venerdì 8 maggio 2009

Il miele - piccoli trucchi


Cucinare con il miele:


Quando si sostituisce lo zucchero con il miele nelle varie ricette, occorre ricordare che il miele zucchera in modo diverso, per iniziare meglio usare ricette che prevedano già questo ingrediente in origine, comunque con un minimo di sperimentazione lo si può usare tranquillamente per sostituire lo zucchero almeno parzialmente.


Nelle cotture al forno:

sostituire metà dello zucchero previsto nella ricetta con del miele,

ridurre leggermente la temperatura del forno per evitare che il dolce scurisca troppo,

per ogni tazza di miele utilizzato ridurre il liquido richiesto di un quarto di tazza (una tazza di miele equivale a circa 230/250 ml in volume e a circa 320 gr di peso)

Aggiungere 1/2 cucchiaino di bicarbonato

Considerare che il miele è ricco di fruttosio, quindi ha un potere dolcificante maggiore, questo permette di ridurre il quantitativo di zucchero della ricetta.

Quando si misura il miele con un cucchiaio, velare leggermente il cucchiaio con una goccia di olio tra una cucchiaiata e l'altra, questo permetterà al miele di staccarsi meglio dal cucchiaio.


Conservazione

Il miele si conserva a temperatura ambiente

Conservarlo in frigo accelera la cristallizzazione

La cristallizzazione è un fenomeno naturale e non pregiudica la conservazione del prodotto, anzi, alcuni tipi di miele rimangono allo stato liquido per pochissimo tempo, per esempio il miele di tarassaco.

Il miele in un barattolo sigillato può rimanere stabile per anni, tuttavia tenderà a scurire e a perdere aroma e sapore nel tempo. Questo processo dipende anche dalle temperatura e questo rende molto difficile stabilire una data di scadenza per questo prodotto. Per praticità solitamente si stabilisce una data di scadenza di due anni, ma non lasciatevi condizionare dalla data l'ideale è assaggiarlo.

Se il miele si è cristallizzato basterà mettere il barattolo a bagno maria in acqua calda fino a scioglimento, oppure mettere il barattolo aperto in microonde mescolando ogni 30 secondi fino a scioglimento. Attenzione a non farlo bollire.


Colore e aroma

Il colore e il sapore del miele cambia a seconda del tipo di fiore che è stato visitato dalle api in cerca di nettare, il colore può variare da quasi trasparente ad un ambra carico e l'aroma da molto delicato a molto marcato, come regola generale più il miele è chiaro più il gusto è leggero, più è scuro più è forte. In genere il miele più scuro tende anche ad essere più ricco di minerali e antiossidanti.


Una cucchiaiata di miele aiuta!

Attenua il mal di gola provocato da varie cause

In caso di gola infiammata per virus influenzali, provate un cucchiaio di miele mescolato con alcune gocce di succo di limone

9 commenti:

dede ha detto...

il micro onde va benissimo, ma occorre fare molta ma molta attenzione alla temperatura, io ho ancora adesso il rimorso di aver scottato il palato di una amica di mia figlia con un croissant ripieno di miele messo per pochissimi secondi a scaldarsi nel micro. Di fuori sembrava normale, ma dentro era metallo fuso

marinella ha detto...

Verissimo Dede, comunque in questo caso si tratterebbe di sciogliere un vasetto di miele quindi il quantitativo è assai maggiore di quello di un croissant. Nel micro onde le quantità fanno molta differenza, se poi si considera che scalda da dentro verso il fuori immagino quello che doveva essere quel croissant. baci

Emilio ha detto...

http://deciloquequierass.blogspot.com/

Good Bloog my friend!! Congratulations!!

good luck!! See you!

marinella ha detto...

Thank You Emilio, muchas gracias.

Gunther ha detto...

complimneti informazioni molto utili per qunti vogliono sostituire il miele con lo zucchero e non sanno come fare

marinella ha detto...

Verissimo Gunther, anche se naturalmente occorre sempre ricordare che tutti gli zuccheri andrebbero limitati moltissimo per definizione. Comunque come compremento a quanto detto dovrei anche aggiungere che visto che si tratta di un alimento completo in quanto tale, ci sono molti specialisti che considerano che andrebbe consumato assolutamente da solo, al cucchiaio. Ciao

cristina ha detto...

ciao, sono cristina. trovo il tuo blog molto interessante... grazie per i consigli sul miele, anch'io ultimamente lo preferisco allo zucchero, soprattutto per dolcificare i dolci...
ciao :)

marinella ha detto...

Grazie Cristina e benvenuta dalle mie parti, mi raccomando usa solo miele di ottima qualità e di produzione possibilmente bio è veramente importante. Ciao

ventodebora ha detto...

Hai un blog molto interessante, molto bello, complimenti!
C'è di che leggere e imparare, grazie.

Cristina

http://cristinamarsi.blogspot.com/