mercoledì 22 luglio 2009

La nuova Influenza H1N1 - difesa efficace in 3 mosse

Copio ed incollo direttamente dal sito di Eurosalus.

Il Dottor Speciani è sicuramente attrezzato per fare chiarezza su questo spinoso argomento.
Anche perchè l'allarmismo è ormai alle stelle e occorre veramente mettere un pochino d'ordine.

"Le comunicazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità continuano ad essere rassicuranti. Seguendo, come per la prima volta nella storia del mondo può accadere, praticamente in diretta ogni evoluzione del virus, si scopre che a parte Messico e Argentina, in cui si è avuta una certa incidenza di mortalità, in tutti gli altri paesi del mondo (Cile compreso, per mantenere una comparazione geografica), hanno avuto un indice di mortalità inferiore o pari a quello delle comuni influenze stagionali.

Si tratta di un virus lento, che si diffonde esattamente come gli altri, e che provoca sintomi del tutto sovrapponibili a quelli di una influenza stagionale. Forse con qualche sintomo intestinale in più, ma strettamente simile. E come queste è fortemente prevenibile con alcuni semplici accorgimenti.

1) Alimentazione e vita sana. L'uso abbondante di frutta e verdura, l'abitudine al movimento fisico, il controllo del sonno, sono tra gli strumenti naturali più efficaci per tenere in ottimo equilibrio il sistema immunitario.

2) Integrazione preventiva. L'uso di Zinco, Rame, Selenio, Manganese e Vitamina C, insieme ad antivirali naturali come Oscillococcinum 200K che da sempre suggeriamo sul nostro sito per la prevenzione invernale sono anche ora il miglior strumento di prevenzione e di terapia a disposizione, privi di effetti collaterali indesiderati.

3) Conoscenza scientifica. Un certo martellamento giornalistico sta facendo passare il concetto che per guarire da questa forma influenzale servano farmaci particolari. Bisogna invece ricordare a tutti che si tratta di una forma autolimitantesi, che guarisce spontaneamente, come ricordato pochi giorni (il 13 luglio) fa a Ginevra dai responsabili della organizzazione vaccinale dell'OMS.

Non servono quindi Oseltamivir o Tamiflu, che stanno ormai piazzando sul mercato azionario un successo dopo l'altro, anche se si cerca di farli passare come gli unici farmaci necessari, salvo poi divulgare contemporaneamente notizie sulla loro inutilità preventiva.

Personalmente consiglio a chi si reca in vacanza in luoghi dove il contagio può essere più facile (college, gruppi di lavoro, ecc.) una semplice prevenzione con 1 o 2 dosi al giorno di Oximix 1+, un apporto quotidiano di Vitamina C (1-2 dosi di Selenio Vitamina C, Ester C, Cellfood Vitamina C) e la prevenzione usuale con 1 dose settimanale di Oscillococcinum 200K, portando con sé del Rame Oro Argento da usare (3.4 dosi al dì per 3-4 giorni) nel caso di una forma di raffreddamento. Esattamente come avremmo indicato l'anno scorso per prevenire una forma di raffreddamento estiva o invernale che fosse.

A proposito di scorso anno e di vaccino, non più tardi di 7 mesi fa i virologi mondiali erano in struggimento nella preparazione di un vaccino trivalente per la successiva influenza invernale che sarebbe stata ovviamente disastrosa e devastante (come infatti NON è stata).

Oggi sembra che lo sforzo di tutti sia orientato alla ricerca di un vaccino preventivo contro l'H1N1, per il quale forse vale la pena ricordare che i danni più gravi mai avutisi per la vaccinazione antinfluenzale risalgono proprio al 1977, quando si cercò di trovare un vaccino per una analoga influenza suina che stava divampando. La frequenza di danni neurologici nei vaccinati di allora fu veramente imponente.

Forse varrebbe la pena di essere più cauti nella raccomandazione generale di un vaccino il cui “fratello” riuscì a lasciare dietro di sé più danni del male da cui cercava di difendere... "


11 commenti:

kosenrufu mama ha detto...

quando passo di qui trovo sempre quello che mi serve. grazie

milena ha detto...

ciao Marinella, era da tempo che non passavo a salutarti...i tuoi post sono sempre interessantissimi e anche se spesso non ti lascio commenti ti seguo sempre sempre...Grazie per tutte le informazioni che raccogli per noi..
Milena

Roberta Granada ha detto...

Oi , gosto muito do teu blog, eu tb tenho um blog sobre artesanato em geral e agora estou disponibilizando aos meus leitores download de revistas encontradas pela net, http://agulhaetricot.blogspot.com,visite-me, e também apareça em minha loja online Maison by Tita carré, http://maisontitacarre.blogspot.com e http://www.elo7.com.br/titacarre , beijo.

marinella ha detto...

K. mama, sono contenta di esserti utile. baci

Milena sei gentile, anch'io vengo sempre a trovarti fai delle cosine bellissime.

Grazie Roberta vengo a trovarti.

Luca and Sabrina ha detto...

Questo argomento mi interessa molto, per un semplice motivo, si sta facendo del terrorismo psicologico citando cifre allucinanti circa la percentuale della popolazione mondiale che entro quest'anno sarà colpito da questo virus, virus che ha causato morti e che continuerà a falcidiare. Ora, io non sono molto disposta a fare vaccini anti influenzali, non li ho mai fatti e sono sempre riuscita ad evitare di prendermi influenze veramente pesanti. Il discorso relativo a questo virus invece mi sta un po' allarmando. Chiarito quanto è relativo alla prevenzione, cosa di cui ti sono grata, mi domando in che modo si cura quest'influenza. Come ogni altra influenza? Col Tamiflu di cui si parla tanto? Con antibiotici? Il fatto è che io sono allergica alla penicillina e a tanti tanti antibiotici, si fa prima a dire che ce ne sono solo due che riesco a tollerare. La mia paura è che per curare questa influenza sia necessario ricorrere alla penicillina. Tu ne sai qualcosa?
Bacissimi da Sabrina&Luca

marinella ha detto...

Sabrina, i virus non si curano con gli antibiotici, che servono solo per tamponare le complicazioni che si possono creare quando l'organismo è già debilitato.
Questa influenza, come le altre, essendo di origine virale, si cura come le altre, aspettando che passi.
Gli antibiotici li danno solo come supporto. Gli antivirali, aiutano, ma devono essere specifici per i vari virus, e non esistono moltissimi tipi di antivirali, ecco perchè si fa tanto chiasso.
Inoltre, visto che Rumsfeld è il maggior azionario della ditta che produce il tamiflu, (che per la cronaca funziona discretamente ma non benissimo con questo tipo di influenza) e che creando l'allarme le case farmaceutiche aumenteranno di molto i loro introiti, ecco spiegato l'arcano. Considera che tutti gli anni le persone a rischio, muoiono di influenza, anche se non di origine suina. L'unica cosa caratteristica di questo virus, è che tende a colpire maggiormente i giovani proprio perchè non sono mai entrati in contatto con questo virus. Ci sono circa 30% degli anziani che invece sono già naturalmente immuni, perchè una componente è già circolata una 30na di anni fa e quindi si sono fatti gli anticorpi.
In definitiva, l'ideale è prevenire le forme influenzali in generale con delle norme di vita sane, facendo delle cure di probiotici ben fatte per far si che il nostro sistema immunitario sia ben reattivo, e prendendo dei preparati omeopatici come prevenzione, oltre a naturalmente lavarsi le mani sovente e cercare il più possibile di non cacciarsi negli autobus nei momenti peggiori.
Se vuoi altri chiarimenti, sentiamoci privatamente, non voglio dilungarmi troppo qui. ciao a presto.

Daniela di SenzaPanna ha detto...

Bello questo blog, e molto utile.

Un paio di anni fa sembrava che dovessimo morire tutti di aviaria, poi all'improvviso non se ne è parlato più. Concordo sulle precauzioni e sul terrorismo psicologico.

marinella ha detto...

grazie Daniela, in effetti se non scriviamo ogni tanto qualche commento sensato ci facciamo tutti abindolare da quello che dice la TV

Gunther ha detto...

men male che c'è qualcuno che fa buona informazione :-)

Sybille ha detto...

Ciao, sono appena sopravissuta all'influenza (swine flu, presumo).
Molto interessante il tuo post, torneró ancora, mi trovi d'accordo su molte cose (noi + cane obiettori di vaccinazione). Buona domenica!

marinella ha detto...

Gunther, se aspettiamo che sia la TV a fare informazione stiamo freschi!

Grazie Sybille, se hai preso l'influenza A dovresti essere abbastanza immune anche ad alcune altre! La mia amica che da piccola aveva preso la Spagnola, non prende praticamente mai influenze da allora e visto che la A è un miscuglio di virus dovresti aver acquisito una buona immunità. A presto.