domenica 2 dicembre 2007

Ho finito il corso di On Zon su!!!

Bellissimo, veramente interessante, adesso devo solo digerire ed assimilare bene tutte le mappe.

Ci sono una serie di mappe sulle quali sono rappresentati tutti gli organi, solo che gli stessi organi si trovano in punti diversi di varie mappe e vanno massaggiati in modo diverso a seconda del problema che si presenta.

Il bello è che si possono trattare disturbi sia organici che emozionali ed è stupefacente vedere come in alcuni casi la risposta sia veloce.

Intanto alcune delle prime cose che succedono sono che si ottiene un bel rilassamento e che si urina molto di più, la ritenzione idrica si tratta con ottimi risultati.

Secondo le persone che ci si ritrova a trattare, è buffo vedere come alcune percepiscono delle sensazioni fisiche o emozionali mentre le si tocca, per esempio toccando punti relativi all'intestino, le persone particolarmente sensibili, hanno una "sensazione" proprio all'intestino.
A me è successo che il docente mi toccasse in un punto alla base dell'alluce e ho sentito una fitta nel punto in cui mi toccava e una puntura riflessa all'anca, nella parte morbida. Una delle mie colleghe di corso è stata presa da una crisi di pianto incontrollabile, sono cose che possono succedere, proprio per il fatto che si mettono in movimento le energie e che si iniziano a sbloccare i problemi irrisolti.
Per fare questo tipo di riflessologia ho dovuto accorciare di brutto le unghie, non devono necessariamente essere rase, ma naturalmente non si possono tenere troppo lunghe per evitare di ferire e per poter trattare con la punta dei polpastrelli in alcuni casi.

Uno dei trattamenti specifici per lo stress prevede addirittura di fare il solletico in un modo specifico e per lungo tempo, una vera tortura chinese!

Alcuni persone hanno punti veramente dolenti e questo permette in un certo senso di fare una specie di diagnosi, nel senso che si percepisce che ci sono degli squilibri energetici in alcuni organi, e quindi si può intervenire per riequilibrare. Per esempio sul tendine di Achille si può valutare la colonna vertebrale sia a livello muscolare che osseo che tendineo, ma anche il fegato, e naturalmente in funzione di quello che percepiamo sarà il colloquio con il ricevente che ci permetterà di capire se la persona che abbiamo davanti ha un problema fisico o emozionale.

La parte dell'operatore on zon su è quella di sbloccare le energie, e riequilibrare il tutto nella misura del possibile, non ci si può certo sostituire al medico, ma si può coadiuvare il suo lavoro.
Insomma, adesso mi attivo ad imparare bene le mappe e soprattutto la relazione tra gli elementi della medicina cinese e poi andrò a caccia di cavie (qualcuna è già stata reclutata ed è in trattamento).
A titolo di curiosità posso dire che un ciclo di massaggi è di circa una decina di sedute a cadenza settimanale e che ogni seduta di massaggio dura, come minimo, 40 minuti. Ci possono poi essere delle sedute di mantenimento per esempio a cadenza mensile.

1 commento:

Gata da plar ha detto...

anch'io anch'io voglio fare da cavia!!!! mannaggia la distanza!! :DDD
Ho fatto l'anno scorso un massaggio di prova di un tipo di massaggio indiano, completo, tutto il corpo dalla testa ai piedi e mi ero talmente rilassata che quando mi sono tirata su a sedere sul lettino avevo la nausea.... ho dovuto ricoricarmi e stare lì ad occhi chiusi un altro quarto d'ora!!! :D
La ragazza ha detto che sono molto ricettiva per queste cose e che so rilassarmi... Potessi farlo tutti i giorni! Un abbraccio a te e a tutte le persone che si dedicano a queste cose per farci stare bene!