martedì 2 marzo 2010

Ancora una chicca sull'influenza H1N1

Come se non se ne fosse parlato abbastanza, ecco l'ultima, tratta direttamente dal sito La leva di Archimede:

Vaccino influenza A/H1N1: Novartis minaccia la Francia

Alla casa farmacuetica svizzera Novartis non è andata proprio giù la decisione del governo francese di disdire 7 milioni di dosi di vaccino che aveva ordinato contro l'influenza A (H1N1) e di cui una parte era già stata prodotta. "Il governo francese non ha rispettato i propri impegni", ha detto al quotidiano Le Monde, Daniel Vasella, l'amministratore delegato di Novartis. E ha aggiunto: "Alla prossima pandemia - perché ci sarà una nuova pandemia - serviremo prioritariamente gli Stati 'affidabili'".

L'eurodeputata verde di Europe Ecologie, Michele Rivasi, ha chiesto che venga istituita una comissione d'inchiesta parlamentare sulla gestione da parte dell'Unione europea della pandemia dell'influenza A.

Un'inchiesta del quotidiano francese Le Parisien, giorni fa ha parlato di "relazioni di interesse tra sei esperti dell'Oms e alcune case farmaceutiche". Nei giorni scorsi, anche la stessa Oms ha ammesso davanti all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa (Apce), l'organismo di 47 Stati membri con sede a Strasburgo, di essere stata influenzata dai laboratori farmaceutici quando ha dichiarato lo stato di pandemia per il virus dell'H1N1.


L'influenza A, le cui conseguenze per settimane hanno tenuto in allarme milioni di persone, in realtà era una "falsa pandemia" orchestrata dalle case farmaceutiche pronte a fare miliardi di euro con la vendita del vaccino: l'accusa tardiva arriva da Wolfang Wodarg, il presidente tedesco della commissione Sanità del Consiglio d'Europa.

Wodarg ha anche accusato esplicitamente le industrie farmaceutiche di aver influenzato la decisione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità di dichiarare la pandemia.

Secondo Wodarg, il caso dell'influenza suina è stato "uno dei più grandi scandali sanitari" del secolo. Le maggiori aziende farmaceutiche, secondo Wodarg, sono riuscite a piazzare "i propri uomini" negli "ingranaggi" dell'Oms e di altre influenti organizzazioni; e in tal modo potrebbero aver persino convinto l'organizzazione Onu ad ammorbidire la definizione di pandemia, il che poi portò, nel giugno scorso, alla dichiarazione di pandemia in tutto il mondo.

"Per promuovere i loro farmaci brevettati e i vaccini contro l'influenza, le case farmaceutiche hanno influenzato scienziati e organismi ufficiali, competenti in materia sanitaria, e così allarmato i governi di tutto il mondo: li hanno spinti a sperperare le ristrette risorse finanziari per strategie di vaccinazione inefficaci e hanno esposto inutilmente milioni di persone al rischio di effetti collaterali sconosciuti per vaccini non sufficientemente testati".

E' tutto il sistema che è marcio, tutto deve essere rivisto, Big Pharma controlla tutti, dalle riviste scientifiche, ai finanziamenti alle ricerche, ha rapporti con gran parte di chi ricopre funzioni di controllo ed indirizzo, le stessa sperimentazioni dei farmaci è alquanto preoccupante, sono svolte dalle stesse case farmaceutiche e l'efficacia non può essere mai certa. In Italia, ovviamente, non c'è alcuna polemica... E come dimenticare quando si insinuava che il Ministro Ewa Kopacz dicesse stupidaggini?


Non c'è mai fine al peggio, speriamo solo che quest'inchiesta serva a qualche cosa per il futuro!

7 commenti:

terry ha detto...

nica ad aver coraggio di dire le cose come stanno!
...e poi ci sei tu ;)))...amo il tuo blog... sarà che ci son troppe persone credulone, ignoranti... che parlano senz ainformarsi e si arroccano pure nelle loro idee, senza nemmeno sapere di cosa parlano! ...qui trovo informazione e coraggio! :)
...scusa lo sfogo...ma a volte ci rinuncio e lascio che ognuno la pensi come vuole..a volte mi inalbero!:)
baci

marinella ha detto...

Grazie Terry, ti capisco, anch'io mi inalbero sovente e poi finisco col lasciar perdere, ma sapessi come mi irritano le persone che sembrano non essere interessate da quello che le circonda...gli basta mantenere la loro parvenza di normalità ma non si interesssano di niente. Baci

milena ha detto...

è un vero schifo...meno male che non mi son fatta convincere a farlo...e pensare che sono riusciti ad angosciare milioni di persone...compresa me che aspettavo il mio bambino e non sapevo cosa fosse meglio per lui e per me...devono vergognarsi (ma non si vergognano naturalmente perchè non hanno una coscienza....se l'avessero sarebbero diversi...)

marinella ha detto...

Come è vero Milena, pensa che quando racconto in giro queste cose mi guardano come se fossi in marziano e solitamente mi dicono che non è possibile che i governi, sapendolo, permettano lo stesso alle persone di assumere farmaci, cibi, o altre cose che possono nuocere. Alla fine sembra sempre che sia io quella matta. Prima devono morire un sacco di persone e poi, forse...

Gata da Plar - Mony ha detto...

E bravi MariBella!!!
In tutto sto rindondan di notizie sull'influnenza A, sai quanto mi sono sgolata con chiunque per convincerli a NON fare quel vaccino!? e invce poi l'ha fatto pure il mio papà perchè ha grossi problemi circolatori che potrebbero influire sul cuore (con conseguente infarto) e il dottore glielo ha fatto fare... mamma invece (fortuna sua!) ha fatto "solo" l'antinfluenzale "classico"... io non ho parole, mai, di fronte a queste cose... tanto panico per ciò che ci riguarda personalmente, da vicino, ma ZERO interesse per i bimbi che muoiono nel cosiddetto terzo mondo per una "semplice" disswenteria... dio che rabbia....

Un bacione cara e scusa pure il mio di sfogo, ma qui da te sembra l'unico posto dove sia possibile farlo...

Gata da Plar - Mony ha detto...

PS: ma quella casa farmaceutica dovrebbe essere denunciata anche per minacce per niente velate e per ulteriore istigazione al panico "ci sarà una nuova pandemia"... roba da matti..

marinella ha detto...

Mia cara Gatina, sfogati tutte le volte che vuoi, va fatto ogni tanto!
Purtroppo con le persone anziane è sempre un problema seguirle, le patologie sono da seguire dal medico, ma sarebbe interessante se il medico collaborasse con un naturopata, invece non lo fanno quasi mai. baciotti