mercoledì 21 maggio 2008

Acqua di Rose



E anche il primo idrolato di rose è andato! ne ho fatto circa un litro, può sembrare poco, ma occorre riempire i cestello di petali di volta in volta e servono parecchie rose, per produrre questo l'ho riempito 3 volte. Non mi sembra male, non ha un profumo intensissimo, probabilmente perchè ho usato rose sulle quali era piovuto, ma mi dispiaceva perderle. Diciamo che questa volta ho un idrolato "all'acqua di rose"! Comunque l'importante non è il profumo, che può all'occorrenza essere rafforzato con una goccia di olio essenziale, ma proprio l'idrolato stesso, che ha delle proprietà emollienti e calmanti.


Se il tempo si rimette un pochino potrei sfruttare quelle che ora sono in bocciolo, anche perchè se continua a piovere come sta facendo, mi si rovinano anche i boccioli e dovrò attendere un po' prima che ci sia un'altra ondata di rose profumate in giardino. E poi non posso dedicarmi neanche alla distillazione delle altre cose, uffa!!!!




Intanto che attendevo che il vapore facesse la sua parte, ho preparato una nuova dose del mio dado vegetale, se volete la ricetta la trovate qui


6 commenti:

paola ha detto...

Interessantissima la tua ricetta del dato vegetale. Non la conoscevo. La faro' di sucuro.
Ciao
Paola

marinella ha detto...

E facile da fare, se preferisci lo puoi far cuocere anche un pochino di più, comunque io lo trovo molto pratico.

niki ha detto...

Marinella sei un pozzo di informazioni. Qui niente zucchini e finocchio ma il resto c'è. Sabato che è il mio giorno libero ci provo.
Senti, una volta aperto il barattolo, quanto dura?
Grazie Niki

dede ha detto...

è praticissima davvero, io lo congelavo ma non mi era ancora venuto in mente di trattarlo come una marmellata, adesso che l'ho imparato da te lo farò di sicuro. Merci

marinella ha detto...

Niky, il dado si conserva benissimo proprio grazie al sale, in frigorifero anche dei mesi, e anche fuori frigo, ma dipende molto da temperatura e umidità. Il sale rosa è molto delicato, e sala un pochino meno, non so bene come si comporti con la conservazione, ma visto che comunque è di origine marina (anche se da ere fa!)non credo che ci siano problemi, dovrai forse aggiustare la dose di sale. Considera che viene parecchio salato e che io primo metto il dado, poi assaggio e aggiungo sale solo se necessario. Le zucchine non sono indispensabili ma ci stanno molto bene, il finocchio è veramente un optional. se trovi per caso quelle zucchine asiatiche ovali e che pungono, secondo me vanno bene lo stesso, puoi anche aggiungerci un pochino di rosmarino e di salvia tritate eventualmente. Io lo uso anche per la minestrina speedy o per una tazza di brodo vegetale quando ho voglia di qualche cosa di caldo e non dolce. La qualità dell'olio comunque è importante. ciao baci

marinella ha detto...

Dede, in barattolo si conserva benissimo e non ruba posto al freezer, inoltre lo puoi dosare a piacimento e ne hai sempre a disposizione. prova.