lunedì 11 maggio 2015

Pannacotta al latte di cocco e ai lamponi

Sperimentando ricette senza lattosio ho trovato questa ricetta di pannacotta al lampone che mi sembra parecchio iteressante, naturalmente puo' essere declinata in diversi modi e anche dolcificata con xilitolo o stevia per alleggerirla 

Dose per 6-8 porzioni (in funzione dei contenitori)
adatta per FMD - F3-F4, Paleo, senza Lattosio e senza glutine

1 cucchiaio di gelatina alimentare in polvere (la colla di pesce, io uso una gelatina che acquisto in Inghilterra, ottenuta da animali allevati ad erba, ma una comune gelatina alimentare in polvere andrà benissimo, e sicuramente anche quella in fogli, solo che forse serviranno delle prove per definirne il dosaggio preciso)
750 ml di latte di cocco
170 gr. di lamponi
1 pizzico di vaniglia naturale o un cucchiaino di estratto di vaniglia naturale liquido
1 pizzico di sale
60 ml di miele  naturale non pastorizzato, o 1/4 di cup di xilitolo di betulla, (eviterei lo zucchero di cocco o il muscovado solo per un problema di colorazione, visto che tendono a scurire particolarmente i cibi nei quali vengono usati)

Se usate la gelatina in polvere come me, preparare una ciotola con 120 ml di acqua nella quale spolverare la gelatina per farla ammorbidire e gonfiare (circa 5 minuti)
Nel frattempo frullare i lamponi molto bene con il latte di cocco, (se preferite una panna cotta senza semini, una volta ben frullato il tutto, passare la preparazione al setaccio per eliminare i semi)

Scaldare l'acqua con la gelatina, evitando di portarla a bollore (eviterà di prendere odore), unire il miele o il dolcificante prescelto fuori dal fuoco, aggiungere anche il pizzico di sale, mescolare bene, quindi unire la gelatina alla preparazione di cocco e lamponi, mescolando molto bene e aggiungendo anche la vaniglia.

Porzionare in 6 o 8 contenitori e mettere in frigorifero a far rassodare.

Vi metto la foto del tipo di gelatina che ho usato, come vedete si tatta di un prodotto che viene anche promosso per la cura delle cartilagini




2 commenti:

Valentina ha detto...

Ciao, posso chiederti dove hai preso in Italia la gelatina per joint care di quella marca?
La usavo a Londra (la prendevo come integratore) ma non l'ho mai trovata in Italia! Grazie :)

marinella ha detto...

Valentina, la ordino su amazon e arriva dall'Inghilterra infatti, da noi non si trova che io sappia