lunedì 30 maggio 2016

MARMELLATA DI FRAGOLE ALLA VANIGLIA

In questi giorni la produzione di fragole in giardino è al suo massimo e si presenta anche abbondante, tempo permettendo dovrei poterne raccogliere ancora parecchie, ma intanto ne approfitto per preparare dell'ottima marmellata, o confettura che dir si voglia, visto che marmellata è improprio e sarebbe indicato solo per gli agrumi.


Ingredienti per 4 barattoli da 400 gr. ca.

1kg di fragole pulite (io ho usato quelle del giardino)
300 gr. di zucchero di canna biologico chiaro (per non alterare il colore del prodotto finito)
1 busta di Fruttapec 1/3 (ci permette di usare meno zucchero mantenendo la gelatinizzazione)
Mezzo cucchiaino di vaniglia naturale in polvere
5 gocce di olio essenziale di limone
Il succo di un limone biologico

Procedimento:

Pulire bene le fragole e metterle in una pentola a fondo spesso
Io le lascio intere tanto poi passo il frullatore ad immersione
Versarci sopra la busta di pectina e mescolare bene, 
Uso volentieri la pectina perché non è un prodotto chimico, viene estratta dalla bucce degli agrumi e dalle mele e mi permette di gelatinizzare in modo ottimale, evitando di stracuocere la frutta, in questo modo rimane molto più fragrante.  Inoltre si usa meno zucchero, non si riduce il volume della frutta con una cottura troppo lunga e la marmellata rimane di un bel colore acceso e con maggiori proprietà
Il Fruttapec 1/3, ci permette di ridurre la dose di zucchero a soli 300 gr. per ogni kg di frutta

Portare a bollore per circa 3 – 5 minuti, il tempo che le fragole emettano il loro succo, passare le fragole al frullatore ad immersione per disfarle completamente, unire lo zucchero, la vaniglia, il succo di limone e l’olio essenziale.
Naturalmente è possibile aromatizzare anche in altri modi, ma io amo l’abbinamento vaniglia limone.

Riportare a bollore, per un paio di minuti, il tempo per far sciogliere completamente lo zucchero, e la marmellata è pronta per essere invasata.
Usare barattoli ben puliti e sterilizzati, io in genere li lavo in lavastoviglie alla massima temperatura e ci passo dentro un giro di alcol da liquori  che sterilizzerà tutto, naturalmente occorre metterci il coperchio e agitare bene, poi i coperchi si lasciano scolare. Non ha importanza se il barattolo rimane velato di alcol, non si sentirà assolutamente nella marmellata.
Invasare a caldo, chiudere e rigirare il barattolo sotto sopra fino a che non si formi il vuoto, lasciar intiepidire prima di rigirare il barattolo, verificare che il vuoto si sia formato schiacciando al centro del coperchio, deve essere ben convesso. Scuotere leggermente per far depositare la marmellata in fondo  al barattolo evitando una bolla d’aria anti estetica alla base del prodotto.
Una volta completamente freddo, pulire eventualmente l'esterno da possibili schizzi e etichettare

Con questa dose ho ottenuto circa 4 barattoli  da 400 ml ca.(quelli standard) Nella foto è pronta per essere invasata.



E per chi desidera ecco anche un'etichetta pronta da usare, basta inserire la data
Non l'ho fatta io, l'ho presa in rete in un sito dove si possono avere gratis ;)



Nessun commento: