giovedì 25 giugno 2009

Spaghetti di kamut strascicati con la rucola

Dopo averv visto una foto di pasta strascicata alla rucola, mi sono inventata una ricettina che ci è piaciuta talmente che ve la devo proprio raccontare.


Per la pasta ho usato degli spaghetti integrali di kamut cotti molto al dente.


Per il sugo, ho fatto saltare in padella della rucola selvatica la cui pianta originale arriva direttamente dalla Puglia, e che è stata piantata da mio papà ormai molti anni fa nel nostro giardino. Per 2 persone ne ho raccolto un bel pugno abbondante che ho saltato in padella con un po' di olio EVO e un mezzo spicchio di aglio tagliato in 2, dopo un paio di minuti ho aggiunto una bella cucchiaiata di "nduja" che ho fatto sciogliere per bene. A questo punto ho unito un mestolo di acqua e una volta che era quasi evaporata ho unito un pomodoro tagliato a dadini con tutto il suo sugo. Ho lasciato cuocere ancora per pochi minuti e quando la pasta è cotta al dente, l'ho ripassata in padella assieme alla rucola.


Una delizia! assolutamente da rifare, non troppo forte, ma decisamente saporita.

lunedì 22 giugno 2009

Alici in tortiera

Gli Omega 3 sono acidi grassi essenziali, si assumono con l'alimentazione quando consumiamo oli vegetali che ne sono particolarmente ricchi, uno di questi è l'olio di lino, se ne trova anche nell'olio di colza e in vari frutti oleaginosi e nel pesce grasso tipo il pesce azzurro.
La loro carenza può provocare gravi danni alla nostra salute, i derivati sono essenziali per la costituzione delle cellule nervose e della retina.

Gli Omega3 del pesce in particolare, sono ricchi di DHA e EPA che sono sostanze che il nostro corpo è in grado di sintetizzare dagli omega 3, ma questa capacità tende a diminuire con l'avanzare dell'età, ecco perché il consumo di omega 3 derivati dal pesce è particolarmente interessante.

Detto ciò, visto che dobbiamo aumentare il consumo di pesce, ho acquistato mezzo chilo di alici fresche e prendendo ispirazione da una ricetta di "Campo di Fragole", ho preparato le mie alici in tortiera.
Ingredienti:
Mezzo chilo di alici fresche aperte a libro e disliscate
2 piccoli pomodori tagliati a dadini

aglio

capperi
pangrattato

aceto di mele
un po' di parmigiano

La ricetta originale prevede anche delle olive ma non ne avevo e non le ho messe Ho oliato una padella antiaderente i 25 cm di diametro quindi ho disposto a raggiera uno strato di alici, ho frullato il pan grattato con i capperi e l'aglio e ho cosparso il primo strato di alici con metà del composto, poi ho aggiunto metà pomodorini a dadini e una manciatina di parmigiano grattugiato. Ho rifatto un secondo strato con gli ingredienti rimasti e ho messo il tutto sul fuoco. Dopo qualche minuto ho spruzzato il tutto con un paio di cucchiaiate di aceto di mere e ho lasciato che si facesse una crosticina sul fondo prima di girare il composto con l'aiuto di un coperchio.
Ho fatto dorare anche l'altro lato.

Ecco fatto, il risultato è stato particolarmente gradito dalla comitiva, da rifare!

Cake salato libera avanzi con fonduta al gorgonzola

Questo cake fa parte delle ricette svuota frigorifero, ma è venuto particolarmente saporito quindi eccovi la ricetta:

Cake salato libera avanzi con fonduta al gorgonzola

2 uova
Un bicchiere di preparato per bruschette a base di pomodoro, olio, acqua e basilico
1 bustina di lievito
Un fondino di prosciutto cotto circa 100gr.
2 zucchine piccole
Farina quanto basta per ottenere un impasto morbido ma non liquido
Sale
Tagliare le zucchine a dadini
Fare lo stesso con il pezzo di prosciutto cotto
Sbattere le uova, aggiungere il preparato per bruschetta, un po’ di farina , le zucchine e il prosciutto, sale q.b., aggiungere il lievito e altra farina fino ad ottenere la consistenza desiderata,
Versare in uno stampo da plum cake oliato e cuocere in forno a 180 gradi per ca. 30 -35 minuti
Per la salsa, fondere un pezzetto di burro in un pentolino, aggiungere dei pezzetti di gorgonzola, circa 80 gr.
Poi diluire con un bicchiere di latte al quale è stata aggiunto un cucchiaio di maizena. Portare a bollore e spegnere.
Servire il cake a fette con la salsina a parte.

venerdì 19 giugno 2009

I muffins questi sconosciuti

Ultimamente mi sono dedicata a produrre tutta una varietà di muffins nel tentativo di trovare una ricetta saporita e versatile.

