venerdì 27 novembre 2015

INFUSO RISCALDANTE, RILASSANTE E DIGESTIVO

Il freddo è arrivato ed è molto pungente, questo infuso è perfetto per riscaldarsi quando si torna a casa, ma è anche ottimo come tisana per la digestione in previsione delle festività

Vediamo come farlo:

Dose per circa 4 porzioni

1 bustina di tisana di menta o delle foglie di menta secche (circa 1 cucchiaio)
2 bastoncini di cannella o 2 cucchiaiate di cannella a tocchetti (quella in polvere è difficile da filtrare)
4 chiodi di garofano
8 baccelli di cardamomo (interi, non serve aprirli)
8 chicchi di pepe nero in grani
1 pezzo di zenzero fresco di circa 2,5 cm. sbucciato
1,5 litri di acqua

Procedimento:

Mettere tutti gli ingredienti in un tegame e portare a bollore, abbassare la fiamma e lasciar sobbollire (pippiare come direbbe Eduardo) per circa 15 minuti, poi spegnere e filtrare.
Si serve ben caldo quindi rimetterlo in un pentolino e riportarlo a temperatura.
Può essere assunto liscio, dolcificato con poco miele o xilitolo di betulla (per cho non puo' usare zucchero) e se lo volete in versione Chai, si può aggiungere una nuvola di latte di mandorla o di latte di cocco.


martedì 10 novembre 2015

PUMPKIN PIE OVVERO TORTA DI ZUCCA



Negli Stati uniti in questa stagione sono torte che vanno a ruba e sono declinate in mille modi, io vi propongo una versione senza glutine e senza latticini

Ingredienti per la base
1 cup di farina di riso integrale
1 cup di farina di manioca (la farina ricavata dal tubero intero, non la farina di tapioca che sarebbe solo l’amido, si trova nei negozi di cibi etnici)
¼ di cucchiaino di sale fine
6 cucchiai di olio di cocco (non fuso)
Un uovo grande
¼ di cup di zucchero di cocco, o di zucchero integrale o di xilitolo di betulla
1 cucchiaio di aceto di mele
Circa ½ cup di acqua molto fredda aggiunta progressivamente, valutando se aggiungerne ancora un paio di cucchiaiate (con questo tipo di farine occorre sempre valutare un po' a occhio, la farina di manioca assorbe abbastanza)

Ingredienti per il ripieno
300 gr. circa di polpa di zucca cotta al forno e tritata nel robot da cucina (meglio se butternut come nella foto o comunque una qualità molto asciutta)
¼ di cup di miele, o di sciroppo d’acero
¼ di cup di zucchero di canna integrale o di zucchero di cocco (in alternativa, fino a ½ cup di xilitolo di betulla al posto di entrambi gli zuccheri)
1/3 di cup di latte di cocco
1 cucchiaio di olio di cocco (fuso)
3 cucchiai di amido di arrow root (si tratta di amido di maranta nei negozi bio) (o di amido di mais se lo usate)
2 uova intere
1 cucchiaino abbondante di spezie per torta di zucca (un misto di zenzero, cannella, noce moscata e chiodi di garofano)
¼ di cucchiaino di sale
 
Procedimento:
Preparare la “frolla” (è scritto tra virgolette perché non è proprio una frolla servirebbe ancora piu' olio di cocco) con gli ingredienti per la base, cercando di lavorare velocemente per non surriscaldare l’impasto, lasciarlo riposare in frigo per mezz’ora, poi con l’aiuto di 2 fogli di carta forno stendere la frolla e ribaltarla nella teglia, se si dovesse rompere, poco male, si può sistemare con le mani.
Mettere la teglia in frigo mentre si prepara il ripieno. La dose è abbastanza abbondante, quindi vi permetterà di fare anche delle decorazioni se lo desiderate. Oppure ricavare dei biscotti secchi (non molto dolci)
Mescolare molto bene tutti gli ingredienti del ripieno io (l'ho fatto con il Bimby), riempire la crostata e passare in forno caldo  a 180° per circa 1 ora, occorre controllare che la zucca si asciughi bene, sulla superficie si creeranno delle screpolature, se si inserisce uno stecchino nel centro deve uscire quasi pulito.
Far raffreddare bene per circa 2 ore e servire, oppure refrigerare.

Nota: il ripieno risulterà abbastanza liquido quando si monta la torta, si indurirà con la cottura, quindi alcune decorazioni potrebbero tendere ad affondare, come si noterà dalla mia foto, valutate se volete correre il rischio.  In alternativa, se avete piacere di decorare la crostata, è possibile precuocere un po' la farcitura, in modo da renderla un piu' compatta.  Se usate il bimby per esempio è facilissimo basta frullare tutti i componenti e poi cuocere a 100° per una decina di minuti.  Ma lo stesso si puo' fare anche semplicemente in un tegame mescolando continuamente. Si versa quindi nella crostata e si cuoce come sopra, valutando se sia il caso di ridurre un po' i tempi di cottura visto che il ripieno è precotto. 
Il guscio deve essere dorato ma noterete tagliandolo che rimane abbastanza croccante, quindi non fate create uno spessore eccessivo.


Questa ricetta è adatta alla FMD F3 usando lo xilitolo come dolcificante, è adatta alla Paleo, Vegetariana, senza glutine

lunedì 2 novembre 2015

TENERONI DI TACCHINO O DI POLLO IMPANATI AL COCCO

Questa ricetta gira nei blog americani di alimentazione naturale e Paleo e mi ha incuriosito quindi ho deciso di sperimentare.

Ingredienti:

Petto di pollo o di tacchino a fette spesse, io ho usato 3 fette di tacchino erano circa 350 gr.
1/2 cup di cocco rapé (cocco grattugiato)
1/4 di cup di farina di cocco sgrassata (quella fine, come la farina)
1/4 di cup di arrow root (amido di maranta)
2 uova intere o 4 albumi

Olio di cocco per friggere (circa 4 cucchiai)

Procedimento:

Mescolare in una terrina i 3 tipi di farina, in un'altra sbattere le uova.
Tagliare le fette di carne a listarelle della larghezza di 1 dito
Infarinarle poche per volta rivoltandole più volte 
Nel frattempo scaldare l'olio in una padella (l'olio di cocco ha un ottima resistenza al calore, addirittura maggiore dell'olio d'oliva)
Friggere le listarelle nell'olio caldo girandole a metà cottura, devono diventare dorate.
Meglio cuocere a fiamma abbastanza vivace in modo da dorare la carne velocemente evitando di stracuocerla.

Salare e pepare a piacere solo a fine cottura. L'aroma di cocco si sente ed è molto piacevole.


Questa ricetta è adatta alla FMD F3 o F4 e alla Paleo