domenica 9 dicembre 2007

Zenzero Sott'aceto


Come è ormai noto, sono un'amante dello zenzero, in tutte le salse.

Lo avevo già preparato una volta alcuni anni fa, con ottimi risultati, quindi mi sono cimentata nuovamente nella preparazione dello zenzero sott'aceto per il Sushi, è molto più semplice da preparare di quanto sembri.



Ho trovato la ricetta in un mio libro di conserve che si chiama: Golosità Sottovetro



Ecco cosa serve:



Per un vasetto di circa 350 ml: 250 gr. di zenzero freschissimo , sale marino, 250 gr. di aceto di riso (oppure di aceto di mele) un cucchiaio di zucchero e se lo si desidera poche gocce di colorante alimentare rosso (io non l'ho usato).



Pelare lo zenzero e tagliarlo sottile con una mandolina, mettere le fettine in una terrina a strati salandole. Lasciare macerare per un'oretta e poi scolare e mettere in un barattolo capiente.

In una casseruola mettere a scaldare l'aceto con lo zucchero.



Volendo si può aggiungere il colorante a questo punto, ma in realtà lo zenzero si colora naturalmente di rosa per reazione chimica con l'aceto, a volte di più a volte di meno, non è quindi indispensabile usare il colorante. Generalmente lo zenzero più rosa da la sensazione di essere più fresco, ma si tratta solo di un'illusione ottica.



Coprire lo zenzero con l'aceto caldo verificando che sia completamente ricoperto.

Incoperchiare e lasciate raffreddare, poi conservare in frigorifero.

Si conserva per un tempo lunghissimo, la prima volta che l'ho fatto l'ho dimenticato in fondo al frigo per oltre un anno, poi quando mi sono decisa a eliminarlo, visto che sembrava ancora perfetto, l'ho assaggiato e in effetti era ottimo. L'aceto è il sale sono una garanzia di conservazione.



Questa volta l'ho preparato aggiungendoci anche alcune foglie di Perilla rossa, raccolte subito prima che la pianta le facesse cadere. Devo dire che l'abbinamento è centrato, e che sono molto buone anche loro. Il prossimo anno se, come spero, la mia perilla ricrescerà, preparerò dei barattoli di foglie sotto aceto e sale.






12 commenti:

Morrigan ha detto...

O Marinella, che bella idea. A me lo zenzero preparato così piace tantissimo. Pensa che le volte che mi reco a Torino a una sorta di ristorante giapponese espresso (quello con il tapis roulant, per cui puoi decidere tu che cibo prendere), lo zenzero preparato in questo modo era quello che agguantavo a piene mani... buonissimo.
Il naturalista mi guarda ogni volta perplesso!
Gnam!

marinella ha detto...

Allora provaci Morrigan, vedrai che viene veramente bene, all'architetto piace tantissimo fatto in questo modo e anche a me.
Piace anche a me il ristorante giapponese con il "trenino" come lo chiamo io. In corso vittorio ne hanno aperto uno da un annetto, con un rapporto qualità prezzo molto interessante, non è il meglio che ci sia, ma si riesce a mangiare bene con poche "lire" perchè hanno un menu a prezzo fisso in cui puoi mangiare quanto vuoi. Mi capita di andarci a pranzo, e anche il pargolo ci va sovente, i ragazzi sono sempre in bolletta quindi conoscono tutti i posti dove si mangia parecchio per pochi euro. Baci e a presto.

Morrigan ha detto...

Quello che conosco io è vicino alla stazione Porta Nuova e si chiama Ginza. Bè, non è un granchè ma a pranzo, per nove euro, puoi mangiare tutto ciò che passa sul nastro trasportatore. Il naturalista quando ci va, fa a gara con alcuni suoi amici per vedere quanti "piattini" colorati fanno fuori. Mamma!

marinella ha detto...

Ma è dove andiamo noi!, Il pargolo ci va a pranzo con la donzelletta che adora il sushi, e il menu a pranzo costa circa 6 euro, la sera invece è intorno ai 12 euro, se si sa scegliere bene, si mangia decisamente meglio e con meno che da Macdonald. Baci e a presto

Donzelletta ha detto...

Pranzo 9.80 cena 16 e qualcosa :-P
E anche col "pargolo" si fa la gara di piattini !

Io adoro quel posto ^-^

Paola dei gatti ha detto...

mio figlio per natale lavorerà all'estero: sta preparando il pranzo di natale e ce lo congela, a scanso di ritrovare la famiglia intossicata dal MIO pranzo di natale!

CoCò ha detto...

Ciao marinella manco da un poco dal tuo blog ed ho trovato tante belle novità brava

marinella ha detto...

Paola, sei fortunata ad avere un pranzo di natale belle pronto, ma non ci credo che sei così negata, non avresti un figlio cuoco, a meno che la sua sia stata una scelta di sopravvivenza, ma mi sembra più una scelta di passione.

Luvi ha detto...

ho provato anche io
http://ilmondodiluvi.blogspot.com/2009/06/ginsenzenzero-sotto-aceto.html
:D Grazie

Luvi ha detto...

perchè conservi i barattoli in frigorifero, la salamoia e il sottovuoto sono più che sufficienti! te lo posso confermare per una preparazione simile con i peperoncini piccanti.
http://ilmondodiluvi.blogspot.com/2008/10/peperoncini-habanero-sott.html
dopo quanto tempo consumi lo zenzero così trattato?
Grazie

marinella ha detto...

Grazie Luvi, in effetti lo so che si conserva bene anche fuori frigo, ma visto che ne avevo fatto un barattolo grosso, mi era sembrata una buona idea. Ciao

Luvi ha detto...

:D grazie per tutte le info che mi hai dato anche su mio blog.