Ho fatto dei muffins semplici e profumati : gusto buono, ma non capivo perché fossero riusciti così bassotti, poi mentre pulivo la cucina ho capito, avevo aperto la bustina del lievito ma non l'avevo aggiunto all'impasto! (Ale, adesso sai perchè erano gommosetti)

Ho fatto dei muffins con gocce di cioccolato aromatizzati con olio essenziale di arancio, e altri con granella di nocciole, che sono riusciti bene (vedi foto) ma per qualche motivo ho continuato la mia ricerca.

Poi sono andata al mercato e quando ho visto i mirtilli mi sono venuti in menti di bluberry muffins, detto fatto ho acquistato mezzo kilo di mirtilli e mi sono rimessa a cercare una ricetta che mi piacesse. Poi, naturalmente, ho fatto di testa mia ispirandomi a varie ricette americane.

Ecco la ricetta che ho collaudato e che devo dire è venuta moooolto bene, abbiamo anche fatto la foto, ma l'archi ha un problema con il suo pc e non riusciamo a scaricare le foto, quindi dovrete credermi sulla parola fino a che riesca a pubblicare la prova provata.

Con queste dosi ho ottenuto 19 muffins di taglia normale
(La ricetta prevede le cups americane, che equivalgono a 250 ml)

2 tazze di farina bianca bio
1 tazza di farina d'avena bio
1busta di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di sale
150 gr. di burro morbido
1 tazza di zucchero
2 uova grandi bio
1,5 tazze di latte
10 gocce di olio essenziale di limone bio
un quarto di cucchiaino di vaniglia naturale in polvere
circa 300 gr. di mirtilli lavati e asciugati

In un contenitore mescolare le farine con il lievito, il sale e la vaniglia
Nel mixer sbattere bene il burro con lo zucchero, aggiungere le uova uno ad uno e aromatizzare la crema ottenuta con le gocce di olio essenziale di limone.
A questo punto, se la capienza del mixer lo consente, unire metà del mix di farine, mescolare un pochino, aggiungere metà latte, mescolare, aggiungere il resto delle farine, mescolare e aggiungere il resto del latte e naturalmente mescolare.
Se la capienza del mixer non lo consente fate la stessa cosa passando prima la preparazione liquida in una terrina.
Una volta mescolati tutti gli ingredienti (non occorre sbattere eccessivamente) unire i mirtilli delicatamente per non romperli troppo.

Foderare 2 stampi da 6 muffins (io ho quelli in silicone) con i pirottini da muffin e con un cucchiaio versarci dentro la preparazione, (circa un cucchiaio abbondante) .
Cuocere il forno caldo a 180° per 30 minuti ca, devono essere dorati ma non troppo scuri.
sfornare, attendere un paio di minuti e estrarre i muffins dagli stampi per farli raffreddare.
Rifoderare gli stampi con altri pirottini e finire il resto dell'impasto con una seconda infornata.

Una volta tiepidi spolverare con zucchero a velo, sono venuti ancora più sgonfiotti di quelli della foto sopra. Non ho voluto metterli in un sacchetto di plastica per evitare che l'umidità dei mirtilli li lifacesse ammuffire, quindi li ho lasciati in un piatto all'aria, si conservano bene per una settimana, naturalmente si asciugano un pochino, ma proprio grazie ai mirtilli non seccano, Magari è meglio coprirli con un velo di tulle, ma solo per i moscerini.

Ecco finalmente la foto tanto agoniata.

lunedì 8 giugno 2009

Le operazioni svuota dispensa continuano

In questo periodo mi sto cimentando nel preparare pranzi e cene "interessanti" cercando di svuotare la dispensa (non so voi ma io sono un disastro, tendo sempre a fare scorte e alla fine la mia dispensa si svuota sul davanti e dietro rimangono le cose più svariate). Visto anche il periodo contingente, cerco di usare gli avanzi con immaginazione e devo dire che qualche cosa di simpatico a volte viene fuori.

Ecco quello che ho prodotto in questi giorni:

Sabato abbiamo avuto a pranzo degli amici, e avevo preparato al volo del pollo con i peperoni, niente di difficile, ho solo spadellato i pezzi di pollo bio e senza pelle su un trito di cipolla, poi ho aggiunto i peperoni, un pochino di aglio, sale e ho portato a cottura. Un contorno di insalata di pomodori e fine. Perché vi dico questo? perché mi è rimasto nella pentola un bel sughetto di pollo e peperoni che visto che era molto buono volevo riciclare. In questo caso mi sono limitata ad usarlo per fare un risotto usando un ottimo riso rosso semi integrale. E venuto veramente delizioso!

Sabato avevo preparato anche delle bruschette frullando pomodoro, poco aglio, basilico, sale, olio e un pochino di acqua. La salsina ottenuta l'ho messa su dei crostoni un pochino in anticipo per far si che si impregnassero un pochino. Ma chiaramente mi sono ritrovata con circa un bicchiere di salsina in più. Cosa farne visto che non avevo più crostini?

Mi sono quindi cimentata nella produzione di un plum cake salato accompagnato da una fonduta di gorgonzola.

Ecco quindi la ricetta del cake salato libera avanzi con fonduta di gorgonzola(le dosi sono approssimative perché come al solito non ho pesato)

2 uova
Un bicchiere di preparato per bruschette (a base di pomodoro, olio, acqua e basilico, poco aglio)
1 bustina di lievito
1fondino di prosciutto cotto
2 zucchine piccole
Farina quanto basta per ottenere un impasto morbido ma non liquido
Sale
Tagliare le zucchine a dadini
Fare lo stesso con il pezzo di prosciutto cotto
Sbattere le uova, aggiungere il preparato per bruschetta, un po’ di farina , le zucchine e il prosciutto, sale q.b., aggiungere il lievito e altra farina fino ad ottenere la consistenza desiderata.
Versare in uno stampo da plum cake oliato e cuocere in forno a 180 gradi per ca. 30 -35 minuti
Sfornare e lasciare intiepidire.

Per la salsa, fondere un pezzetto di burro in un pentolino, aggiungere dei pezzetti di gorgonzola, circa 80 gr. Poi diluire con un bicchiere di latte al quale è stata aggiunto un cucchiaio di maizena. Portare a bollore e spegnere.Servire il cake a fette con la salsina a parte.
E' piaciuto parecchio anche alla mia mammina, mi sono ricordata di fotografarlo in estremis e senza salsina, ma la foto è ancora nella macchina dell'architetto, quindi arriva presto.
Naturalmente presa da questo risultato mi sto esibendo in cake salati di vario tipo, nell'ultimo che ho fatto ho frullato un avanzo di insalata di pomodoro, ci sarà stato al massimo un pomodoro e il condimento, ci ho aggiunto una bella manciata di basilico, 2 fiori di zucchina che passavano di li, 2 uova, lievito e la farina necessaria, naturalmente assaggio per verificare il sale, e ho messo in forno. E' venuto fuori un cake, leggermente più asciutto del precedente, decisamente più verdino, ma molto profumato e adattisimo per accompagnare sia i formaggi che l'insalata di pomodoro.

Mi dispiace sempre buttare gli avanzi di insalata di pomodoro, ma non riesco proprio a mangiarli al pasto sucessivo quando diventano mollicci, adesso, se li frullo, posso cacciarli in qualche intingolo o metterli nei cake, e sono molto più contenta, chissà perchè non ci avevo pensato prima.

sabato 6 giugno 2009

Clafoutis di ciliegie al latte di cocco e cioccolato



Oggi ci sono venuti a trovare degli Amici e ho preparato questo clafoutis che è sembra aver incontrato il gusto di tutti.

Ecco la ricetta:

300 gr. di ciliegie con il nocciolo
150 gr. di farina
150 gr. di gocce di cioccolato
140 gr. di zucchero
20 gr. di burro
4 uova
120 gr. di latte di cocco
1 bustina li lievito
un pizzico di sale e 1 di vaniglia

Togliere i gambi alle ciliegie, e disporle in una pirofila di ceramica o di vetro che avrete imburrato e cosparso di zucchero.
Sbattere le uova con lo zucchero, unire il burro, la farina, il latte di cocco e il lievito il sale e la vaniglia. Versare il tutto delicatamente sulle ciliegie e poi aggiungere le gocce di cioccolato.

Infornare per circa 35 minuti a 180°. Si serve sia freddo che tiepido a piacere, con queste dosi si fanno 6 belle porzioni o 8 giustine.

Niente foto, lo abbiamo mangiato....

Ecco le foto fatte da loro partendo da questa ricetta ma con le loro modifiche, non viene voglia di assaggiare?