martedì 30 agosto 2016

LATTE DI MIGLIO, UNA SCOPERTA INTERESSANTE

Il miglio è un cereale senza glutine, non ha particolari controindicazioni salvo se si è allergici alle graminacee, viene considerato un alimento ricostituente, ricco di vitamine del gruppo B e viene in genere consigliato a chi ha problemi di capelli e unghie.

Si usa nella sua forma decorticata, ha un'ottima resa e un costo molto ragionevole, questo lo rende un cereale interessante sia dal punto di vista della salute che economicamente.

In cucina si può usare in alternativa al riso,  al cous cous, o alla quinoa per esempio, ma se ne può ricavare anche un eccellente latte, molto vellutato, da usare in sostituzione del latte vaccino, in tutte le preparazioni che lo richiedono.



Ingredienti per circa 1 litro e mezzo di latte di miglio:            Per mezza dose 750 ml:

85 gr (1/2 cup)  di semi di miglio decorticati biologici                 1/4 di cup 40 gr ca.
1/2 cucchiaino di sale marino integrale dell'atlantico                    1/4 di cucchiaino
750 ml di acqua + 1,5 litri separati                                                 375 + 750

 Attrezzatura:

Idealmente il Bimby, ma in alternativa una pentola capiente e un eccellente frullatore
Sacchetto per filtrare latti vegetali

Procedimento:

Pesare o misurare il miglio, risciacquarlo molto bene in acqua corrente, quindi metterlo nel boccale del Bimby, aggiungere 750 ml di acqua, e il sale e cuocere per 30 minuti a 100°, vel. 2.
In alternativa fare lo stesso in un tegame capiente (il miglio tende a fare schiuma) facendo attenzione alla temperatura di cottura, se è troppo alta potrebbe portare a traboccare, quindi abbassare un po' la temperatura in quel caso.  
A cottura ultimata, il miglio avrà assorbito quasi totalmente l'acqua, e avremo una specie di porridge di miglio.
Se si usa il bimby, dare una prima frullata al prodotto ottenuto per spappolarlo, quindi unire il restante 1,5 litri di acqua gradatamente, continuando a frullare, aumentando la velocità progressivamente fino al massimo. Tenere il misurino con la mano per evitare schizzi e frullare per almeno 30 secondi.
Ripetere la frullatura per 30 secondi aumentando la velocità gradatamente, per altre 2 volte, quindi filtrare.
Se si usa il tegame, prelevare 1/3 del porridge di miglio e metterlo in un frullatore, aggiungere mezzo litro di acqua e frullare molto bene, filtrare e ripetere l'operazione altre 2 volte fino a completare il tutto.
Usare un sacchetto per latti vegetali è perfetto per questo tipo di preparazione, basta mettere il sacchetto in un boccale capiente o un misurino grande per sorreggerlo, versarci il latte. Man mano che si versa, il latte esce lateralmente, sollevare il sacchetto e far colare per gravità, oppure strizzare delicatamente, se avrete frullato abbastanza bene, alla fine del processo dovreste avere un residuo massimo di un paio di cucchiaiate di poltiglia di miglio.
Il residuo può essere aggiunto ad una qualsiasi preparazione, da una zuppa a delle polpette, quindi niente va sprecato

Il nostro latte di miglio si conserva in frigorifero per alcuni giorni, ed è perfetto da usare in sostituzione del latte vaccino, io per esempio l'ho usato per farci una bella cioccolata tiepida, approfittando della temperatura rinfrescata di questa mattina.
Per quanto riguarda il costo, 1,5 litri di latte di miglio vengono a costare intorno ai 75 cent. quindi molto conveniente, e con 1 kg di miglio si possono produrre oltre 17 litri di latte.

Per facilitare i calcoli se si usano dosi diverse, basta contare 1 volume di miglio per 6 volumi di acqua per la cottura, e poi aggiungere altri 10 - 12 volumi di acqua supplementare per finire la preparazione.  Per esempio: 1 tazzina da caffè di miglio + 6 tazzine di acqua per la cottura, e poi altre 10-12 tazzine  per produrre il latte.

Cioccolata calda di latte di miglio

Ingredienti:

Latte di miglio q.b (circa 400 ml)
1 pizzico di vaniglia
1 pizzico di cannella
2 cucchiaini di cacao crudo
dolcificante a piacere

Intiepidire il latte di miglio
aggiungere la vaniglia e il cacao e mescolare con una frusta
Versare in una tazza e spolverare con la cannella



Il grosso vantaggio di usare il latte di miglio per la cioccolata calda, è che visto che il latte di miglio risulta naturalmente vellutato, non serve addensare ulteriormente la cioccolata con altre cose per avere un prodotto naturalmente piacevole al palato.  Tuttavia se vi piace la cioccolata molto densa nulla vieta di aggiungere un pochino di arrow root per addensare, ma vi assicuro che non ne sentirete la necessità, io sono un'amante della cioccolata densa e non ne ho affatto sentito il bisogno con questo tipo di latte.

2 commenti:

Clarabella ha detto...

Mhh interessante sapere che il latte di miglio ha un aspetto vellutato.... Non ho mai provato a farlo. Io uso il chufamix per fare i latti vegetali. Ciao e buona giornata

marinella ha detto...

Ciao Clarabella, grazie di essere passata dalle mie parti, mi raccomando il miglio necessita tassativamente cottura. comunque il ciufamix va molto bene ;)