di zucchero di canna chiaro
1 pizzico di sale
1 pizzico di vaniglia naturale o un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
5 gocce di olio essenziale di limone oppure un bel pezzo di buccia di limone biologico senza la parte bianca
10gr di burro o di olio di cocco *

Procedimento:

Mettere il latte nel boccale del bimby
Risciacquare il riso molto bene e unirlo al latte
Aggiungere il pizzico di sale e la buccia di limone se la usate
Cuocere 45 minuti a 90°, vel. 2, lame in senso contrario
Unire lo zucchero scelto, pescare la buccia di limone ed eliminarla, unire l’estratto di vaniglia, il burro o l’olio di cocco, cuocere per altri 5 minuti a 90°, vel. 2, lame in senso contrario.
Se avrete optato come me, per l’olio essenziale di limone al posto della buccia, è il momento di aggiungerlo. Si mette alla fine per evitare di cuocerlo e esaltare il suo sapore. Mescolare molto bene e travasare il tutto in contenitori mono porzione oppure, in quello che preferite.
Lasciare raffreddare scoperto, quindi coprire e mettere in frigorifero

L’obiettivo finale è un risolatte cremoso e aromatizzato che tenderà ulteriormente ad addensarsi col raffreddamento



Note *:
1) è possibile usare sia latte vegetale che latte di semi oleosi, vanno solo tenuti presenti i rispettivi aromi, il latte di mandorla o di cocco conferiranno il loro aroma al prodotto finale, meno evidente con il latte di anacardi o quelli di semi tipo girasole, è anche possibile usare un latte vegetale acquistato, ma in genere sono dolcificati quindi eviterei di aggiungere zucchero alla preparazione. Se scegliete latte di cocco, meglio usare quello in cartone che è meno denso in genere oppure quello fatto in casa. Personalmente mi preparo tutti i latti vegetali quindi non li dolcifico mai proprio per poter decidere come usarli.
2) la dose di riso può essere aumentata fino ad un massimo di 160 gr totali in funzione di come vi piace in genere il risolatte, a me piace particolarmente cremoso e non troppo compatto quindi uso una dose bassa, a voi scegliere quanto “risoso” lo preferite.
3) al posto della vaniglia e del limone è possibile usare atri aromi, come la cannella o il cardamomo
4) l’aroma dell’olio di cocco si percepisce, quindi tenetene conto, va bene se usate latte di cocco, e si sposa bene con la cannella
5) se usate latte di mandorla l’aroma sarà evidente, quindi è possibile omettere il limone, vaniglia e cannella sono entrambi adatti
6) se come dolcificante decidete per lo zucchero di cocco (che ha un indice glicemico relativamente basso) tenete conto che renderà la preparazione più scura, ma non compromette assolutamente il sapore. Se volete un colore chiaro meglio puntare sullo zucchero di canna chiaro o sullo xilitolo di betulla (ricordando che lo xilitolo può dare reazioni intestinali alle persone particolarmente sensibili, quindi meglio non eccedere)
7) la vaniglia naturale è sempre da preferire alla vanillina che è sempre artificiale





Nessun commento: