sabato 26 marzo 2016

PASTIERA ALLA MIA MANIERA

Quest'anno mi cimento nuovamente nella Pastiera, non è una mia specialità anzi in casa mia non era proprio tradizione, mia mamma è di origini Rumene e mio padre Pugliese, quindi un casa si usavano altri dolci.  Tuttavia, visto che siamo cittadini del mondo e che il pargolo ama la pastiera perché non farla?
L'ho già fatta con discreti risultati, ma quest'anno sto sperimentando un po'.

Naturalmente mi faccio aiutare dal mio fidato Bimby/Thermomix e la ricetta di partenza l'ho presa proprio da una di quelle ottimizzate per il Bimby, alla quale ho naturalmente ho apportato le mie modifiche, per esempio ho ridotto notevolmente lo zucchero della ricetta originale che mi sembrava veramente eccessivo.

Ingredienti:

Per la frolla:
250 gr. di farina di kamut (bianca)
1 uovo
100 gr. di burro a tocchetti a temperatura ambiente
100 gr. di zucchero di canna chiaro
1 pizzico i sale
una buona grattata di buccia di limoni bio, (io non ne avevo quindi ho preferito usare 10 gocce di olio essenziale di limone che sono sicura essere bio)

Per il grano:
250 gr. di farro integrale cotto (peso a cotto e sgocciolato)
75 gr di latte
20 gr. di burro
1 pizzico di sale

Per il ripieno:
350 gr. di ricotta ben sgocciolata
150 gr di zucchero di canna  chiaro
1 pizzico di vaniglia
1 fialetta di aroma di fiori di arancio (o 10 gocce di olio essenziale di fiori d'arancio)
5 gocce di olio essenziale di limone
e naturalmente il composto di farro

Procedimento:

Prima fase:
Mettere in ammollo il farro integrale per almeno una notte, meglio se 24 ore. (Non sapendo la resa che poteva avere ne ho ammollate e poi cotte 2 cups (500 ml), l'eccedente lo userò per un altro piatto o per un'insalata)
Cuocere il farro con almeno il doppio del volume di acqua, a fuoco basso, fino a che il farro sia diventato tenero (almeno un'ora e mezza sulla fiamma del caffè)
Pesarne 250 gr che si metteranno a raffreddare, il resto si raffredda anche lui e poi si mette da parte per altro.

Seconda fase:
Per la frolla, mettere nel boccale tutti gli ingredienti, eccetto l'acqua, azionare l'apparecchio 3 minuti a vel. spiga. quando suona verificare l'impasto, se come è successo a me (dato che ho usato il kamut che ha una resa diversa dalla farina) sembrerà ancora ad una sablé, aggiungere 3 cucchiai di acqua fredda e azionare l'apparecchio a vel. 3 - 4 il tempo necessario a formare il panetto (pochi secondi), non eccedere per non surriscaldare.  Togliere l'impasto, e metterlo in un sacchetto gelo, in frigorifero a riposare in attesa  di fare il ripieno.

Terza fase:
Mettere il farro cotto nel boccale, assieme al latte e al burro e azionare l'apparecchio, 10 minuti a 100 gradi vel. 1. Poi togliere e mettere a raffreddare.

Quarta fase:
Mettere nel boccale le uova le uova e lo zucchero 30 secondi vel. 5
Aggiungere la ricotta, gli aromi (vaniglia, fiori d'arancio, limone) 30 sec. vel.5
Unire questo composto al composto di farro, in una terrina a parte, mescolando delicatamente

Quinta fase:
Preparare la teglia desiderata, io userò una pirofila rotonda da 25 cm
Stendere sottilmente 2/3 di frolla su un foglio di carta forno, coprire con un secondo foglio di carta e tirarla col mattarello ad uno spessore di 2-3 mm.  spostare la frolla nella teglia con l'aiuto della carta stessa, la frolla deve coprire il fondo e i laterali, e una volta posizionata eliminare il foglio superiore.
Versare il composto di ricotta e farro nella teglia.  Formare con la pasta rimanente le strisce che useremo per creare la grata sopra la ricotta, e sigillare la grata rifinendo il bordo della pastiera.
(i miei bordi come si può vedere non sono un gran che)
Infornare il forno caldo a 200° per circa 30-35 minuti
Una volta cotta, lasciar raffreddare la pastiera nel forno socchiuso





 





Nessun commento: