mercoledì 23 aprile 2008

Nuove produzioni

Oggi, pomeriggio intenso, ho prodotto di nuovo una serie di cremine.


Ho iniziato con uno dei miei cavalli di battaglia, la crema al gelsomino, poi ho continuato con l'altra parecchio gettonata, quella all'avocado, questa volta profumata alla lavanda, il mix lavanda bergamotto della precedente versione non mi convinceva.


Poi mi sono esibita in una crema ricca per le mani al mandarino, ha un profumino veramente invitante.


Dopo di che ho pensato anche ai miei maschietti e ho prodotto una nuova crema da barba che andrà in test già domani mattina, un gel dopobarba e un sapone liquido delicato, il tutto profumato con una sinergia di sandalo, lavanda e mandarino che mi piace parecchio, adesso devo vedere cosa ne pensano i miei uomini.

Ecco le foto, questa rosa è la crema mani al mandarino, ha un profumo che mi piace molto, si assorbe benissimo e le mani diventano morbide morbide.

Nel contagocce l'olio da massaggio al gelsomino.

Nel barattolo verde la crema profumatissima al gelsomino.

L'ultima è la crema da notte all'avocado, dal vero è un pochino più verde, profumata con olio essenziale di lavanda che fa tanto bene alla pelle.

Non ho fotografato la crema da barba dell'architetto, ma è molto soddisfatto sia di quella che del gel, dice che la sua pelle è nuovamente morbida.

Il sapone liquido va anche molto bene, poca schiuma e non secca la pelle, ma occorre agitare sempre prima dell'uso perché tende a separare la base saponosa da quella degli integratori.


6 commenti:

ziamaina ha detto...

E' stato strano non leggerti per quasi una settimana; so quanto vuoto si provi quando un dolce animale come Bella lascia la vita terrena e a noi rimangono solo dei bellissimi ricordi.
Mi faceva piacere ricordarla anche da me, in qualche modo le ho voluto bene anch'io attraverso i tuoi racconti e sono certa che quando il dolore di non averla più accanto sarà stato diluito dal tempo, sarà bello ricordare che le hai donato mesi di vita felice e dignitosa.
Piango ancora (e molto) sia per Tommy, sia per tutti i gatti che ho amato e dei quali non posso più sentire nè la morbidezza del pelo, nè la dolcezza ipnotica delle fusa, ma non c'è un attimo d'amore donato a loro che non ripercorrerei, per altre mille volte, se possibile...
Un abbraccio affettuoso, bacioni :'-)

marinella ha detto...

Grazie cara, sei veramente dolce, in effetti mi commuovo ancora quando ci penso, ma in qualche modo mi ero preparata alla cosa ormai da tempo. Sto meglio, e mi manca una micia, Sibelius è più attaccato all'architetto, anche se ci facciamo lo stesso molte coccoline. E poi sono sempre io che lo curo quando ha qualche acciacco, gli taglio le ciocche di pelo infeltrito ecc... ma quando c'era Bella o prima ancora Gilda, era proprio la mia gatta, quella che sceglie proprio te, sai cosa intendo vero? Comunque malgrado tutto prima o poi mi sono sicura che sarò di nuovo scelta da una bella micia. Ciao Buona notte

niki ha detto...

Ciao Mari
sai che quando ero in Italia mi facevo le creme anch'io? Troppo divertente, con la casa che profuma di buono! QUi me lo scordo, chi si fida dei prodotti che trovi in Nepal, sono quesi tutti indiani...te li raccomando!
Tu dove hai imparato? Alla tua scuola di naturopatia? Io sono autodidatta, poi, ogni tanto discutevo con Rosario e la Sonia di Primavera life, vecchi amici di Dario e miei.
A presto Niki
P.S. ti troverai citata nel mio post di oggi!

marinella ha detto...

Ciao Nichy, le creme ho imparato a farle da autodidatta anch'io, sono partita da alcuni libbri che spiegano i procedimenti base, e poi leggo dei blog canadesi in francese. In canada sono molto avanti con queste cose e anche in francia non scherzano. Mi rifornisco di ingredienti base quasi solo in francia (via internet) e ho molti libbri di aromaterapia. La mia crema al gelsomino profuma un sacco sai, quella all'avocado è proprio idratante, adatta alle pelli secche e delicate, e la cremina al mandarino per le mani ha un profumo divino.
Vado sicuramente a vedere il tuo post, un abbraccio.

sprimacciacuscini ha detto...

Che brava. Quante nuove cose!
Sono come al solito stuzzicata dai profumi e appena finisco la tua crema, te ne chiederò un'altra! ;)

Bacio,
Rossana

marinella ha detto...

Grazie Rossana, sopratutto che come per la cucina, anche le creme naturali sono "variabili" nel senso che anche se le dosi sono quelle, una piccola variazione di idrolato, varia la crema, un olio di provenienza diversa anche, mi è successo con quella all'avocado, ho variato la provenienza dell'olio, è venuta comunque benissimo, ma diversa perchè questo olio era molto più filtrato ed è risultata meno verde del solito. Queste varianti, sono un bene, perchè non si deve usare sempre le stesse creme esattamente come non si deve mangiare sempre le stesse cose. In questo modo rimangono... diciamo vive. ciao baci