mercoledì 24 luglio 2019

STIR FRY

Gli stir fry sono ricette orientali di verdure e proteine saltate velocemente in una padella ampia a fuoco vivace, in genere si una uno wok, ma si può usare anche una padella anti aderente bella grande, in modo che i cibi saltino rapidamente, senza stufarsi.  Le verdure in genere rimangono al dente e le proteine scelte cotte, tenere e brillanti.



Per preparare uno stir fry, occorre decidere quale proteina usare, in genere pollo o manzo, ma è possibile usare il tofu (se vi piace).

L'ordine delle cose è : per prima cosa si prepara una marinata, poi si prepara una salsa che servirà da condimento, si affetta la carne a listarelle, si affettano le verdure e infine si fa saltare tutto in padella.

Ingredienti per la marinata:

125 ml di salsa di soia o di tamari (il valore di un vasetto di yogurt)
60 ml ca. di vino di riso da cucina o in alternativa del marsala secco andrà benissimo
1 cucchiaino colmo di bicarbonato
2 cucchiaini di amido di manioca o in alternativa di amido di mais

Mescolare bene tutti gli ingredienti e mettere da parte 

Preparare la carne:

La carne prescelta deve essere affettata sottilmente nel senso trasversale alla trama, questo garantisce che a fine cottura risulti ben tenera.  Una volta affettata, unirla alla marinata, mescolare molto bene e tenere da parte fino al momento di cuocere.

Preparare le verdure:

Si possono usare diversi tipi di verdure, nel mio caso ho usato 1 bella cipolla, 2 spicchi di aglio, 2 peperoni rossi e 1 giallo. La cipolla e l'aglio sono essenziali, oltre ai peperoni è possibile aggiungere dei funghi affettati, delle foglie di spinaci, dei piselli mangia tutto. Io ho fatto una versione base con solo i peperoni oltre alla cipolla e l'aglio.



Affettare la cipolla a listarelle e mettere da parte, tritare gli spicchi di aglio e mettere da parte, pulire i peperoni, tagliarli a quadretti e metterli da parte.



Tritare finemente anche la parte verde di un cipollotto e metterla da parte per la decorazione finale

Preparare la salsa di condimento:

Mettere in una ciotola 125 ml di salsa di soia scura o di tamari
Unire 1 cucchiaio di zucchero o di xilitolo di betulla (se non volete usare zucchero)
La ricetta originale prevede abbondante pepe, io non lo posso usare perché mio marito è allergico quindi ho messo  un po' di peperoncino piccante.
Mescolare bene il tutto e mettere da parte

A questo punto siamo pronti per cucinare.

Procedimento:

Mettere la padella sul fuoco con un paio di cucchiaiate di olio evo, quando è ben caldo, metterci l'aglio tritato, dare una girata e aggiungere le cipolle.  Mescolare bene e far dorare leggermente, non devono stufare ne colorirsi troppo, devono solo iniziare ad imbiondire.  Spostare le cipolle sui bordi del tegame e versare nel mezzo la carne marinata. Rosolarla bene da un lato e poi girare in modo che le listarelle si dorino anche dall'altro lato.  Mescolare anche le cipolle con la carne e far rosolare il tutto.  La carne deve iniziare a diventare colorata, e avrà un aspetto ben lucido.

A questo punto può essere utile togliere la carne dalla padella e metterla da parte, questo serve per aumentare lo spazio disponibile nella padella, così la verdura salterà meglio evitando di stufare e di buttare fuori liquido. Vogliamo verdure croccanti, al dente e non mollicce e acquose.

Se occorre aggiungere nella pentola ancora un po' di olio, versarci i peperoni e farli saltare a fuoco vivace per pochi minuti.  Rimettere la carne nella padella, mescolare bene, condire con la salsa preparata in precedenza, mescolare bene, la salsa tenderà a legarsi grazie all'amido usato nella cottura della carne.
Spegnere il fuoco e servire.


 

Nessun commento: