domenica 1 maggio 2011

Il buonissimo dado vegetale di Pat - a crudo -

Questa versione di Dado è molto gradevole e profumato, va bene da usare sia come soffritto che come insaporitore. Si conserva benissimo senza bisogno di frigorifero, comunque meglio tenerlo in un luogo fresco.

Visto che la ricetta originale di Patt (un'amica che non ha blog) prevede una dose molto grande, (abbastanza per il consumo di un anno per 2/3 persone più diversi vasetti omaggio) queste sono state le sue parole, ho pensato di tradurre il tutto in percentuali, così potete farne quanto ne vorrete.
I grammi a sinistra sono quelli della ricetta originale, ho tradotto il tutto in percentuali, il quantitativo a destra è quello che ho fatto io.

Ecco gli ingredienti a peso pulito:


700 gr di carote = 20 % 300
800 gr di sedano = 19,5 % 250
1 kg di cipolle = 24 % 430
200 gr di aglio = 5 % 86
200 gr di basilico = 5 % 86
100 gr di rosmarino = 2,5% 43
1 kg di sale = 24% 430

Procedimento:
Tritare tutte le verdure, Pat trita tutto a mano eccetto il sedano e le carote, io ho messo tutto nel robot.
Trasferire le verdure in un grilletto, aggiungere il sale fino, mescolare molto bene, poi passare le verdure in uno scola pasta appoggiato in un contenitore e lasciare scolare per un paio di ore (regolatevi in funzione del quantitativo che preparate). Una volta scolate le verdure, recuperate il liquido e mettetelo in bottigliette tipo quelle del succo di frutta con tappo a vite, si tratta di un vero dado liquido (attenzione a non esagerare, è salato).
Mettere le verdure tritate dentro dei vasetti della dimensione che preferite, pressando bene, tappare e conservare in un luogo fresco.
Con le dose che vedete sulla destra io ho fatto 2 barattoli da marmellata di quelli grandi, uno medio e uno piccolo + un barattolo grande di dado liquido. Il sapore è ottimo, profumatissimo e va bene con tutto, l'ho già usato nel pesce, nella carne, e nelle minestre.... Fantastico!
Niente foto per ora, ho la macchina scarica, appena la ricarico vi faccio vedere cosa viene fuori, ma fidatevi è proprio da fare, vi leccherete i baffi.

Nota bene: in questa ricetta non è previsto il prezzemolo, perchè è meglio non farlo cuocere, quindi se volete aggiungerlo, meglio unirlo in fine cottura (io lo trito e lo surgelo in un barattolo con l'imboccatura larga, quando mi serve mi limito a grattare la superficie con una forchetta e il gioco è fatto.

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Trasferire le verdure in un grilletto....???
Volevo provare a fare questo dado ma
non capisco bene dove si devono trasferire le verdure una volta mischiate al sale? Grazie per il chiarimento...complimenti per il blog! Ciao. Sandra

marinella ha detto...

Le mischi al sale nel grilletto, poi le trasferisci nel cola pasta e una volta scolate recuperi sia l'acqua di colatura che le verdure e imbarattoli le une e l'altra. Ciao Sandra e Grazie.

Anonimo ha detto...

Grazie per la sollecita risposta...
ma io volevo sapere di preciso cosa
è un "grilletto"?
E'un contenitore o il grill del forno?
Per noi in Toscana il grilletto è solo quello della pistola....ciao,
scusa l'insistenza e grazie di nuovo.
Sandra

marinella ha detto...

Scusami, mi riferivo ad una terrina. ciao a presto

Gata da Plar - Mony ha detto...

:*DDD anch'io mi stavo scervellando su cosa fosse il GRILLETTO... :DDD
Grazie Mari, sei stata tu la mia prima ispiratrice per il dado "cotto" e ora proverò anche questo!
Un bacioneeeeeeee

PS: scusami tantissimo per la lunga assenza, ma sei sempre nei miei pensieri, bloggheski e non! ^^

marinella ha detto...

Monia non ti preoccupare anch'io passo solo ogni tanto, ma ti penso, prova questo dado è spettacolare, profumatissimo un vero piacere e lo puoi anche usare da condimento. baciotti

rita62 ha detto...

scusa ma non hai detto che è a crudo?? perchè dici che il prezzemolo non ce lo metti?? non và cotto.grazie

marinella ha detto...

Rita, l dado lo fai a freddo ma lo usi a caldo, quindi alla fine lo cuoci, quindi meglio non mettere il prezzemolo, lo surgeli a parte e lo spolveri solo a fine cottura, ciao grazie di essere passata e di aver lasciato il tuo commento.

Belle Epoque ha detto...

Per quanto tempo si conserva?

marinella ha detto...

Si conserva diversi mesi, Paola lo conserva da un anno all'altro e non ha bisogno di stare in frigo per via del quantitativo di sale, io lo faccio una volta nel periodo estivo quando c'è il basilico, e poi ne rifaccio anche senza basilico se lo finisco