giovedì 27 maggio 2010

Nuove produzioni

E' un po' che non vi faccio vedere le mie cremine, ultimamente ho prodotto parecchie nuove cosine,
Purtroppo mi sono accorta che ho fatto delle foto indecenti quindi vi metto solo le meno peggio.

Visto che non si capisce niente, ve le racconto un pochino:

Ho la stampante che fa i capricci quindi le mie etichette sono diventate essenziali e a volte addirittura scritte a mano.

Nei flaconi della prima foto c'è una crema latte da giorno per il viso profumata con oli egiziani, sono riuscita ad ottenere una consistenza a metà strada tra un latte e una crema, quindi è meglio usare un contenitore a pompa, inoltre c'è il vantaggio di non contaminare la crema con le dita.
Contiene olio di Argan, olio di macadamia, idrolato di rosa e aloe vera.

Il flacone giallo, sempre della prima foto, e quello vicino, contengono una "maionese" dopo sole.
L'ho chiamata così proprio per il colore, ottenuto usando della polvere di urrucum (bixa orellana) che viene usata proprio per proteggere la pelle dal sole (non è un filtro). Sono molto contenta di questa crema, perché è molto ricca, ma penetra benissimo, volevo fare un prodotto che non rimanesse colloso o ungesse la pelle, ma che allo stesso tempo fosse rinfrescante e cicatrizzante.
Infatti ho usato burro di carité, olio di prugna, idrolato di camomilla, estratto di calendula, aloe vera e naturalmente la polvere di urrucum, per profumarla leggermente ho usato la lavanda.

Nella seconda foto, completamente sulla destra si vedono 3 flaconi cilindrici, sono dei flaconi "airless" in plastica nei quali ho messo il latte detergente nuova versione, con olio di prugna, idrolato di rosa centifolia, aloe vera, ylang ylang, palmarosa, e legno di rosa.

Sul fondo si vedono dei flaconi in alluminio, 2 di questi contengono un repellente per zanzare idratante che contiene olio di mandorla, aloe, lemon grass e lavanda, in questo modo penetra e idrata senza ungere, l'odore è molto gradevole.

Poi ho fatto un bagno schiuma ultra delicato per pelli sensibili (tutti ingredienti bio).
Il flacone verdino contiene il mio colluttorio fortissimo, sempre nella stessa foto vicino al colluttorio ci sono i flaconi di tonico speciale e alla camomilla, che contengono idrolati di camomilla appunto o di gelsomino e di fiori d'arancio con la mia sempiterna aloe che li rende molto delicati.

O barattoli contengono: la sciolina da barba (crema speciale per la barba dei nostri maschietti), della crema corpo in 2 versioni (arancio e cannella, e limone e menta), quelli piccolini contengono una crema alla camomilla e calendula per pelli delicate e bimbi e c'è anche un barattolino di crema da notte all'avocado, piuttosto ricca e adatta alle pelli affaticate.

Quello che nella foto non si vede è che mi sto anche mettendo agli sciampo e ai balsami, per il momento ho solo fatto una prima dose che sto collaudando, al momento solo sciampo neutro, ma penso di passare anche ai curativi, e balsamo ristrutturante.

E' divertente spignattare con questi ingredienti, inoltre si possono veramente realizzare un sacco di cose, riuscendo a reperire gli ingredienti.

Spero che le mie amiche saranno soddisfatte.



17 commenti:

Luca and Sabrina ha detto...

Un repellente per zanzare naturale è quello che fa al caso mio, di solito le zanzare mi mangiano, mi divorano in estate, una cosa che non si può credere. Luca mi è vicino e nemmeno un pizzico, io a decine! anche la maionese naturale doposole è molto interessante, soprattutto visto che come hai scritto tu, si assorbe bene e non lascia la pelle particolarmente unta!
Buona giornata da Sabrina&Luca

ziamaina ha detto...

Io sto ancora aspettando il tuo listino e di poter quindi ordinare qualcosa. Credo siano passati due anni, vedi un po' tu ;-)
p.s. nel mio ultimo racconto dovevo scrivere d'un gatto e l'ho chiamato Sibelius :-)

marinella ha detto...

Ciao Sabri, chi è amato dalle zanzare, sprigiona un aroma che a loro piace, c'ì chi dice che si ha il sangue dolce. Il problema è proprio dovuto all'odore del corpo e a volte anche ai profumi, cerca dell'olio essenziale di lemon grass e di lavanda, e preparati una soluzione abbastanza concentrata (diciamo che per 100 ml totali ci devi mettere almeno 100 gocce di O.E.)in una proporzione di 60 del primo e 40 del secondo per esempio, da diluire in un mix olio vegetale 40%, acqua 50%,gel di aloe 10%.
Metti il tutto in un flacone spray e agiti tutte le volte prima dell'uso. Queste sono proporzioni indicative, poi sta a te valutare, a me l'odore piace parecchio perchè il lemon grass si sposa bene con la lavanda. Inoltre va bene anche sulle punture degli insetti perchè è lenitivo.
Invece la maionese dopo sole è un pochino più complicata da fare, occorrono ingredienti non troppo facilmente reperibili. Baci e fammi sapere se funziona.

marinella ha detto...

