lunedì 9 giugno 2008

Pollo nella terracotta

L'altro giorno avevo acquistato un mezzo pterodattilo nel negozio bio che frequento di solito. Pensate che mezzo pollo superava ampiamente il chilogrammo di peso. Lo vendono in confezioni sottovuoto spinto e si conserva molto meglio, ma naturalmente dovevo farlo andare e sullo slancio culinario di ieri ho aggredito anche lui.


Era già tagliato a pezzi ma dalla dimensione del fusello come minimo misurava un metro al garrese. Mi sono quindi inventata la ricetta seguente, che è piaciuta moltissimo.


Ho tirato fuori il cuocipollo in terracotta, e ci ho affettato al velo una grossa cipolla di tropea, su questo letto di cipolle ho accatastato i miei pezzi di pollo, salandoli e spolverandoli con erbe di toscana miste secche e olive nere liguri. Ho incoperchiato e messo nel forno caldo.

L'ho lasciato cuocere piano piano, senza aggiungere altro, ne liquidi, ne grassi, niente.


Ne è venuto fuori un pollo perfettamente cotto e saporito, accompagnato da un ottimo sughino che il pargolo ha "pucciato" come si dice da noi con il pane. Il fondo avanzato raffreddandosi ha dato una saporita gelatina che è servita oggi a pranzo per la preparazione di un risottino al volo.

Contrariamente a quanto temessi non era affatto grasso, si sarebbe visto una volta freddo e non ha praticamente dato lavoro di preparazione. Una cosa da rifare!


Sempre nessuna foto dell'opera, ma vi metto le foto di 2 contenitori perfettamente adatti per questo tipo di cotture. La mia assomiglia a quella chiara.

1 commento:

Gatadaplar ha detto...

MariBellaaaaa anch'io ce l'ho il cuocipollo in coccio!!! Solo che il mio ha una forma un pò... originale! :DDDD
Visto che mi hai dato l'idea e che avevo le foto pronte da un pò, questa sera posterò la ricetta!!!! Bacioni! =(^.^)=