sabato 9 marzo 2013

La torta di mandorle di Nigella

Questa torta non contiene ne farina ne burro e solo bianchi d'uovo, oltre ad essere adatta ai celiaci, è perfetta da fare quando ci si ritrova con parecchi bianchi d'uovo da far andare.

Ingradienti
8 albumi
150 gr di zucchero semolato
alcune gocce di essenza di mandorla (omettibile)
zest di mezza arancia (buccia di arancia grattata)
125 ml di olio di oliva leggero oppure di buon olio di semi
150 gr. di farina di mandorle
1 cucchiaino di polvere lievitante
100 gr. di mandorle sfilettate
1 cucchiano di cannella in polvere
ca. 2 cucchiaiate di zucchero a velo

Procedimento:

scaldare il forno a 180°
rivestire una teglia di carta da forno (bagnarla e strizarla bene prima di rivestire, così la carta prende bene la forma della teglia)
montare le chiare a neve fino a che diventino opache ed inizino ad essere montate,
aggiungere lo zucchero e finire di montare fino a che il composto diventi lucido e ben sodo
A questo punto unire l'aroma di mandorla (se lo desiderate) e lo zest di arancia.
Iniziare ad aggiungere la farina di mandorle in 3 volte continuando a montare il composto,
quindi sempre in almeno 3 volte unire l'olio e un pizzico di sale, continuare a montare.
Versare l'impasto nella teglia precedentemente preparata , mescolare la cannella con le mandorle a lamelle e versare il tutto sopra l'impasto.
Cuocere 35 40 minuti, controllando già dopo mezz'ora, la torta dovrebbe essere lievitata, soda al tatto e con le mandorle della superfice ben dorate.

Sfornare e attendere che si intiepidisca abbastanza prima di estrarre la torta con l'aiuto della carta da forno, posarla su un piatto da portata per farla raffreddare completamente.

Spolverare con lo zuchero a velo prima di servire









 

Nessun commento: