giovedì 23 settembre 2010

Scusatemi per l'assenza

Ciao a tutti, vi chiedo scusa se non posto molto in questo periodo, ma prima ero impegnata a cercare di dipingere le mie pietruzze da presentare alla fiera del mio paese "Naturalmente Cumiana" che si è svolta lo scorso fine settimana, e poi, la mia mammina ha pensato bene di farsi un infartino e di finire quindi in ospedale ormai da oltre 10 gg. Sembra stare dedisamente meglio, ma al momento non l'hanno ancora dimessa quindi continuiamo a correre.
Naturalmente, anche se sono più impegnata, l'importante è che si rimetta, il resto aspetterà.

Approfitto di questo messaggio per farvi una segnalazione, vi ricordate del vaccino per l'influenza suina che tanto ha fatto parlare di se lo scorso anno? Ormai sapete tutti che è stato un flop sia dal punto di vista finanziario che per quanto riguarda la sua formulazione, fortunatamente poche sono le persone che hanno deciso di farsi vaccinare.
Ebbene, indovinate come saranno smaltite almeno parzialmente le enormi scorte inutilizzate di questo vaccino? Non scervellatevi, ve lo dico subito, faranno parte della formulazione del vaccino anti influenzale che sarà distribuito a tutte le categorie a rischio all'inizio della brutta stagione.

In questo modo, tutti quelli che faranno il vaccino anti influenzale, si beccheranno di straforo anche quello per la suina.
La raccomandazione a fare ciò arriva direttamente dall'organizzazione mondiale per la sanità, che, apparentemente, ignora il fatto che il suddetto vaccino sia sotto inchiesta per aver recato considerevoli danni alla salute di svariate persone.

Vi cito anche questa segnalazione fatta dal quotidiano La Stampa, nel caso non lo sappiate già:

Nel giro di un anno le reazioni violente ai vaccini stagionali contro l’influenza, con danni alla salute dei pazienti, sono più che raddoppiate. Un dato preoccupante che il procuratore vicario di Torino, Raffaele Guariniello, ha deciso di indagare con l’apertura formale di un’inchiesta. La preoccupante statistica è dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, obbligata per legge alla sorveglianza sanitaria. Parla di 161 casi nella stagione 2008-2009 e di ben 396 in quella 2009-2010. Un dato che, in qualche modo, può essere spiegato dalla maggiore attenzione dovuta all’esplodere, nell’anno appena trascorso, della fobia per il virus A/H1N1, ma non solo.

E a questo proposito vi dico anche che, contrariamente a quanto avviene all'estero, in Italia, i danni da vaccino sono riconosciuti solo quando vengono rilevati entro 3 gg. dalla vaccinazione stessa, quando occorrerebbe una sorveglianza di almeno 21 gg. Se ricordo bene, in Francia i danni da vaccino sono riconosciuti quando avvengono entro un mese dalla vaccinazione.

4 commenti:

ziamaina ha detto...

Vedo che anche tu hai il tuo bel daffare e che la vita è lungi dal lasciarti tranquilla. Intanto i migliori auguri per la tua mamma e poi complimenti per la tua puntuale precisazione, spero che anche quest'anno le persone capiscano che quella dei vaccini antinfluenzali è una bufala ed è meglio ricorrere ad altri sistemi molto più efficaci.
Bacioni, a presto.

cielomiomarito ha detto...

Grazie per la segnalazione Marinella.... sei preziosa :)

e sperandoo che la tua mamma si stia riprendendo, lascio un saluto.

Gata da Plar - Mony ha detto...

Ciao Mari Carissima :)
come sta ora la tua mamma? è tornata a casa? Dalle un abbraccio da parte mia!!!

Per quanto riguarda il vaccino contro la suina, i miei l'anno scorso l'hanno fatto... (mamma però una versione più "leggera" - che non so che significhi - in quanto il dottore le disse che lavorando sempre a stretto contatto con bambini (fa l'ausiliaria in una scuola media) i suoi anticorpi sono già abbastanza forti... bo... - e comunque a niente sono valsi i miei tentativi per dissuaderli dal farlo...
A papà l'hanno fatto perchè è ad alto rischio d'infarto e quindi... vabbè... non voglio entrare nel merito perchè non ci capisco niente, ma quest'anno spero vivamente che lo evitino, visto come è andata lo scorso anno... :( E' dura convincere una mamma e un papà troppo medico-dipendenti... senza nulla togliere al loro medico curante (ed ex-mio quando stavo a FE) che è tra i migliori in città e tutt'ora lo stimo molto...
Un bacione e a presto!

marinella ha detto...

Ciao Monia, ti ringrazio per l'interessamento, mamma è uscita dall'ospedale, ma non abbiamo ancora risolto i nostri problemi purtroppo.
Comunque adesso si è trasferita da me così la tengo sotto controllo, fortunatamente anche se casa nostra è piccolina ha sempre avuto un suo spazio quindi non dobbiamo complicarci troppo la vita.
Questa settimana iniziamo finalmente le visite di controllo che deve fare e sarà l'inizio di una lunga serie di esami. Poi affronteremo le cose un pezzo alla volta. Purtroppo ho meno tempo da dedicare ai blog.
Un abbraccio sei sempre molto cara.