giovedì 13 agosto 2015

CRACKERS DI QUINOA ALLE ERBE

Ho appena sperimentato questa ricetta di crackers a base di quinoa cotta, che secondo me sono molto interessanti, occorre solo tostarli molto bene perché rimangano friabili.

Ricetta molto semplice che puo' essere usata anche per utilizzare un avanzo di quinoa che non sapete come far fuori o che vi è venuta un po' troppo cotta.  

Ingredienti:

2 cups di quinoa cotta
1/4 di cup di semi di chia 
4 cucchiai di acqua 
sale e pepe a piacere
erbe e/o spezie fresche o secche a piacere (io ho usato dell'origano e del rosmarino)

Il vantaggio di questa ricetta è proprio che puo' essere declinata in mille modi.

Mettere la quinoa cotta in un robot da cucina con i semi di chia e l'acqua e azionare l'apparecchio, unire il sale e il pepe e le spezie a piacere azionare nuovamente l'apparecchio e frullare fino ad ottenere un impasto omogeneo. I semi di chia sono essenziali in questa ricetta in quanto servono proprio ad aggregare il tutto proprio grazie al loro potere gelatinizzante. (In alternativa, si potrebbe usare un paio di albumi, ma va ridotta l'acqua di conseguenza per non ottenere un impasto troppo molle, vogliamo ottenere un impasto simile a quello del pane per capirci.

Estrarre l'impasto dal robot, compattarlo e dividerlo in 2, mettere la prima parte su un foglio di carta forno ricoprirlo con un secondo foglio e, col mattarello,  stendere la pasta il piu' sottile possibile.
Se occorre sollevare il secondo foglio di carta forno e riposizionarlo in modo da aiutarsi a stendere il piu' sottilmente possibile la sfoglia (un millimetro e mezzo o 2 al massimo).

Una volta steso, togliere il foglio di carta superiore, con una rotella da pizza tagliare i crackers della misura desiderata, e infornare in forno caldo a 180° per 25 - 30 minuti o fino a che i crackers non risultino ben dorati (devono diventare un po' scuretti, è importante per evitare che risultino troppo duri o addirittura gommosi, nel caso notiate che una volta sfornati quelli piu' all'interno siano rimasti un po' poco croccanti, si possono tranquillamente rimettere in forno per qualche minuto.
Ripetere l'operazione con il secondo pezzo di impasto.

Lasciar raffreddare completamente prima di conservarli in una scatola di latta per mantenerli friabili e croccanti.



La quinoa puo' essere sostituita anche da un avanzo di riso integrale cotto, è possibile aggiungere un mix di semi tipo girasole, sesamo,  anche zucca, o lino, ma i semi di chia vanno mantenuti proprio per la loro proprietà aggregante (salvo sostituirli con albume).

NOTA: se partite da quinoa cruda, per ottenere 2 cup di quinoa cotta dovete partire da 2/3 di cup di quinoa cruda, che va lavata molto bene e lasciata almeno un'oretta in ammollo con acqua e mezzo cucchiaio di aceto o succo di limone, per facilitare l'eliminazione delle saponine che ricoprono la quinoa e che le conferiscono un sapore amaro quando mal risciacquata.
Cuocere la quinoa con il doppio del suo volume in acqua (1/3 di cup di quinoa + 2/3 di acqua daranno 1 cup di quinoa cotta, il doppio per ottenere 2 cups)  la quinoa cuoce in circa 15 - 20 minuti, in genere basta portarla a bollore per circa 10 minuti e poi spegnere e coprire la pentola, quando avrà assorbito tutto il liquido è cotta.

Ricetta adatta per la FMD F3 (4 porzioni) oppure F1 se si sostituisce la chia con l'albume (ricordare di ridurre l'acqua di conseguenza) in questo caso le porzioni sarebbero 2.
Questi crackers si prestano ad essere usati con dell'hummus o del guacamole o altri tipi di intingoli, proprio perché non sono troppo fragili.

Nessun commento: