giovedì 16 aprile 2009

Oli essenziali - uso alternativo

In questi giorni mi sto dando alla pittura (non sulle pietre) si tratta di pittura murale!


Ieri ho dato una mano di bianco speciale anti umidità, che purtroppo, è diluita all'acqua ragia.

Io odio l'acqua ragia sia per l'odore che per il fatto che poi occorre smacchiarsi con lo stesso prodotto.

Ragionando sul fatto che quando mi capita di travasare gli oli essenziali, se ne cascano delle gocce sulla tela cerata, questa si scolora (nel migliore dei casi) o si arriccia, ho tentato di smacchiarmi le mani con l'olio essenziale di lavanda!


Funziona benissimo! La lavanda si può usare tranquillamente pura sulla cute, lascia un ottimo profumo e toglie benissimo le macchie di vernice dalle mani (e anche dai piedi), ne bastano poche gocce direttamente in loco e poi si strofina con le dita. Mani pulite e profumate in un amen.



Si possono usare anche altri oli essenziali, ma pochi sono delicati abbastanza da poter essere usati puri sulla pelle. Naturalmente valgono sempre le solite precauzioni d'uso con gli oli essenziali, fare un test di tolleranza nell'incavo del gomito o all'interno del polso, se non compaiono arrossamenti la nostra pelle li tollera. Inoltre occorre anche considerare che visto che si andrà ad usare una dose forse anche abbondante di olio essenziale e che questo penetra attraverso i pori, meglio rimanere su oli poco "impegnativi". Come sempre prima di fare esperimenti rivolgetevi ad un aromaterapeuta di fiducia e evitate il "fai da te".

6 commenti:

valverde ha detto...

Marinella a leggerti mi è venuta in mente un'idea balzana e allora ...provo a chiedertelo ,se lo sai..grazie! Secondo te potrei mettere delle gocce di oli essenziali tipo lavanda, neroli , limone...dentro la vernice?
Ti spiego: stiamo imbiancando con tempera bianca non lavabile (cioè la vecchia tintura a calce che non diventa plasticata) il muro interno della stalla, non deve essere un lavoro di bellezza ma solo perchè il muro in cemento grigio è ancora scuro dallo sporco che lo ha tinto negli anni.
Non rifacciamo l'intonaco in quanto non esiste : é solo cemento liscio nudo e crudo! Noi lo abbiamo stuccato ma prima pulito e grattato con spazzole di acciaio e poi lavato con acqua e detersivo. Quindi lo stiamo verniciando di bianco per dare luce. MA quando verniciamo ritorna fuori l'odore di stalla...e allora ho pensato: se metto dell'olio essenziale dentro la vernice e mescolo poi pitturo, secondo te porta via un pò l'odore?La tempera bianca è diluita con acqua.
grazie e scusa la lunghezza..baci val

marinella ha detto...

Val, non ho esperienza diretta, ma io proverei usando essenze più potenti, tipo pino, rosmarino e simili, temo che lavanda, limone o neroli non siano sufficienti a togliere l'odore di stalla.
Il problema sarà sicuramente cercare di mescolare l'olio essenziale in una sostanza a base acqua, ma mescolando bene e ripetendo più volte, visto che la vernice è densa dovrebbe funzionare. Dovresti se non altro ottenere la disinfezione della stalla, forse il profumo non rimarrà a lungo ma potrebbe contrastare l'odore. Tuttavia temo che buona parte dell'odore derivi dal suolo, forse il battuto non è stato sufficiente. baci e fammi sapere

marcella candido cianchetti ha detto...

grazie non sapevo buona giornata

PAOLA DECORARTE ha detto...

Oh, che bello!
Sembra un post fatto per me....
Che bel campo di lavanda! Stiamo provando anche noi a seminare piantine come ti accennavo e abbiam provato anche a piantare alcune talee, vedremo come vengon su! Interessante quest'altra facoltà dell'olio di lavanda! Brava Marinella!
E ovviamente grazie mille x il tuo dono alla mia iniziativa e per aver fatto girar parola!
Ti terrò aggiornata!
Un abbraccio virtuale
Paola

paola ha detto...

Che bel campo di lavanda !
Ciao
Paola

valverde ha detto...

grazie cara per le dritte..proveremo e ti farò sapere, ciao val