Maina, Sibelius è onorato di essere finito in un tuo racconto.
Per quanto riguarda il listino, non ne ho mai fatto uno visto che seguo molto l'ispirazione del momento. Baci
m

marinella ha detto...

Maina: P.S. dimenticavo di dire che produco solo per hobby.

Anonimo ha detto...

Ciao!
Non vedo le ricette! o non ho saputo cercare!
Grazie.......Sara

marinella ha detto...

Ciao Sara, non capisco in che senso dici che non vedi le ricette, se cerchi le ricette di cucina, andando sulla colonna di destra, vedrai un elenco di voci, una di queste è proprio ricette, fai click su quella voce e compariranno tutte le mie ricette una sotto l'altra. E solo questione di pratica, riprovaci

Che Birba ha detto...

wow ma che bel blog! l'ho appena scoperto ma presto lo linkerò sul mio! Laura

marinella ha detto...

Grazia Laura Birba per essere passata, sei molto gentile. A presto

Anonimo ha detto...

Sto per cominciare anche io a produrmi delle creme e degli oli, ma non c'è verso di trovare contenitori a poco... Posso chiederti dove li trovi?

marinella ha detto...

Ciao Anonimo, i flaconi sono un dramma della vita, io riciclo tutto quello che trovo e per il resto li compro, mi servo in parte in un negozio che rifornisce le estetiste, e in parte via internet da aroma zone, ma non costano poco, il meno caro costa 90 centesimi, ma si tratta di un banalissimo flacone, se vuoi quelli a pompa o gli airless si sta tra 2,50 e 3,50. Temo di non esserti stata utile. Ciao

Soulkey ha detto...

Ciao Marinella, ho scoperto il tuo blog da poco, ma mi piace un sacco, l'ho linkato anche sul mio!Ho già collaudato qualcosa!

marinella ha detto...

Grazie Soulkie di essere passata da queste parti, a presto, un abbraccio.

Anonimo ha detto...

Tranquilla, speravo che alemeno tu li avessi trovati.. da aroma zone non li ho presi nella speranza di tovarli a meno.. purtroppo i siti che li vendono ce li hanno cari mentre i produttori vendono solo a farmacie e simili e non ai privati.. anche perché hanno minimi d'ordine di 15.000 pezzi per articolo..... uff... io purtroppo non ho molto da riciclare.. Comunque grazie!
Ah! non mi ero firmata sono Elisa. :)

Anonimo ha detto...

sono rimasta affascinata dalla tua produzione sei cosi brava, io invece ho solo fatto una cool cream , mi piacerebbe tanto imparare a fare i fluidi viso e il latte detergente ,ma non so dove comprare le materie prime cosa mi serva e come formulare la ricetta,ho solo poche nozioni tu mi puoi indicare dei libri e dove comprare ,ogni consiglio e bene accetto tisarei grata del tuo aiuto trillik

lulù58 ha detto...

Bel blog, veramente ben fatto. Peccato che non scrivi quasi mai le ricette dei tuoi spignatti cosmetici e, quando ci sono, mancano le dosi... Mi sarebbe piaciuto riprodurre qualche tua cremina, ma sono solo all'abc dello spignatto e, quindi, non sono in grado di stabilire da sola la percentuale dei diversi ingredienti. Mi diresti come realizzare il sapone da barba? Vorrei lanciarmi anche nella produzione di idrolati e oleoliti: qual'è la proporzione giusta tra parte liquida e solida. Cioè per 100gr di fiori, ad esempio, quanta acqua si deve mettere per ottenere un idrolato ben concentrato? E quanto olio, sempre su 100gr di erbe, per fare un oleolito? Grazie per la risposta e buona giornata

marinella ha detto...

Ciao Lulù, grazie di essere passata di qua, per le ricettine scrivimi in privato, sarò lieta di risponderti.
Per quanto riguarda la distillazione per creare gli idrolati, la concentrazione migliore è 1 a 1, quindi 100 gr di pianta e 100 gr di acqua, cioè puoi anche mettere più acqua, ma il massimo della concentrazione sarà nei primi 100 ml di idrolato prodotto. Solitamente io prelevo la testa e la contrassegno come concentrato, e poi ne faccio ancora un pochino da usare quando la concetrazione massima è meno necessaria. Per gli oleoliti invece, mi regolo un po' a occhio, cioè metto le piante secche o comunque un po' desidratate in un barattolo premendo un pochino e riempiendo bene, poi copro d'olio e lascio in infusione. Non metto piante troppo umide o troppo fresche per evitare che l'eccesso di umidità crei muffe. Poi attendo pazientemente per almeno 3 settimane, esponendo il barattolo al sole, oppure se ho fretta, preparo un bagnomaria tiepido e metto il barattolo a bagno per alcune ore. Ciao, ci sentiamo in privato.