venerdì 30 ottobre 2009

Proteggersi dalle infezioni virali

Sul suo letto di Morte, Louis Pasteur, l'uomo che ha scoperto i virus e i batteri e poi inventò il primo vaccino, disse: "il microbo non è niente, il terreno è tutto!"

Perché? perché il nostro "terreno" (le nostre difese immunitarie, le nostre capacità antiossidanti e anti infiammatorie) è generalmente molto più potente di quello dei virus e dei batteri. Adesso che siamo bombardati da informazioni varie sull'influenza suina, è tempo di non dimenticare questo messaggio essenziale.

Nel corso dell'epidemia di Spagnola nel 1918, alcuni resistettero molto meglio di altri. Oggi molti studi hanno dimostrato l'importanza di vari fattori che contribuiscono a rafforzare il nostro terreno contro le infezioni virali.

Il sonno: dormire almeno 8 ore per notte divide per 3 il rischio di sviluppare un raffreddore in seguito all'esposizione a un virus (raffrontato con le persone che dormono 7 ore o meno). Quindi se ne avete la possibilità, profittate al massimo del sonno come se si trattasse di un farmaco antivirale.

L'attività fisica: un'attività fisica moderata (per esempio camminare 30 minuti 5 gg. su 7) stimola il sistema immunitario e aumenta notevolmente la resistenza alle infezioni.

L'alimentazione quotidiana:
  • riducete gli alimenti zuccherati o a base di farina bianca e tutti i grassi in genere. Usate di preferenza olio di Oliva extra vergine o olio di colza bio. Oppure aggiungete dell'olio di lino all'olio di Oliva per aumentare l'integrazione di omega 3. (l'olio di lino è deperibile va conservato in frigo)

  • aumentate, fino a moltiplicarle per 7, le vostre porzioni di verdura e frutta quotidiane. I cibi antiossidanti e anticancerosi sono anche ottimi antivirali. (perché contengono flavonoidi e polifenoli) Mangiate aglio, cipolle, scalogni, ricordando che durante la prima guerra mondiale, ma anche in molti paesi dell'est, si consumava aglio crudo per proteggersi dall'influenza.

  • Consumare broccoli, cavoli e funghi (pleurotus, reishi, maitake, shitake) che sono usati negli ospedali giapponesi per stimolare il sistema immunitario. Esistono degli integratori a base di questi funghi nel caso abbiate difficoltà a reperirli nei negozi di prodotti naturali.

  • bevete te verde, da 3 a 6 tazze al gg., meglio se lontano dai pasti (per non ridurre l'assorbimento di fero). Le epigallocatechine gallate contenute nel te verde sono ottimi antivirali. Uno studio americano ha dimostrato che riducono di un terzo il rischio di sviluppare l'influenza.

  • aggiungere spezie e erbe mediterranee (origano, timo, curcuma) ai pasti di tutti i gg. per aumentare l'effetto antivirale e antiinfiammatorio. E' interessante notare che quello che rafforza il nostro terreno funziona indiscriminatamente contro tutte le malattie di cui desideriamo tenerci lontano.

  • mantenere il nostro intestino in condizioni ottimali, prevenendo la disbiosi e migliorando la flora batterica intestinale è anche importantissimo, occorre ricordare che è proprio il metabolismo della nostra flora intestinale a nutrire il nostro sistema immunitario.

Pasteur aveva avuto un intuizione geniale : il terreno è tutto...


(Parzialmente tratto dalla newletter di David Servant Shreiber - ricercatore francese-)

12 commenti:

stelladisale ha detto...

ci vorrebbe così poco a stare tutti meglio se solo la gente capisse l'importanza di una buona alimentazione... io aggiungerei anche le alghe, la klamath soprattutto è un ottimo antivirale, ma anche altre aiutano, l'himantalia è buona anche da mangiare...
sempre interessante passare di qua :-)

Il folletto paciugo ha detto...

Io in questo periodo prendo anche degli oli polinsaturi e cerco di mangiare frutta e verdura di stagione....grazie degli ottimi consigli ciao ciao :O)

marinella ha detto...

Folletto, occhio agli oli polinsaturi, nel senso che occorre fare attenzione a rispettare le proporzioni tra omega 3 e omega 6, forzando sui 3. Tendiamo a privilegiare un po' troppo gli omega 6, che sono si indispensabili, ma devono assolutamente essere bilanciati per non far danni.

marinella ha detto...

Stella, la Klamath fa benissimo, non è solo antivirale, è un ottimo antiossidante, serve per riparare la mucosa intestinale danneggiata e anche come chelatore di metalli pesanti. Una vera miniera d'oro.
Le alghe basta solo imparare a consumarle sono molto gradevoli, io le aggiungo anche quando cucino il pesce il gusto ne guadagna

Luca and Sabrina ha detto...

Molto interessante, certe cose non le sapevamo. Dell'aglio ne eravamo a conoscenza, un ricordo della mia infanzia è legato al fatto che mio zio mangiasse l'aglio puro insieme ad un bicchiere di latte caldo. Buono a sapersi che broccoli e funghi ad esempio hanno di queste proprietà, idem il tè verde. A proposito di tè verde conosci delle controindicazioni? Mi interesserebbe saperlo! Pasteur aveva pienamente ragione, il terreno è l'elemento più importante! Non faremo il vaccino nè Luca nè io, ma continueremo ad avere cura di noi con metodi naturali e non aggressivi!
Grazie per questo post e buon fine settimana
Sabrina&Luca

Ernestina ha detto...

Grazie per i tuoi consigli, sono preziosi! (come sempre!)
ciao

marinella ha detto...

Luca e Sabrina, non mi risulta ci siano specifiche controindicazioni al te verde, naturalmente mi riferisco ad un prodotto biologico, quello comune è sospettato di essere sempre più inquinato. A parte questo naturalmente occorre valutare eventuali reazioni allergiche individuali. Comunque se lo si vuole usare come integratore e antiossidante, oltre a berlo, meglio supprementarlo con un buon prodotto in capsule. Ciao Baci

marinella ha detto...

Grazie a Te Erni, per essere passata da queste parti. Baci

anna the nice ha detto...

in questo momento in cui mio figlio si è beccato l'influenza non so di che tipo... capita a proposito il tuo post.
Non so perchè ma mi tranquillizza e fa pensare a tutte le volte che dico che appena inizio una dieta mi becco qualcosa.
Cavoli che paura però questo virus che va in giro. Ha dei sintomi violenti che fanno paura. speriamo che vada via presto.
Anna
p.s. appena avrò tempo metterò un link a questo tuo post perchè lo ritengo molto interessante

marinella ha detto...

Anna, le diete, se non sono più che equilibrate, indeboliscono il sistema immunitario, perchè ci mancano delle sostanze importanti, ecco perchè tendi ad ammalarti. Probabilmente ti basterebbe fare una bella cura rimineralizzante e eventualmente assumere degli integratori vitaminici durante la dieta stessa. Per quanto riguarda il virus, è si contagiosissimo, ma non è poi così pericoloso se si è in buona salute. Non ti preoccupare. Baci

Il folletto paciugo ha detto...

Grazie mille del consiglio.
Prendo una perla al giorno di olio di ribes nigrum (?)almeno fino a quando questo malessere se ne va.

Un abbraccio :O)

marinella ha detto...

Streghetta Folletta, l'olio di ribes nigrum è in effetti equilibrato in omega 3 e omega 6, solitamente viene usato come anti infiammatorio, al posto della tintura madre che essendo a base alcolica a volte da fastidio. Il dosaggio dipende dal produttore, le marche migliori sono dosate a 500 mg e se ne prendono da 2 a 4 al gg. Se sono dosate in modo minore, occorre aumentare il numero di capsule. Con questi dosaggi si può andare avanti per lunghi periodi. per periodi brevi, si può arrivare a prendere fino a 5 - 6 g. al gg. da ridurre con il miglioramento della sintomatologia. Se lo prendi come prevenzione influenzale, va bene, ma io ci aggiungerei anche rame e oscillo***num. Magari ci sentiamo in privato per maggiori dettagli.
Baci