venerdì 10 agosto 2018

CROSTATA AI DUE CIOCCOLATI SENZA GLUTINE E SENZA COTTURA

Questa crostata senza cottura mi è venuta in mente perché avevo del cioccolato bianco da usare, inoltre volevo sperimentare una base senza cottura che non fosse a base di biscotti tritati ed ecco il risultato.



INGREDIENTI PER UNA CROSTATA RETTANGOLARE DI 35 cm x 11 cm

Per la base:

200 gr di farina di mandorle
100 gr di olio di cocco/ghee/burro
50 gr zucchero di cocco
1 pizzico di sale

Per il ripieno

200 ml crema di cocco densa o in alternativa di panna
300 gr di cioccolato bianco
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia naturale

Per la decorazione:

Frutta fresca a piacere
Granella di pistacchi

Procedimento:

Mettere in una terrina la farina di mandorle, aggiungere lo zucchero di cocco e mescolare, aggiungere il pizzico di sale, setacciare il cacao in polvere e mescolare bene il tutto.
Fondere l'olio di cocco e aggiungerlo alle mandorle mescolando molto bene, il composto deve sembrare sabbia bagnata e deve compattarsi se compresso.

Foderare la base dello stampo da crostata con un foglio di carta forno, servirà per facilitare l'estrazione dallo stampo.

Distribuire il preparato per la base a cucchiaiate e premere bene col dorso del cucchiaio, una volta riempito bene il fondo, mettere un po' di impasto tutto intorno ai bordi; ho trovato che veniva più facile farlo, preparando dei salamini di impasto pressandoli tra le dita, in questo modo è più semplice far aderire l'impasto sui lati dello stampo. 
Una volta ben foderato lo stampo, metterlo in frigorifero



Preparare la ganache di cioccolato mettendo a scaldare la crema di cocco o la panna, aggiungere il pizzico di sale e l'estratto di vaniglia naturale, quando è calda unire il cioccolato bianco a pezzi e mescolare fino a completo scioglimento.

Estrarre la crostata dal frigo, colarci dentro la ganache di cioccolato bianco, e rimettere in frigo fino a completo raffreddamento e solidificazione.



Una volta completamente solido, decorare con frutti rossi a piacere, qualche fogliolina commestibile, io ho usato delle cimette di verbena odorosa
e della granella di pistacchio. 
Per facilitare l'estrazione dallo stampo potrebbe essere utile passare la crostata per qualche minuto in congelatore, in questo modo sarà più semplice, basta smuovere il fondo delicatamente, il bordo si staccherà dalle pareti. Fare quindi scivolare la crostata sul vassoio di servizio eliminando il fondo metallico e la carta forno.



Note: 

Il cacao crudo ha un sapore molto intenso e ricco anche se il colore è meno intenso, una volta che inizierete ad usare quello non ne vorrete usare altro.

Questo stampo da crostata è molto simpatico da usare, si possono tagliare fette rettangolari oppure spicchi e vengono almeno 6 porzioni. Occorre avere un vassoio di servizio che abbia una lunghezza sufficiente (almeno 38 cm di lunghezza)

Nessun commento: