lunedì 19 novembre 2007

Aggiornamento


Grazie per i vostri messaggi, sto meglio, ho ancora un bel versamento sulla mascella, ma almeno non è più gonfio e dolente.


Questo fine settimana sono stata a Verona al corso di Micoterapia. Veramente interessante, ci sono dei funghi che fanno cose incredibili. Naturalmente è meglio usarli in prevenzione, ma è possibile anche usarli per tutta una serie di patologie e di problematiche.


Ci sono funghi che si usano come supporto alla chemio e alla radio per ridurne gli effetti collaterali, altri che servono per il diabete sia di tipo I che di tipo II, e altri che sono interessanti nelle patologie cardiovascolari. Questo solo per fare degli esempi, in realtà stanno ancora studiandoli e stanno venendo fuori sempre più usi possibili.


Visto che i funghi sono chelatori di sostanze varie e di inquinanti, è imperativo che siano coltivati in condizioni controllate per evitare che diventino trasportatori di sostanze nocive.


Certi funghi vivono in simbiosi con piante o alberi, altri sono dei parassiti, altri ancora vivono su tronchi di alberi vivi, oppure si sviluppano solo dopo che l'albero è morto, uno si sviluppa addirittura su un bruco che finisce col morire per permettergli di svilupparsi.


Ho scoperto un sacco di cose nuove, e come al solito invece di avere l'impressione di aver appreso qualche cosa, mi sono resa conto di quante cose devo ancora imparare.


Purtroppo, visto che devono crescere in un ambiente controllato e garantito, devono essere essiccati in modo da non alterarne le peculiarità e che devono essere certificati per non incorrere nel rischio di ingerire sostanze nocive, il loro costo non è esiguo. Ma è un problema comune a tutte le terapie naturali e alternative.

5 commenti:

Gata da plar ha detto...

Ciao carissima! Sono contenta che il corso ti abbia soddisfatto! Mi piacerebbe tanto provare qualcuno dei tuoi "manicaretti"... tipo... gli emollienti per le labbra... a che punto stanno? :)
Bacioni

marinella ha detto...

Ciao Bella, i miei manicaretti sono in travaglio, sono riuscita ad infilare il balsamo nei contenitori con il pennellino, non colora tanto, ma è molto emolliente, è pieno di un sacco di buone cose, e mi sembra interessante anche se non rimane molto omogeneo ed è meglio dargli una mescolatina. Non ci ho messo cera nel timore di non riuscire a metterlo nel flacone, ma questo compromette l'effetto estetico del prodotto. Domani faccio un'altro tentativo e poi ti dico. Al momento comunque ne ho 10 pezzi che sono ottimi da usare al posto del burro cacao. Non ho ancora preparato le creme perchè sto aspettando di ricevere dall'inghilterra un conservante naturale a base di agrumi che mi sembrava molto interessante. Per il momento mi sono dedicata a fare dei sali aromatizzati da cucina, al ginepro e cranberries, alla rosa e bacche rosa, alle alghe e aromi, e ai funghi porcini. Domani mi metto anche a fare il liquore al cioccolato. baci

Gata da plar ha detto...

Faccio volentieri da cavia!!! Come possiamo metterci d'accordo? tipo per pagare ecc.? :)
Anch'io ho fatto tempo fa il liquore di cioccolato, era venuto tipo un budino denso alcolico che ti faceva andare in paradiso ma ti stendeva per 3 giorni con certe sbornie!!!! :DDDDD
... devo ritrovare la ricetta...

marinella ha detto...

Gata, mandami una mail, trovi il link dall'altra parte in alto, così mi dai il tuo indirizzo e io ti spedisco una busta. Per la ricetta del liquore, la trovi da me sotto l'etichetta bevande se non erro, in effetti viene molto denso, ma devo dire che è una meraviglia, io adoro il cioccolato al liquore!!!! baci

Gata da plar ha detto...

Fatto!!! (ti ho mandato la mail e ora cerco la tua ricetta!)
=(^.^)=
Baci