martedì 1 gennaio 2019

PASTICCINI DI MANDORLA

Amo i dolci alle mandorle, anni fa mio papà portava a casa dei pasticcini alla mandorla con dentro l'amarena e arrotolati nei pistacchi. Quest'anno improvvisamente ho deciso di provare a farli e ci sono riuscita!



Ecco la ricetta che ho usato

Dose per ca. 130 pasticcini:

400 gr di farina di mandorle spellate
350 gr di zucchero semolato
2 cucchiai di miele delicato (millefiori o acacia o arancio)
3-4 albumi (da dose può variare)
20 gocce di olio essenziale di limone bio
1 cucchiaino di sale raso
zucchero a velo q.b. (per lavorare la pasta e per tuffarci i dolcetti) (non ne serve tanto)

Per la decorazione:

Amarene Fa**ri ben colate
Nocciole
Canditi a piacere
Lamelle di mandorla
Pinoli

Procedimento:

Mettere in un robot da cucina la farina di mandorle con lo zucchero e il sale e frullare, poi unire il miele, 3 albumi, l'olio essenziale di limone, e frullare per ottenere un composto morbido e abbastanza compatto, occorre prenderne un pizzico e saggiarne la consistenza, se occorre aggiungere anche il quarto albume (dipende dalla dimensione delle uova e da come si comporta la farina di mandorla.
Estrarre il composto dal robot, preparare una o più teglie coperte da carta forno o dall'apposito tappetino in silicone. 
Iniziare a creare con le mani delle palline grandi come una piccola noce o dei piccoli salamini che diventeranno delle ciambelle, decorare a piacere, in alcune palline inserire un'amarena, richiudere la pallina, quindi passarla nei pinoli fino a ricoprirla, occorrerà premere un pochino in modo che i pinoli aderiscano, queste sono le più "difficili" da fare perché i pinoli sono molto lisci e collaborano poco, ma con un po' di pazienza si fanno (come ho detto sono le mie preferite)
Decorare le ciambelle con altre amarene o con delle nocciole o con tutto quello che vi attirerà.
Alcune palline vanno poi pizzicate tra tre dita per dare la tipica forma irregolare.
Passare nello zucchero a velo la base di tutte le ciambelle e dei dolcetti piatti, rotolare nello zucchero a velo i dolcetti pizzicati, spolverare solo lievemente i dolcetti con i pinoli.

Allineare i dolci nelle teglie, lasciarli asciugare per una ventina di minuti poi infornarli a 180 gradi per ca. 10-15 minuti. Il tempo di farli solo lievemente colorire.



Sfornare e far intiepidire quasi completamente prima di trasferire i dolcetti negli appositi pirottini.
Si conservano benissimo per almeno 10 - 15 gg. in una scatola al riparo dall'aria.  
Io li ho conservati in frigorifero i primi giorni per capire come si comportavano, poi li ho tenuti fuori frigo in una scatola e si sono conservati perfettamente.

Si possono preparare anche per fare dei regalini, basterà metterli in sacchettini ben chiusi e non avrete sorprese, non essendoci acqua nel composto sono di semplice conservazione


Nessun commento: