lunedì 15 giugno 2015

Fette Biscottate Bimby ai 3 cereali



Per fare queste fette biscottate occorre mettere in conto circa 4 ore per la preparazione (considerando i tempi di lievitazione)  poi, dopo la cottura, dobbiamo considerare anche del tempo di raffreddamento prima di poterlo affettare, quindi meglio organizzarzi per esempio un venerdì pomeriggio, in cui impastare, far lievitare e cuocere il pane, lascare raffreddare tutta la notte e il sabato mattina tagliare a fette regolari e infornare per altri 15 minuti circa, e avrete delle belle fette biscottate pronte per la colazione.


Fette biscottate ai 3 cereali (farro semi integrale, grano saraceno e avena in fiocchi)

Ingredienti: 

340 gr farina di farro semi integrale Bio (la acquisto in pacchi da 5 kg con un gruppo di acquisto)
95 gr farina di grano saraceno Bio
75 gr fiocchi avena Bio frullati per spezzettarli
250 ml latte (mucca, riso, avena o anche mandorla) io ho usato latte normale
1 uovo intero Bio
20 gr burro morbido Bio (oppure di olio di cocco tipo Rapunzel) si puo' omettere, ma serve per dare friabilità.
½ cucchiaino di sale marino integrale (o sale rosa dell'Himalaya)
1 bustina di lievito di birra secco (uso quello del Lidl che a mio parere è quello che va meglio)
1 cucchiaio di miele Bio (ho usato miele di castagno per finire un fondo di barattolo)

Mettere nel boccale i fiocchi di avena 30 sec. vel. 6 per spezzarli un po’, aggiungere le altre farine, il sale il lievito e mescolare.  Aggiungere il latte e il miele, impastare 1 minuto vel. Spiga, unire l’uovo, 2 minuti vel. Spiga.  Una volta l’uovo ben incorporato unire il burro in 3 volte (1 minuto vel. Spiga) aspettando che venga assorbito la prima dose per proseguire. Verificare l’impasto, deve essere morbido e leggermente colloso ma non troppo. Impastare 8 minuti vel. Spiga, poi travasare in una terrina leggermente unta di olio, livellare con una spatola di silicone e far lievitare fino al raddoppio (l’impasto deve essere sempre leggermente colloso, ma non tanto da non potersi liberare le mani facilmente) 
Il motivo di avere un impasto un po' colloso è che vogliamo mantenere un'idratazione abbondante per facilitare la lievitazione, considerando che usiamo prodotti che non avranno un altissimo contenuto di glutine.
Al raddoppio, sgonfiare l’impasto, versarlo su un tagliere molto leggermente infarinato, allargarlo in un rettangolo spolverarlo con un altro velo di farina (solo quel tanto che basta per poterlo maneggiare con le mani) e arrotolare per ottenere un salame. Foderare con carta forno uno stampo da plum cake, lasciando fuoriuscire la carta sui 2 lati lunghi ,servirà per estrarre il pane più facilmente, Io ho usato uno stampo in silicone classico, ma ho messo la carta nella parte centrale lo stesso proprio per poter maneggiare il pane senza scottarmi una volta uscito dal forno.   
Lasciar lievitare nuovamente fino al raddoppio. 
Infornare in forno statico a 180 ° per circa 30 minuti ca. (dipende dal forno), mettere una ciotola d’acqua sulla parte bassa per avere un calore umido.
Sfornare, verificare la cottura picchiettando con la mano sulla pagnotta, deve suonare come un tamburo teso, estrarre il pane con l’aiuto della carta e lasciar raffreddare su una gratella. 

Una volta completamente raffreddato tagliare le fette il più regolari possibile,  serve un buon coltello da pane a lama dentellata.
e tostarle in forno a 200 gr. fino ad ottenere una bella colorazione, circa 10-15 minuti.
 Ho ottenuto 22 fette, di buona consistenza (ne è caduta una e non si è rotta) e che sopportano bene la prova spalmatura. Non ho tostato i 2 laterali che useremo come pane.

Vanno lasciate raffreddare molto bene prima di riporle in un contenitore ben chiuso.

3 commenti:

Maria Pisacane ha detto...

Che meraviglia!

Maria Pisacane ha detto...

Che meraviglia!

marinella ha detto...

Grazie Maria ;)